Raggio terrestre

raggio della terra

Da tempo immemorabile, gli esseri umani sono stati naturalmente curiosi. Ha sempre cercato di misurare e conoscere la lunghezza e l'entità delle cose per saperne di più sul nostro pianeta. Uno degli aspetti che è sempre stato sconosciuto all'uomo è il raggio della Terra. Dato che non possiamo perforare la crosta terrestre e viaggiare fino al nucleo, dobbiamo imparare a stimare e calcolare il raggio del pianeta. Grazie ad alcuni scienziati che hanno creato un modello per poter misurare questa lunghezza, è stato possibile stimare con sempre maggiore precisione.

In questo articolo ti diremo qual è il raggio della Terra e come è stato misurato.

Problemi di misurazione del raggio della Terra

misura del raggio terrestre

Come sappiamo, nonostante il fatto che la tecnologia sia avanzata a ritmi enormi, il nostro pianeta ha ancora molte incognite. Ci sono molte aree del pianeta che non sono accessibili agli esseri umani. Un esempio di questo è il fondale marino. Non esiste ancora una tecnologia in grado di vincere la pressione dell'acqua e la poca quantità di luce solare che si trova nelle trincee marine. Lo stesso vale per il centro della Terra. Sono stati descritti numerosi romanzi su un viaggio al centro della Terra ma è qualcosa che ancora ci è inaccessibile. Il più che so ha potuto scavare in profondità sono stati circa 12 chilometri. Questo è solo sollevare la buccia sottile di una mela.

Poiché non è possibile scavare fino a raggiungere il nucleo terrestre, è stato necessario trovare metodi diversi per stimare il raggio della Terra. Uno dei principali inconvenienti per non essere in grado di scavare fino al nucleo terrestre è l'alto strato di rocce spesse e resistenti. L'alta tecnologia non può perforare tutti questi chilometri di roccia profonda. Un altro svantaggio è la temperatura alla quale si trova il nucleo terrestre. Ed è che il nucleo interno è una temperatura di circa 5000 gradi Celsius. Di fronte a una tale temperatura, non esiste essere umano o macchina in grado di resistere a queste condizioni. Infine, a queste profondità nemmeno l'ossigeno che si può respirare.

Nonostante ci siano tutti questi problemi per poter misurare direttamente il raggio della Terra, l'essere umano si è fermato. Sono stati scoperti diversi modelli per stimarne il valore. Ad esempio, le onde sismiche possono essere utilizzate per studiare la composizione degli strati interni della Terra. Questi metodi possono conoscere la profondità alla quale si verifica indirettamente un terremoto. Possiamo conoscere diversi aspetti del pianeta senza dover vedere tutto con i nostri occhi.

Teoria della tettonica a placche ed Eratostene

Eratostene

La teoria della tettonica a placche ha aiutato molto a capire come funziona il pianeta. Si dice che la crosta continentale sia divisa in diverse placche tettoniche che si muovono continuamente. La causa dello spostamento è dovuta a correnti di convezione del mantello terrestre. Questo movimento delle piastre è noto con il nome di deriva dei continenti.

Le correnti di convezione del mantello terrestre sono date dalle differenze di densità che esistono tra i materiali dell'interno. Tutto questo lo possiamo conoscere grazie a diversi tipi di metodi di misurazione indiretta. Siamo sempre stati alla ricerca di metodi diversi per poter trovare misurazioni per tutto. Il primo scienziato in grado di misurare il raggio della Terra fu Eratostene. Questa misura ha sempre tenuto le persone con il fiato sospeso sin dai tempi antichi.

A quel tempo non c'era molta tecnologia disponibile per poter misurare il raggio della Terra. Pertanto, questo primo metodo consisteva in alcuni elementi molto rudimentali. Tieni presente che, a questo punto, questi metodi rudimentali erano considerati una tecnologia rivoluzionaria. Uno degli elementi più importanti che è stato utilizzato per misurare il raggio della Terra è stata l'importanza del Solstizio d'estate.

Eratostene prese un papiro da una biblioteca e quando notò che un palo su di esso non rifletteva alcun tipo di ombra, fu dovuto al fatto che i raggi del sole colpivano la superficie terrestre in modo completamente perpendicolare. Questo è il motivo per cui Eratostene era curioso di sapere quale fosse il raggio della Terra. Il modo per misurare il raggio della Terra fu più tardi quando si recò ad Alessandria. Qui ripetevo l'esperimento e vedevo che l'ombra del sole era di 7 gradi. Dopo questa misurazione, si rese conto che la differenza tra l'altra ombra che abitava a Siena era motivo per sapere che la Terra era rotonda e non piatta come si credeva in quel momento.

Formula di Eratostene per misurare il raggio della Terra

onde sismiche

Dopo aver completato diversi esperimenti, ha ottenuto diverse esperienze di queste misurazioni. Da lì, ha iniziato a formulare alcune teorie che hanno aiutato a misurare il raggio della Terra. La maggior parte del processo si è basato su stime e detrazioni. La sua deduzione principale era basata sul fatto che se la Terra fosse una circonferenza di 360 gradi, un cinquantesimo di quella circonferenza sarebbe di 7 gradi. Questa parte della circonferenza totale era quella misurata all'ombra ad Alessandria.

Sapendo che la distanza tra le due città di Siena e Alessandria era di 800 chilometri, poté dedurlo il raggio della Terra era di 6.371 km. Tieni presente che, al momento in cui stavo calcolando Eratostene, era abbastanza complesso riuscire a ottenere le misurazioni corrette. Tuttavia, ha fornito cifre abbastanza vicine a ciò che è noto oggi.

Oggi ci sono altri modi per misurare l'interno della terra grazie alle onde sismiche. A seconda del materiale di cui è composto all'interno e della distanza dal centro del terremoto si può conoscere la profondità.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più su cos'è il raggio della Terra e su come è stato misurato per la prima volta.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.