Scoppi caldi

scoppiano da lontano

Come sappiamo, sono numerosi i fenomeni meteorologici che si distinguono per essere strani e per non verificarsi molto spesso. Uno dei rari fenomeni meteorologici è il scoppi caldi. Questo fenomeno si verifica quando la precipitazione caduta evapora attraversando uno strato di aria secca o molto secca in un ambiente relativamente caldo.

In questo articolo ti diremo tutto quello che c'è da sapere sugli scoppi caldi, quali sono le loro caratteristiche e curiosità.

Cosa sono gli scoppi caldi?

scoppi caldi

Quando la precipitazione evaporerà attraversando uno strato di aria secca in un ambiente caldo normalmente detta precipitazione è solitamente convettiva una tempesta. Quando quest'acqua che cade dal cielo evapora, fa raffreddare l'aria che scende e pesa più dell'aria circostante. Quando l'aria diventa più fredda diventa più densa rispetto all'aria che circola nell'ambiente più caldo. Di conseguenza, difende la superficie con grande velocità. Alla fine, tutta la precipitazione all'interno dell'aria discendente evaporerà.

Una volta che ciò è avvenuto, l'aria è completamente secca e non c'è più alcun tipo di evaporazione che può avvenire in quel momento. Perciò, l'aria discendente non può più essere raffreddata e subisce un altro processo. L'aria continua a scendere verso la superficie a causa della quantità di moto che ha acquisito calpestando più dell'aria circostante. L'aria secca discende e viene riscaldata dalla compressione atmosferica che aumenta man mano che scende.

Va tenuto presente che la densità dell'aria inizierà a diminuire a causa dell'aumento della temperatura che sta aumentando. Tuttavia, poiché l'aria scende, ha già una grande quantità di moto che la porta in superficie. Con l'aumento della temperatura e la conseguente diminuzione della densità, la velocità dell'aria discendente può essere ridotta gradualmente in modo che l'aria secca continuerà a scendere man mano che diventa sempre più calda. Questo aumento delle temperature è dovuto al riscaldamento dell'intesa di cui abbiamo parlato prima.

Come avvengono gli scoppi caldi?

scoppi caldi perché accadono

Alla fine l'aria discendente raggiunge la superficie e la quantità di moto con cui si muove orizzontalmente lungo la superficie in tutte le direzioni determina la generazione di un forte vento. Questo vento è normalmente una raffica frontale. Cosa c'è di più, l'inclusione della massa d'aria molto calda e secca dall'alto fa sì che la temperatura superficiale aumenti drasticamente e rapidamente. Con questo aumento delle temperature il punto di rugiada sulla superficie diminuisce rapidamente.

Va tenuto presente che la presenza di tutte queste condizioni atmosferiche diventano gli ingredienti necessari affinché si possa provocare un'esplosione di calore. Tuttavia, tutte queste condizioni sono molto rare. Per riconoscere gli scoppi caldi, viene presentato un profilo di temperatura e umidità di una radiosonda. Questo è usato per vedere cosa l'ambiente è favorevole alla generazione di scoppi caldi.

Questa radiosonda è in grado di mostrare le caratteristiche ambientali e i profili verticali di temperatura e umidità che servono per osservare il movimento dell'aria. Lo strato secco e di bassa qualità e lo strato umido e instabile a livelli medi sono i luoghi in cui si svilupperebbero precipitazioni e successivamente scoppi caldi.

Questi scoppi caldi sono spesso accompagnati da venti di superficie molto forti e sono molto difficili da prevedere. Sebbene gli ambienti più favorevoli siano ben conosciuti grazie ai sondaggi osservati o previsti da vari modelli meteorologici.

Qualche esempio

valori di temperatura e umidità

Vedremo alcuni esempi di scoppi caldi che si sono verificati nel mondo. Alcuni esempi di raffiche o scoppi di calore estremo riportati in tutto il mondo includono la temperatura ad Antalya, in Turchia, il 10 luglio 1977, che era di 66,3 ° C; Il 6 luglio 1949, la temperatura vicino a Lisbona, in Portogallo, da 37,8 ° C in due minuti salì a 70 ° C, e A quanto pare un'incredibile temperatura di 86°C è stata registrata ad Abadan, in Iran, nel giugno 1967.

Le notizie hanno detto che decine di persone sono state uccise lì e le strade asfaltate si sono liquefatte. Questi rapporti da Portogallo, Turchia e Iran non sono ufficiali. Non sembra esserci alcuna informazione oltre alla conferma del notiziario originale stesso, e gli studi sulle osservazioni meteorologiche nell'area al momento del presunto incidente non hanno mostrato alcuna prova a sostegno di questi rapporti estremi.

Kimberley dal Sud Africa ha confermato uno scoppio che ha alzato la temperatura da 19,5°C a 43°C in cinque minuti tra 21: 00-21: 05 durante la tempesta. Un osservatore meteorologico locale ha dichiarato di ritenere che la temperatura fosse effettivamente salita sopra i 43°C, ma il suo termometro non era abbastanza veloce da registrare il punto più alto. Alle 21:45 la temperatura è scesa a 19,5°C.

Scoppi in Spagna

Nel nostro Paese si registrano anche alcuni casi di scoppi caldi. Normalmente questi fenomeni sono associati a forti raffiche di vento e ad un improvviso aumento della temperatura. L'acqua contenuta in quest'aria scende ed evapora prima di raggiungere il suolo. È in questo momento che l'aria discendente si riscalda a causa della compressione causata dal peso crescente della colonna d'aria sopra di loro. Di conseguenza questo riscaldamento intenso e improvviso dell'aria e diminuzione dell'umidità.

Gli esperti di meteorologia affermano che le nuvole possono essere viste evolversi rapidamente in verticale e denotare forti correnti verticali ascendente. Sebbene sembri uno, sono nuvole che si evolvono rapidamente in verticale, quindi possono persino sembrare dei tornado. Gli scoppi caldi si verificano spesso di notte o al mattino presto quando la temperatura sulla superficie è inferiore allo strato immediatamente superiore.

A causa dei loro effetti distruttivi, queste linee calde possono essere confuse con i tornado poiché sono anche associate a forti raffiche di vento. Tuttavia, può essere distinto dalla scia di danni che lascia dietro di sé.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sugli scoppi caldi e sulle loro caratteristiche.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.