Solstizio d'inverno

Solstizio d'inverno

Il pianeta Terra gira intorno alla nostra stella, il Sole. Lungo la sua traiettoria percorre distanze diverse rispetto ad esso. Quando raggiunge solstizio d'inverno concorda sul fatto che è il giorno più corto e la notte più lunga nell'emisfero settentrionale e viceversa nell'emisfero meridionale. Questo giorno è di solito il 21 di dicembre.

Il solstizio d'inverno è un evento chiave che segna un cambiamento nei cicli naturali e astronomici. A partire dal solstizio d'inverno, nell'emisfero settentrionale le notti iniziano ad accorciarsi gradualmente fino al solstizio d'estate di giugno.

Cosa succede al solstizio d'inverno?

Il pianeta Terra raggiunge un punto del suo percorso in cui i raggi del sole colpiscono la superficie allo stesso modo più obliquo. Questo accade perché la Terra è più inclinata ei raggi del Sole difficilmente arrivano perpendicolarmente. Questo causa meno ore di luce solare, rendendolo il giorno più corto dell'anno.

C'è una cattiva idea nella società in generale sull'inverno e l'estate in base alla distanza dalla Terra al Sole. Resta inteso che in estate è più caldo perché la Terra è più vicina al Sole e in inverno è più freddo perché noi trova più lontano. Il percorso della Terra attorno al Sole noto come traslazione ha una forma ellittica. Negli equinozi di primavera e in inverno, la Terra e il sole sono alla stessa distanza e sulla stessa inclinazione. Tuttavia, contrariamente alla credenza popolare, la Terra è più vicina al Sole in inverno e più lontana in estate. Come può essere allora che siamo più freddi in inverno?

Più che la posizione della Terra rispetto al Sole, ciò che influenza le temperature del pianeta è l'inclinazione con cui i raggi del sole colpiscono la superficie. In inverno, al solstizio, la Terra è più vicina al Sole, ma la sua inclinazione è la più alta nell'emisfero settentrionale. Ecco perché quando i raggi raggiungono la superficie terrestre troppo inclinati, la giornata è più breve e sono anche più deboli, quindi non riscaldano tanto l'aria ed è più fredda. Nell'emisfero australe accade il contrario. I fulmini colpiscono la superficie terrestre in modo più perpendicolare e diretto così che per loro l'estate inizia il 21 dicembre. Questa situazione della Terra rispetto al Sole è chiamata Perielio.

Perielio e afelio. Orbita terrestre.

Perielio e afelio. Orbita terrestre.

D'altra parte, in estate, la Terra è la più lontana dal Sole in tutta la sua traiettoria. Tuttavia, l'inclinazione nell'emisfero settentrionale fa sì che i raggi del Sole cadano più perpendicolari all'emisfero settentrionale e quindi è più caldo e le giornate sono più lunghe. Questa situazione della Terra rispetto al Sole è chiamata Afelio.

Il solstizio d'inverno e la cultura

Nel corso della storia, gli esseri umani hanno celebrato il solstizio d'inverno. Per alcune culture, l'inizio dell'anno è il 21 dicembre, che coincide con l'inizio dell'inverno. Alcune tribù indoeuropee avevano anche feste e rituali che celebravano questo giorno. I romani festeggiavano Saturnalia, in onore dell'omonimo dio, e nei giorni successivi hanno reso omaggio a Mithra, in onore della divinità della luce ereditata dai persiani.

Per le antiche tradizioni, il solstizio d'inverno rappresenta il trionfo della luce contro l'oscurità. È curioso che questo sia il caso quando ci sono meno ore di luce in inverno. Tuttavia, questo è così perché a partire dal solstizio d'inverno, le notti diventeranno sempre più brevi e, quindi, il giorno vincerà la notte.

Solstizio d'inverno di Stonehenge

Il solstizio d'inverno dà luogo anche a molte feste e riti pagani. Il 21 dicembre è stato celebrato nel Stonehenge poiché il Sole del solstizio d'inverno si allinea con le rocce più importanti di questo monumento. Ancora oggi in Guatemala, il solstizio d'inverno viene celebrato attraverso il rito del "Danza dei volantini". Questa danza consiste in diverse persone che si girano e ballano attorno a un palo.

Il cerchio di Goseck

Questo cerchio si trova in Germania nella Sassonia-Anhalt. È costituito da una serie di anelli concentrici che vengono inchiodati al suolo. È stimato, secondo gli archeologi e gli storici intorno ad esso 7.000 anni e che era una scena di riti religiosi e sacrifici. Quando l'hanno scoperto, si sono resi conto che c'erano due porte nel cerchio esterno che erano allineate con il solstizio d'inverno. Ecco perché questo suggerisce che la sua costruzione sia dovuta a una sorta di tributo a questa data dell'anno.

Stonehenge, Gran Bretagna

Come abbiamo accennato in precedenza, a Stonehenge il solstizio d'inverno veniva celebrato anche grazie al fatto che i raggi del sole si allineano con l'altare centrale e la pietra sacrificale. Questo monumento ha circa 5.000 anni ed è conosciuto nella maggior parte del mondo, essendo una scena importante di rituali e osservazioni astronomiche per centinaia di anni.

Newgrange, Irlanda

C'è un tumulo costruito 5.000 anni fa coperto da erba e fiancheggiato da tunnel e canali nel nord-est dell'Irlanda. Solo nel giorno del solstizio d'inverno il Sole entra in tutte le stanze principali, il che, secondo alcuni esperti, indica che la struttura è stata costruita per commemorare questa data.

Tulum, Messico

Sulla costa orientale del Messico, nella penisola dello Yucatan, Tulum è un'antica città murata appartenuta ai Maya. Uno degli edifici costruiti lì ha un buco nella parte superiore che provoca un effetto bagliore quando il giorno del solstizio invernale e estivo si allinea con esso. Questo edificio rimase intatto fino alla caduta della popolazione Maya con l'arrivo degli spagnoli.

Perché la data del solstizio d'inverno cambia di anno in anno?

Il giorno in cui inizia l'inverno può verificarsi in date diverse, ma sempre intorno agli stessi giorni. Le quattro date in cui può verificarsi sono comprese tra 20 e 23 dicembre entrambi inclusi. Ciò è dovuto al modo in cui la sequenza degli anni si adatta al calendario che abbiamo. A seconda che l'anno sia bisestile o meno e della durata di ciascuna orbita della Terra intorno al Sole. Quando la Terra fa una rivoluzione esatta attorno al Sole, è noto come anno tropico.

Durante il nostro XNUMX ° secolo, l'inverno inizierà nei giorni 20 22 del mese di dicembre.

Il solstizio d'inverno e il cambiamento climatico

Variazioni naturali dell'orbita terrestre, comprese quelle relative a precessione, ridistribuire, per lunghi periodi di tempo, la radiazione solare incidente sulla superficie terrestre.

La precessione o l'oscillazione della terra è il movimento come una cima che fa l'asse della Terra. L'asse descrive un cerchio immaginario nello spazio e traccia una rivoluzione ogni 22.000 anni. Cosa c'entra questo con il riscaldamento globale e il cambiamento climatico?

Precessione della Terra

Precessione della Terra. Fonte: http://www.teinteresasaber.com/2011/04/cuales-son-los-movimientos-de-la-tierra.html

Negli ultimi milioni di anni, queste sottili variazioni nell'asse terrestre hanno innescato significative diminuzioni e aumenti delle concentrazioni atmosferiche di metano e anidride carbonica. È noto che le concentrazioni di gas serra rispondono principalmente alle variazioni durante l'estate dell'emisfero boreale, cioè il periodo dell'anno in cui il polo nord punta verso il sole.

Il calore estivo nell'emisfero settentrionale raggiunge il suo massimo una volta ogni 22.000 anni, quando l'estate settentrionale coincide con il passaggio della Terra nel punto più vicino al Sole e l'emisfero settentrionale riceve la radiazione solare più intensa.

Al contrario, arriva il caldo estivo il suo minimo 11.000 anni dopo, una volta che l'asse terrestre è cambiato nell'orientamento opposto. L'emisfero settentrionale avrà quindi la minima radiazione solare estiva perché la Terra è nella posizione più lontano dal sole.

Le concentrazioni di metano e anidride carbonica sono aumentate e diminuite in armonia con i cambiamenti nella radiazione solare incidente sul pianeta Terra in tutto il mondo negli ultimi 250.000 anni.

Solstizio d'inverno e raggi di sole

Al solstizio d'inverno i raggi del sole colpiscono meno intensamente.

Ogni 11.000 anni c'è un solstizio d'inverno che è più caldo poiché la radiazione solare incidente nell'emisfero settentrionale è maggiore e, al contrario, c'è un altro solstizio d'inverno quando si completa il giro di precessione, che è más frío poiché i raggi del Sole arrivano più inclinati. Si dice che le concentrazioni di gas serra stiano aumentando naturalmente perché ci stiamo avvicinando al momento della precessione in cui il pianeta riceve più radiazioni solari, ma sappiamo molto bene che naturalmente non aumenterebbe così tanto È a causa delle attività umane che globali le temperature medie stanno aumentando così drasticamente.

Con tutto questo puoi conoscere un po 'di più sul solstizio d'inverno e sulla sua rilevanza nelle culture del mondo e nel corso della storia.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.