Ondata di caldo

termometro

Ogni anno ci sono circa 30 giorni in cui la protezione solare diventa più una necessità di un'opzione. In quel periodo le temperature sono talmente alte che si vuole trascorrere la giornata in spiaggia o fare escursioni in montagna, ovviamente portando sempre protezione solare, altrimenti si rischia di scottarsi.

Questa stagione è conosciuta come Caniculae va dal 15 luglio al 15 agosto. Ma da dove viene il nome? E perché è il periodo più caldo dell'anno?

Storia della canicola

sirio

La stella Sirio (a sinistra).

Diverse migliaia di anni fa, in particolare 5.300, la stagione più calda dell'anno ha coinciso con l'ascesa celiaca della costellazione del Canis Major, e anche con l'ascesa della stella Sirio. Ma la verità è che al giorno d'oggi non è così. Infatti, a causa della precessione dell'asse terrestre, Sirio appare come la stella più luminosa all'inizio di settembre, mentre il periodo più caldo inizia il 21 giugno.

Da dove viene il nome?

Il termine deriva dal can o canis in latino significa "cane". Si riferisce alla costellazione del Canis Major, poiché la stella Sirio (nota anche come "The Scorcher" era la più luminosa nel cielo notturno durante il periodo più caldo dell'emisfero settentrionale. Anche l'espressione "un giorno di cane fa" potrebbe essere correlata a questo termine.

Perché il periodo canicolare è il più caldo?

Potremmo pensare che il periodo più caldo dell'anno inizi il 21 giugno nell'emisfero settentrionale e il 21 dicembre nell'emisfero meridionale, con il solstizio d'estate, ma la realtà è che non lo è. Perché? Da vari fattori: la propria inclinazione e rotazione del pianeta terra, la radiazione solare e l'effetto dei mari.

Il pianeta, come sappiamo, oltre a girare su se stesso, si inclina leggermente. Con il solstizio d'estate i raggi del sole ci raggiungono più dritti, più diretti, ma il mare continua ad essere ancora caldo; Inoltre, la terra ha appena iniziato ad assorbire il calore. Per questo motivo per qualche settimana puoi stare abbastanza bene fuori, da allora il mare rinfresca l'atmosfera. Ma questo non dura a lungo. Entro il 15 luglio circa, l'acqua dell'oceano si sarà riscaldata abbastanza da dare il via a 30 giorni di caldo intenso.

Nelle zone dove il clima è continentale, l'effetto è meno pronunciato, quindi le temperature massime salgono prima. Al contrario, in luoghi con clima temperato, soprattutto nelle zone costiere, è abbastanza sentito.

L'ondata di calore è uguale all'ondata di calore?

Verano

Essendo la stagione più calda, potremmo chiamarla un'ondata di caldo ... ma questo non sarebbe del tutto corretto. L'ondata di caldo si riferisce a 30 giorni durante i quali il sole è più intenso, ma le ondate di calore sono fenomeni meteorologici caratterizzati da quanto segue:

  • Temperature minime e massime più elevate superano le medie registrate nell'area per la data in questione. Dipenderà dalla zona se la temperatura è considerata "normale" o "straordinaria". Ad esempio, in città come Córdoba un valore di 37ºC in agosto è considerato normale, ma a Valladolid si potrebbe parlare di un'ondata di caldo.
  • Una durata di almeno 4 giorni. Le temperature devono rimanere per alcuni giorni superiori alla media, perché in un giorno il corpo umano difficilmente si accorge degli effetti del calore; D'altra parte, se è un fenomeno duraturo, le case, l'asfalto, tutto si surriscalda, costringendoci a dover cambiare la nostra routine o abitudini finché non passa.
  • Le ondate di caldo colpiscono almeno diverse province. Quando si registrano temperature molto elevate in una singola città, non si fa menzione che lì si sia verificata un'ondata di caldo, perché in tal caso avrebbe dovuto interessare anche altre città e paesi. L'ondata del 2003 è stata particolarmente dura proprio per l'ampiezza che ha avuto, dal momento che ha colpito praticamente tutta l'Europa. A Denia, ad esempio, il 2 agosto avevano 47,8 ° C.
  • Purtroppo, questi fenomeni possono causare la morte di persone più delicati, come i bambini o gli anziani. Ad esempio, in seguito all'ondata del 2003, in tutto il continente sono morte 14.802 persone, il 55% in più.

Pertanto, gli episodi di ondate di caldo compaiono durante il periodo noto come ondata di caldo, ma non si verificano ogni anno (questi sono sempre più rari, a causa del riscaldamento globale).

Come affrontare il caldo

Estate in campagna

Le alte temperature, soprattutto quando superano i 30 ° C, ci costringeranno a prendere alcune misure per continuare la nostra giornata. Il modo migliore per farcela è bere molta acqua (minimo 2l / giorno), mangiare cibi leggeri e freschi (come insalate e frutta per esempio) e mantenere ventilati sia la casa che il luogo di lavoro.

Hai mai sentito parlare dell'ondata di caldo?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   opinatore suddetto

    «Potremmo pensare che il periodo più caldo dell'anno inizi il 21 giugno (…)«: pensandoci potremmo pensare che il giorno più caldo è il 21 giugno, essendo il giorno più lungo, e da lì si abbassano le temperature essendo i giorni più brevi. Anche se, come hai spiegato, non è così. Lo stesso accade il 21 dicembre, che nonostante sia la giornata con meno luce solare (nell'emisfero nord), è quando inizia l'inverno e di solito non è così freddo come a gennaio, quando le giornate sono più lunghe.