Radioattività

materiale e radioattività

La radioattività È la proprietà che alcuni materiali hanno di emettere energia spontaneamente nell'ambiente. Di solito si manifesta come particelle subatomiche sotto forma di radiazione elettromagnetica. A seconda di dove ti trovi nel campo elettromagnetico, può essere una radiazione ad alta o bassa frequenza. Questo è un fenomeno dovuto all'instabilità dell'energia nucleare nei nuclei atomici.

In questo articolo vi racconteremo tutte le caratteristiche, i tipi e l'importanza della radioattività.

caratteristiche principali

RADIACION

Un nucleo instabile che appartiene a un elemento radioattivo subisce il decadimento. Durante questi decadimenti c'è un'emissione di radioattività fino a raggiungere la sua stabilità energetica. Le emissioni radioattive sono ad alto contenuto energetico, il che conferisce un elevato potere ionizzante in grado di influenzare le sostanze che sono risposte ad esse.

Esistono diversi tipi di radioattività a seconda della sua ammissione e delle sue caratteristiche. Da un lato, abbiamo la radioattività naturale, che è ciò che si trova senza intervento umano. D'altra parte, la radioattività artificiale è quella prodotta dall'intervento umano. Il primo di solito viene rilevato naturalmente nei radioisotopi. Il secondo è il file radioisotopi artificiali ed elementi supermassicci. Molti dei radioisotopi presenti in natura sono innocui e possono quindi essere utilizzati in campo medico. Ad esempio, abbiamo il carbonio 14 e il potassio 40. Questi radioisotopi sono utili sia per datare oggetti e strati di suolo.

Sebbene la radioattività abbia molte applicazioni per l'uomo, ha anche effetti dannosi che possono portare alla morte. Se la dose di radiazioni che una persona riceve è alta, le possibilità di sviluppare mutazioni indesiderate o cancro sono aumentate in modo sproporzionato.

Radioattività naturale e artificiale

radioattività

La radiazione naturale è costituita da un insieme di elementi che hanno nuclei naturalmente instabili. Poiché i nuclei sono energeticamente totalmente instabili, si disintegrano spontaneamente ed evitano la radioattività. È rappresentato dagli elementi della crosta terrestre, dall'atmosfera e da quelli che provengono dallo spazio. I più comuni sono i seguenti: uranio-238, uranio-235, carbonio-14, uranio-235 e radon-222.

D'altra parte, abbiamo la radioattività artificiale. È costituito da un gruppo di elementi radioattivi che vengono creati nei laboratori di ricerca dall'uomo. Quello che verrà effettuato è un bombardamento di elementi non radioattivi che hanno nuclei come l'atomo di elio per poterli convertire in isotopi radioattivi. Elementi radioattivi che si trovano nelle profondità della crosta terrestre e che sono stati portati in superficie da attività economiche come è l'estrazione mineraria e petrolifera. Sono considerati artificiali poiché naturalmente non potrebbero essere sulla superficie terrestre.

La maggior parte della radioattività prodotta dall'uomo è dovuta a elementi supermassicci e sintetici. I nuclei di questi elementi tendono a decomporsi rapidamente per poter originare altri elementi.

Tipi di radioattività

centrali nucleari

Dopo aver diviso quali sono i diversi tipi esistenti in base alla loro origine, vedremo quali tipi di radioattività esistono in base alle loro caratteristiche.

Radiazione alfa

È una particella che emette un nucleo instabile. Sono costituiti da due protoni e due neutroni. Pertanto, la radiazione alfa è considerata un atomo di ghiaccio completamente nudo senza avere elettroni. A causa della presenza di due protoni nel nucleo di un atomo, la particella alfa è dotata di una carica positiva. Radiazione alfa se hai visto e verificato che è molto poco penetrante e è facilmente fermato da un foglio di carta. Di solito ha poca portata nell'aria. Alcuni esempi di atomi che emettono radiazioni alfa sono l'uranio-238 e il radio-226.

Radiazione beta

Questo tipo di radiazione è ionizzante e ha una portata in aria di circa un metro. Può essere fermato da un foglio di alluminio. Durante la fase di decadimento radioattivo, un elettrone viene emesso da un positrone. Entrambi sono di origine nucleare. Questo è il motivo per cui esistono due sottotipi di radiazioni beta: beta + e beta -. Il primo è dovuto all'emissione di un elettrone di origine nucleare con carica positiva e il secondo all'emissione di un elettrone di origine nucleare e ad un neutrone che diventa protone.

Radiazione gamma

È una radiazione di natura elettromagnetica. È un'onda potente e penetrante che viene fermata solo da ciò che è piombo. Questa capacità di penetrazione ne consente l'uso sotto forma di cobalto-60 nel trattamento del cancro nei siti profondi del corpo.

Emissione di neutroni

È un tipo di radioattività non ionizzante che viene fermata dall'acqua in particolare. L'importanza di questa radiazione è che è in grado di trasformare elementi che non sono radioattivi in ​​altri che lo sono.

applicazioni

Vedremo che tipo di applicazioni ha la radioattività nel campo umano.

Medicinale

Gli isotopi radioattivi sono usati in medicina per scopi terapeutici e diagnostici. Molti di loro servono come traccianti per avere la diagnosi di una certa malattia poiché hanno le stesse caratteristiche degli atomi di elementi non radioattivi. Per esempio, lo iodio 131 è usato in medicina per determinare la gittata cardiaca e il volume plasmatico. Tuttavia, l'applicazione più importante di questo elemento radioattivo è quella di poter misurare l'attività della ghiandola tiroidea. Questo perché gli ormoni che trasportano lo iodio si trovano nella ghiandola tiroidea.

Attività scientifiche e accademiche

I materiali radioattivi sono usati per determinare i componenti di petrolio e fumo. In vari studi archeologici, l'attività del carbonio-14 viene utilizzata per determinare l'età di alcuni fossili. Grazie a questo isotopo che si trova naturalmente nell'atmosfera, possiamo datare e conoscere la storia del nostro pianeta. Ed è quello questo isotopo è incorporato solo dagli esseri viventi.

Industria

Viene utilizzato per sterilizzare materiali medici, alimenti e contenitori che lo contengono. Può essere utilizzato anche per la lavorazione di tessuti, pentole antiaderenti, traccianti radioattivi per oli motore, eliminazione di gas tossici come anidride solforosa e ossidi di azoto, ecc.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sulla radioattività e sulle sue caratteristiche.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.