Eone Precambriano: tutto ciò che devi sapere

Eone precambriano

Oggi andremo verso gli inizi che segnano tempo geologico. Il primo eone che segna la storia del nostro pianeta. Si tratta del Precambriano. Questo è un termine abbastanza antico, ma ampiamente usato per indicare il periodo della Terra prima che si formassero le rocce. Viaggeremo all'inizio della Terra, vicino a un periodo della sua formazione. Sono stati scoperti fossili in cui sono riconosciute alcune rocce precambriane. È anche noto come "vita oscura".

Se vuoi sapere tutto ciò che riguarda questa era del nostro pianeta, in questo post ti racconteremo tutto. Devi solo continuare a leggere 🙂

Gli inizi del pianeta

Formazione del sistema solare

Formazione del sistema solare

Il Precambriano copre quasi il 90% dell'intera storia della Terra. Per studiarlo meglio è stato suddiviso in tre epoche: Azoico, arcaico e proterozoico. L'Eone Precambriano è quello che comprende tutto il tempo geologico prima di 600 milioni di anni. Questo eone è stato definito come quello prima del periodo Cambriano. Oggi, tuttavia, è noto che la vita sulla Terra è iniziata nel primo arcaico e che gli organismi fossilizzati sono diventati più abbondanti.

Le due suddivisioni che ha il Precambriano sono l'Archaean e il Proterozoic. Questo primo è il più antico. Le rocce che hanno meno di 600 milioni di anni sono considerate all'interno del Fanerozoico.

La durata di questo eone inizia dalla formazione del nostro pianeta circa 4.600 miliardi di anni fa alla diversificazione geologica. È quando sono apparse le prime vite multicellulari note come Esplosione Cambriana che ha inizio il Cambriano. Questo è datato circa 542 milioni di anni fa.

Ci sono alcuni scienziati che considerano l'esistenza di una quarta era all'interno del Precambriano chiamata Chaotian e che è precedente a tutte le altre. Corrisponde al tempo della prima formazione del nostro sistema solare.

Azoico

Era azoico

Questa prima era ha avuto luogo tra i primi 4.600 miliardi di anni e 4.000 miliardi di anni dopo la formazione del nostro pianeta. Il sistema solare in quel momento si stava formando all'interno di una nuvola di polvere e gas conosciuta come la nebulosa solare. Questa nebulosa ha generato asteroidi, comete, lune e pianeti.

Si ipotizza che se la Terra entrasse in collisione con un planetoide delle dimensioni di Marte chiamato Theia. È possibile che questa collisione aggiungerebbe il 10% della superficie terrestre. I detriti di quella collisione si sono sommati per formare la luna.

Ci sono pochissime rocce dell'era azoica. Rimangono solo pochi frammenti minerali trovati nei substrati di arenaria in Australia. Tuttavia, numerosi studi sono stati condotti sulle formazioni della luna. Concludono tutti che la Terra è stata bombardata da frequenti collisioni di asteroidi durante l'intera era azoica.

In quest'epoca l'intera superficie della Terra era devastante. Gli oceani erano di roccia liquida, zolfo bollente e crateri da impatto ovunque. I vulcani erano attivi in ​​tutte le aree del pianeta. C'è stata anche una pioggia di rocce e asteroidi che non è mai finita. L'aria era calda, densa, piena di polvere e sporcizia. A quel tempo non poteva esserci vita come la conosciamo oggi, poiché l'aria era composta da anidride carbonica e vapore acqueo. Aveva alcune tracce di composti di azoto e zolfo.

Arcaico

Era arcaico

Il nome significa antico o primitivo. È un'era che inizia circa 4.000 miliardi di anni fa. Le cose sono cambiate rispetto alla loro era precedente. La maggior parte del vapore acqueo che era nell'aria si è raffreddata e ha formato l'oceano globale. Anche la maggior parte dell'anidride carbonica è andata via per trasformarsi in calcare e depositarsi sul fondo dell'oceano.

In questa epoca l'aria era composta da azoto e il cielo era pieno di normali nuvole e pioggia. La lava ha iniziato a raffreddarsi per formare il fondo dell'oceano. Molti vulcani attivi indicano ancora che il nucleo della Terra è ancora caldo. I vulcani stavano formando piccole isole che, a quel tempo, erano l'unica area di terra che c'era.

Piccole isole si sono scontrate l'una con l'altra per formare quelle più grandi e, a loro volta, queste si sono scontrate per formare continenti.

Quanto alla vita, esistevano solo alghe unicellulari sul fondo degli oceani. La massa della Terra era sufficiente per ospitare un'atmosfera riducente composta da metano, ammoniaca e altri gas. È allora che esistevano organismi metanogeni. Acqua di comete e minerali idrati condensati nell'atmosfera. Una serie di piogge torrenziali si sono verificate a livelli apocalittici che hanno formato i primi oceani di acqua liquida.

I primi continenti precambriani erano diversi da quello che conosciamo oggi: erano più piccoli e avevano superfici di rocce ignee. Nessuna vita vissuta su di loro. A causa della continua forza della crosta terrestre a restringersi e raffreddarsi, le forze si sono accumulate al di sotto e hanno spinto le masse terrestri verso l'alto. Ciò ha causato la formazione di alte montagne e altipiani che sono stati costruiti sopra gli oceani.

Proterozoico

Proterozoico

Entriamo nell'ultima era del Precambriano. È anche chiamato Cryptozoic, che significa vita nascosta. È iniziato circa 2.500 miliardi di anni fa. Abbastanza roccia formata sugli scudi per avviare processi geologici riconoscibili. Questo ha iniziato l'attuale tettonica a placche.

A questo punto, c'erano organismi procarioti e alcune relazioni simbiotiche tra organismi viventi. Con il passare del tempo, le relazioni simbiotiche erano permanenti e quella continua conversione di energia continuò a costruire cloroplasti e mitocondri. Sono state le prime cellule eucariotiche.

Circa 1.200 miliardi di anni fa, la tettonica delle placche costrinse la roccia dello scudo a scontrarsi, formando Rodinia (un termine russo che significa "madre terra"), il primo super continente sulla Terra. Le acque costiere di questo super continente erano circondate da alghe fotosintetiche. Il processo di fotosintesi consisteva nell'aggiungere ossigeno all'atmosfera. Ciò ha causato la scomparsa degli organismi metanogeni.

Dopo una breve era glaciale, gli organismi stavano avendo rapide differenziazioni. Molti degli organismi erano cnidari simili alle meduse. Una volta che gli organismi molli hanno dato origine agli organismi più elaborati, l'eone Precambriano si è concluso per iniziare l'attuale eone chiamato Fanerozoico.

Con queste informazioni potrai conoscere qualcosa in più sulla storia del nostro pianeta.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.