Dorsale oceanica: origine, caratteristiche e dinamica

Creste sottomarine

Se stai studiando geologia ne avrai sicuramente sentito parlare una dorsale oceanica. Il suo concetto è spiegato in un contesto alquanto complesso. Appartiene alle teorie della formazione terrestre come la tettonica a placche. Sono queste teorie che supportano l'origine delle dorsali oceaniche.

Ed è che una dorsale oceanica non è altro che una catena montuosa sottomarina formata dallo spostamento delle placche tettoniche. Vuoi conoscere l'origine, le caratteristiche e i tipi di dorsali oceaniche che esistono sul nostro pianeta?

Caratteristiche e origine di una dorsale oceanica

Dinamica di una dorsale oceanica

Quando diverse dorsali oceaniche si formano sotto gli oceani, si formano veri sistemi montuosi sotto il mare. Le più grandi catene montuose sottomarine del mondo coprono una distanza di 60.000 chilometri. Le dorsali oceaniche sono separate dai bacini oceanici.

La sua origine è data dal movimento delle placche tettoniche che formano la crosta terrestre. I sedimenti che si accumulano nelle catene montuose sottomarine sono almeno dieci volte più spessi di quelli sulla terraferma. Questo dà origine alla teoria della geosincline. Questa è la teoria che afferma che la crosta continentale è in crescita grazie ai progressivi e massicci accumuli originati da geosincline antiche e piegate. Nel tempo si sono induriti e consolidati nelle attuali piastre.

Struttura della dorsale

Sorgi l'oceano oggi

La stragrande maggioranza di queste catene montuose sottomarine può raggiungere misura tra 2000 e 3000 metri di altezza. Hanno generalmente un rilievo aspro, con ampi pendii e creste molto pronunciate. Quando queste creste hanno una profonda fenditura si chiama valle che affonda o spaccatura. Numerosi terremoti superficiali ed eruzioni vulcaniche si verificano in spaccature in cui vengono rilasciate grandi quantità di basalto.

I basalti danno forma all'intero fondale. Ai lati del crinale aumentano lo spessore della crosta vulcanica e lo spessore dei sedimenti. Ci sono anche vulcani sottomarini, ma sono sparsi e solitari. Non devi necessariamente trovarti in una spaccatura.

Le creste delle creste possono essere spostate lateralmente lungo sezioni più estese che corrispondono alle zone di frattura. Quando incontriamo un confine tra due placche, la lava calda e fusa sale in superficie. Una volta arrivato, si raffredda e si solidifica mentre la crosta più vecchia si separa su entrambi i lati del crinale.

Questo è sempre a scorrimento. Prova di ciò è che il movimento delle dorsali oceaniche è stato misurato in alcune parti dell'Atlantico. Sono stati registrati spostamenti fino a due centimetri all'anno. D'altra parte, nel Pacifico orientale, misurazioni di spostamento e sono stati ottenuti dati di 14 cm all'anno. Ciò significa che le dorsali medio oceaniche non si muovono ovunque alla stessa velocità. La variazione del volume sommerso delle dorsali sta provocando lievi variazioni del livello del mare su scala geologica. Quando ci riferiamo alla scala geologica, parliamo di migliaia di anni.

Complessità di una dorsale oceanica

Distribuzione delle dorsali oceaniche

Sulle creste delle creste possiamo trovare fessure idrotermali. Ne esce un vapore ad alto contenuto di minerali e lo fa ad una temperatura di 350 gradi. Quando i minerali vengono depositati, lo fanno formando strutture simili a colonne il cui contenuto fondamentale sono composti di solfuro metallico. Questi solfuri sono in grado di supportare colonie animali meno comuni. Questi composti sono una parte importante nel funzionamento degli ecosistemi marini. Grazie a ciò, la composizione dell'acqua è più stabile.

La nuova crosta oceanica generata nelle creste con parte del mantello superiore del mantello superiore e la crosta formano la litosfera. Tutti i centri marini si estendono sulle dorsali medio oceaniche. Pertanto, molte delle caratteristiche che si trovano in questi luoghi sono uniche.

Sono oggetto di molti studi. Per conoscere in profondità la composizione e l'evoluzione delle creste si studiano le lave basaltiche. Queste lave vengono gradualmente interrate dai sedimenti che si depositano lungo l'intera superficie. In numerose occasioni, il flusso di calore è più forte all'interno delle creste nel resto del mondo.

È molto comune che i terremoti avvengano lungo i crinali e, soprattutto, nelle faglie di trasformazione. Questi difetti si uniscono ai segmenti di colmo di compensazione. I terremoti che si verificano in queste aree vengono studiati in profondità per ottenere informazioni sull'interno della Terra.

Dispersione dorsale

Mantello terrestre e dorsali oceaniche

D'altra parte, c'è una forte relazione tra le profondità che una dorsale oceanica ha con la sua età. In generale, è stato dimostrato che la profondità dell'oceano è proporzionale alla radice quadrata dell'età della crosta. Questa teoria si basa sulla relazione tra età e contrazione termica della crosta oceanica.

La maggior parte del raffreddamento per la formazione delle dorsali oceaniche si è verificato circa 80 milioni di anni fa. A quel tempo, la profondità dell'oceano erano solo 5 km. Attualmente è conosciuto a più di 10.000 metri di profondità. Poiché questo raffreddamento è una funzione dell'età, le dorsali a lenta diffusione, come la dorsale medio atlantica, sono più strette delle creste a più rapida espansione, come la dorsale del Pacifico orientale.

La larghezza della cresta può essere calcolata in base al tasso di dispersione. Di solito si espandono di circa 160 mm all'anno, il che è trascurabile a misura d'uomo. Tuttavia, su scala geologica è evidente. I numeri più lenti sono quelli che disperdono solo 50 mm all'anno e quelli più veloci fino a 160 mm.

Quelli che si espandono più lentamente hanno una frattura e quelli più veloci no. Le creste lacerate a diffusione lenta hanno una topografia irregolare sui fianchi, mentre le creste a diffusione più rapida hanno fianchi molto più lisci.

Come puoi vedere, una dorsale oceanica è più complessa di quanto sembri. La sua dinamica è definita dall'attività terrestre che è in continuo movimento.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   LOLOLOLO suddetto

    Molto bello!