Temperatura mediterranea

mar Mediterraneo

Sappiamo che il cambiamento climatico sta causando un aumento delle temperature a livello globale. Ciò sta influenzando vari ecosistemi e le specie che vivono in essi. Un ecosistema colpito dai cambiamenti climatici vicino a noi è il Mar Mediterraneo. IL Temperatura mediterranea sta raggiungendo limiti mai registrati prima. Tutto ciò ha gravi conseguenze per l’equilibrio naturale dell’ecosistema.

In questo articolo vi racconteremo come i cambiamenti climatici influenzano la temperatura del Mediterraneo e quali conseguenze comportano.

Temperatura mediterranea

aumento della temperatura dell’oceano

È diventato comune parlare di ondate di caldo e recentemente abbiamo persino iniziato a incorporare il termine “ondate di caldo marino” nel nostro vocabolario. Durante l'estate del 2022, Il Mediterraneo è stato teatro di uno di questi fenomeni, che ha avuto effetti dannosi sugli ecosistemi e sui processi marini.. Le statistiche attuali mostrano che la temperatura del Mediterraneo è in aumento.

Un'ondata di caldo marino è un fenomeno che si verifica quando la temperatura dell'acqua superficiale dell'oceano supera la media stagionale per un periodo prolungato.

La definizione di ondate di calore marine, stabilita dai ricercatori, si riferisce alla durata e al grado di aumento della temperatura in alcune aree dell'oceano. In particolare, quando le temperature in questi regioni superano il 10% dei valori registrati per quel particolare periodo dell’anno e persistere per un minimo di cinque giorni consecutivi, è considerata un'ondata di caldo marino.

Le ondate di calore nell’oceano, note come ondate di calore marino, possono estendersi su vaste distanze di migliaia di chilometri e persistere per diversi mesi. Possono essere classificati in quattro diverse categorie in base alla loro intensità, i quattro livelli di classificazione sono estremi, gravi, forti e moderati.

Gli esperti hanno identificato quattro fattori chiave che contribuiscono alla formazione delle ondate di calore oceaniche. Questi fattori includono il trasferimento di calore dall’aria all’oceano, alterazioni dei modelli dei venti che possono provocare risalite, cambiamenti nelle correnti oceaniche e eventi come El Niño, che provoca un insolito riscaldamento delle acque situate nella regione del Pacifico equatoriale.

Le prove sono chiare e incontrovertibili: la temperatura del Mar Mediterraneo continua a salire costantemente e senza sosta.

Cambiamenti climatici e temperatura del Mediterraneo

Cambiamenti climatici della temperatura mediterranea

L'ultima pubblicazione del Centro Studi Ambientali del Mediterraneo, CEAM, presenta gli ultimi dati sulla temperatura della superficie del mare nel bacino del Mediterraneo. Lo scopo di questi studi è monitorare periodicamente le tendenze e i cambiamenti della temperatura superficiale, poiché funge da indicatore affidabile del cambiamento climatico.

Durante l’estate del 2022, il Mediterraneo ha subito un’ondata di caldo marino che ha causato un aumento significativo delle temperature, superando la media di oltre 6ºC in alcune zone. Secondo i dati disponibili, questa ondata di caldo marino è durata fino all'autunno. Tuttavia, il rapporto evidenzia che queste temperature insolitamente elevate sono persistite anche durante la stagione invernale.

Negli ultimi mesi la regione mediterranea ha registrato un calo della sua tipica temperatura superficiale. Tuttavia, le temperature sono rimaste al di sopra della media nel febbraio 2023, come riportato dai dati meteorologici.

È importante notare che la maggior parte, ovvero il 90%, dell’energia prodotta dai gas serra viene assorbita dagli oceani, provocando un aumento della temperatura. Il Mar Mediterraneo, in particolare, sta sperimentando una tendenza al riscaldamento che è del 20% più veloce rispetto all’aumento medio globale che colpisce altri oceani e mari.

La regione mediterranea ha vissuto una stagione invernale insolitamente mite, caratterizzata da temperature superiori alla media.

Modello di temperatura

temperatura mediterranea

È evidente che c’è stato uno schema riconoscibile nell’aumento delle temperature. Secondo i dati raccolti dal 1982, Il Mediterraneo ha registrato un aumento medio di 1,5ºC. Inoltre, i mesi invernali di dicembre, gennaio e febbraio hanno registrato alcune delle deviazioni mensili più significative della temperatura superficiale.

Nel dicembre 2022, l'anomalia media della temperatura superficiale, adeguata ai cambiamenti stagionali, è stata registrata a 1,6ºC. Il mese successivo, a gennaio, la temperatura è aumentata leggermente fino a 1,7ºC. A febbraio l'anomalia La temperatura è aumentata ulteriormente fino a 1,8°C, più del doppio del valore registrato nella serie di dati storici per quel mese.

Oltre al CEAM, anche il Bollettino Ufficiale del Sistema di Osservazione delle Isole Baleari mostra l'evoluzione della temperatura superficiale media del Mediterraneo. A partire dal 13 aprile, i dati hanno evidenziato un aumento significativo della temperatura superficiale, raggiungendo un picco di 16,75ºC. Questo valore è superiore alla media e supera anche il 90° percentile.

Secondo i dati ufficiali, non sorprende che le acque superficiali del Mare delle Baleari siano state al di sopra della media per il 94% dei giorni nel 2022. L'11 agosto la zona ha addirittura raggiunto il suo massimo storico, con una temperatura media di 29,3ºC.

Possibili conseguenze

Secondo un rapporto dell'Istituto spagnolo di oceanografia, si è scoperto che tra il 1948 e il 1970 si è verificata una diminuzione della temperatura dell'aria e della superficie del mare. Anzi, Dalla metà degli anni ’1970 ad oggi si è verificato un aumento dell’andamento della temperatura.

Tra il 1948 e il 2005, l’aumento della temperatura della superficie del mare lungo la costa mediterranea della Spagna è stato in media compreso tra 0,12º C e 0,5º C.

Secondo un rapporto del WWF, il Mar Mediterraneo si sta riscaldando a un ritmo del 20% più veloce rispetto al tasso medio di riscaldamento globale di altri corpi idrici. Anche se a prima vista un aumento di 1,5°C potrebbe non sembrare significativo, vale la pena notare che le conseguenze che ne deriverebbero potrebbero essere sostanziali, soprattutto se la tendenza al riscaldamento persiste.

Con l’aumento della temperatura del Mediterraneo, Esiste la possibilità che la regione stia attraversando un processo di tropicalizzazione. Purtroppo, l’aumento della temperatura provoca anche la perdita delle specie autoctone, che vengono sostituite dalle cosiddette specie invasive.

Le conseguenze di tali azioni non hanno solo un impatto sulla vita vegetale e animale circostante, ma si estendono anche al clima della regione, causando alterazioni nella distribuzione delle precipitazioni e il rischio di eventi meteorologici gravi.

L’influenza dell’aumento delle temperature non si limita al Mar Mediterraneo; Ha un impatto globale su tutti gli oceani e i mari. Nell’aprile di quest’anno, la temperatura media della superficie degli oceani del mondo è salita a 21,1°C. Gli effetti del fenomeno El Niño su questa tendenza devono ancora essere determinati.

Spero che con queste informazioni tu possa imparare di più su come i cambiamenti climatici influenzano la temperatura del Mediterraneo.


Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.