Perché si verificano così tanti terremoti in Ecuador

Terremoto in Ecuador

Lo scorso sabato, 16 aprile 2016, l'Ecuador ha subito il peggior terremoto dal 1979. Con un numero di morti di 350, il terremoto di magnitudo 7,8 ha lasciato il paese al collasso. Ci sono molte persone che sono state lasciate senza una casa e altre che non potranno tornare da loro finché la situazione non si sarà normalizzata. Questa è la scena desolante di una zona del mondo dove ci sono stati 40 terremoti negli ultimi 475 anni.

La domanda è, perché?

Dall'inizio del secolo scorso in Ecuador si sono verificati una dozzina di movimenti sismici di grande intensità. La situazione del paese è uno dei motivi per cui l'attività sismica è così importante nella nazione iberoamericana. Ed è che l'Ecuador, come molti altri paesi come Cile, Bolivia, Panama, California o Giappone, si trovano nel cosiddetto Pacific Ring of Fire. Questa regione misura 40.000 chilometri di lunghezza ed è dove si verificano i più forti terremoti ed eruzioni vulcaniche.

Tanto che si sa che L'80% dei terremoti più intensi del mondo si verificano in queste nazioni, come evidenziato dal direttore dell'area sismologica dell'Istituto di geofisica del Perù (IGP), Herando Taveras.

Anello di fuoco del Pacifico

La tettonica delle placche è la causa di questi fenomeni. Il pianeta Terra, sin dalla sua nascita, è sempre stato in costante cambiamento grazie al movimento di queste placche che muovono i continenti. Rispetto all'Oceano Pacifico, poggia su molti di essi, che convergono e creano attrito tra di loro. È così che si accumula la tensione che deve essere rilasciata.

Nel caso di Ecuador, Cile, Perù e Colombia, i movimenti sono dovuti al fatto che la placca di Nazca affonda sotto il piatto sudamericano.

Da qui vorrei inviare un file forte abbraccio e forza per l'Ecuador. Molto, molto incoraggiamento.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.