Le alluvioni metteranno in pericolo milioni di persone entro 25 anni

Alluvione in Costa Rica

Le alluvioni sono fenomeni meteorologici a cui dovremo abituarci. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Science Advance, potrebbe essere devastante entro i prossimi 25 anni come conseguenza del riscaldamento globale.

Man mano che le temperature aumentano, ea meno che non si verifichi effettivamente una mini era glaciale, ci saranno cambiamenti nei modelli di pioggia in tutto il mondo.

Le piogge sono generalmente benvenute, ma quando cadono in modo torrenziale possono causare molti problemi, non solo per caduta di alberi e frane, ma possono anche uccidere molte persone. Quindi, è importante sapere quali sono le regioni più vulnerabili, cioè quelli in cui sarà necessario adottare misure di protezione. Per determinarli, i ricercatori hanno simulato i cambiamenti nei modelli climatici e idrologici a livello globale associati all'aumento della temperatura tenendo conto dell'attuale distribuzione della popolazione.

Quindi, potrebbero saperlo la maggior parte degli Stati Uniti, dell'Europa centrale, dell'Africa settentrionale e occidentale, nonché dell'India e dell'Indonesia sarebbero tra le aree più colpite dalle inondazioni nei prossimi 25 anni.

Effetti dell'uragano Katrina

Se non vengono prese le misure necessarie, milioni di vite saranno in serio pericolo. Nella sola Cina, circa 55 milioni di persone saranno esposte a questi fenomeni devastanti; e in Nord America passeranno dagli attuali 100.000 a un milione. Purtroppo, e come spesso accade in questi casi, i Paesi in via di sviluppo, così come i centri urbani ad alta densità demografica, saranno quelli che avranno maggiori difficoltà a proteggere la propria popolazione.

A questo va aggiunto che, anche se si potessero ridurre le emissioni di anidride carbonica, che sono una di quelle responsabili del riscaldamento globale, non si potrebbe fare nulla per impedire che ciò accada.

Per ulteriori informazioni, puoi fare clicca qui.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.