Idrossile

Il gruppo idrossile È quello composto da un atomo di ossigeno e un atomo di idrogeno e assomiglia a una molecola d'acqua. Può essere trovato in varie forme chimiche come in un gruppo, uno ione o un radicale. Per tutte quelle persone che studiano la chimica organica, conoscere le reazioni e l'importanza di questo gruppo di atomi è essenziale. Ed è in grado di formare legami essenziali con l'atomo di carbonio, sebbene possa farlo anche con lo zolfo e il fosforo.

In questo articolo vi parleremo delle caratteristiche del gruppo idrossile e dell'importanza che ha nella chimica organica.

caratteristiche principali

composti organici

Quando analizziamo il gruppo idrossile dal punto di vista della chimica inorganica vediamo che partecipa maggiormente come ione. Cioè, il tipo di pizzo che esiste tra esso ei metalli non è covalente, ma ionico. Per questo motivo, il gruppo idrossile è diventato un elemento importante che aiuta a definire le proprietà e le trasformazioni di molti composti.

Il gruppo idrossile è attaccato a un radicale definito ccon la lettera R se è alchile o con la lettera Ar se è aromatico. Quello che so di più della scienza è ciò che contribuisce al gruppo idrossile alla molecola in cui si lega. La migliore risposta si trova nello studio dei suoi protoni. Ed è che i protoni possono essere portati via da basi forti per poter formare sali. Questo può anche interagire con altri gruppi circostanti che sono collegati tra loro da legami idrogeno. Inoltre, la cosa più importante del gruppo idrossile è che, ovunque si trovi, può rappresentare una potenziale regione per la formazione di acqua.

Struttura del gruppo idrossile

chimica organica

Il gruppo idrossile è diventato una molecola piuttosto interessante dal punto di vista della chimica organica. La molecola d'acqua è di forma angolare e sembra un boomerang. Se tagliamo una delle sue estremità, che significa lo stesso che rimuovere un protone, possono verificarsi varie situazioni. La molecola d'acqua è trasformato nel radicale idrossile o nello ione idrossile. Tuttavia, entrambi hanno una geometria lineare molecolare e non sono elettronici.

Tutti questi legami sono dovuti al fatto che sono orientati verso due atomi per poter rimanere allineati in ogni momento. Lo stesso non è il caso degli orbitali ibridi. La chiave per il gruppo idrossile per consentire alle diverse molecole di mescolarsi tra loro necessita di legami idrogeno. Questi legami idrogeno non sono forti da soli, ma all'aumentare del numero di sorgenti e del numero di gruppi idrossilici in una struttura, gli effetti si moltiplicano. Questo aumento del numero di legami idrogeno si riflette anche nelle proprietà fisiche del composto.

I legami idrogeno richiedono che gli atomi siano uno di fronte all'altro. Ci sono alcuni atomi di ossigeno di un gruppo idrossile che devono essere disposti in modo tale da poter generare una linea retta con l'idrogeno di un secondo gruppo. Questo è un po 'più complesso, ma accade spesso. In questo modo, hanno origine disposizioni spaziali abbastanza specifiche come cosa succede all'interno della struttura della molecola di DNA. Questo accade tra le basi azotate che compongono il DNA.

Possiamo chiamare il numero di gruppi idrossilici una struttura direttamente proporzionale all'affinità dell'acqua per la molecola. Metteremo un esempio per capirlo meglio. Lo zucchero, sebbene abbia una struttura di carbonio idrofobica, poiché ha un gran numero di gruppi idrossilici, lo rende molto solubile in acqua.

Ioni e loro funzioni

Il gruppo idrossile e lo ione sono molto simili ma hanno proprietà chimiche differenti. Lo ione idrossile è una base estremamente forte e funziona catturando i protoni. Se lo forziamo, può trasformarsi in acqua. E questa è una molecola d'acqua incompleta che è caricata negativamente e ha bisogno di un protone per essere completata. D'altra parte, dal momento che il gruppo idrossile non ha bisogno di catturare protoni per completarlo si comporta come una base estremamente debole. È in grado di donare protoni anche se lo fa solo contro basi molto forti.

I nuclei positivi sono atomi in una molecola che soffrono di una carenza elettronica a causa del loro ambiente elettronegativo.

Gruppo idrossile e meteorologia

idrossile contro il cambiamento climatico

Sappiamo che agisce come un tipo di detergente nell'aria che scompone gli altri gas. Sappiamo che il gruppo idrossile è il principale controllo della concentrazione di metano. Il gas metano è un gas a effetto serra la cui concentrazione è superata solo da anidride carbonica nel suo contributo al riscaldamento globale. Sebbene il gas metano si trovi in ​​misura minore nell'atmosfera, è in grado di trattenere una maggiore quantità di calore rispetto all'anidride carbonica.

C'è una nuova ricerca condotta da un borsista post-dottorato della NASA che ha dimostrato che i radicali idrossilici si riciclano e sono in grado di mantenere una concentrazione atmosferica costante. Questa concentrazione si mantiene nel tempo anche se le emissioni di metano aumentano. Pertanto, la comprensione del ruolo dell'idrossile è essenziale per comprendere la vita utile del metano e dell'atmosfera.

Gli scienziati hanno sottolineato che l'aumento delle concentrazioni e delle emissioni di gas metano potrebbe causare l'esaurimento della quantità di radicali idrossilici su scala globale. In questo modo si allungherebbe la vita utile del metano, problema che si aggiungerebbe al riscaldamento globale. Allungando la durata del metano, non avremmo nulla con cui pulire l'atmosfera. Sono state osservate le fonti primarie di idrossile e metano e come reagiscono. Il riciclaggio di questo gruppo avviene dopo che il metano si decompone e quindi si riforma in presenza di altri gas. Le concentrazioni di idrossile sono abbastanza stabili nel tempo. Non dovrebbero necessariamente scomparire quando reagisce con il metano.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sul gruppo idrossile e su tutta la sua importanza.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.