Homo antecessor

homo antecessor

Nell'evoluzione dell'essere umano come lo conosciamo oggi, ci sono state numerose specie. Uno di questi è il Homo antecessor. È un tipo di specie che spende estinto ma appartiene al genere Homo ed è considerato uno dei primi e il più antico portamento d'Europa. Secondo i resti dei fossili trovati di questo essere umano, si sapeva che esisteva circa 900.000 anni fa.

In questo articolo vi racconteremo tutte le caratteristiche, l'origine e l'evoluzione di Homo antecessore.

caratteristiche principali

cranio di homo antecessor

È una specie che appartiene all'essere umano e che la linea evolutiva è tra il Homo heidelbergensis e il Homo neanderthalensis. È stato il primo ominide a popolare l'Europa ed è originario dell'Africa. Quasi tutti gli scienziati pensano che sia la culla dell'umanità e la migrazione sia avvenuta contemporaneamente verso l'Europa e l'Asia. Si stima che in una questione di tempo geologico l'abitudine durante il Pleistocene inferiore. Alcune delle caratteristiche che questa specie ha sono arcaiche e altre sono più moderne. Ciò determina che si tratta di un mix evolutivo per il cambiamento nell'evoluzione dell'essere umano.

I primi depositi di questi resti furono quelli che si trovavano nella città di Ceprano in Italia. Da lì è diventato popolare con il nome comune dell'uomo di Ceprano. Il pezzo principale dei resti che è stato studiato in modo più approfondito è quello di un teschio con caratteristiche che vanno dal primitivo al moderno. Alcune delle prove scientifiche che misurano l'età di questo cranio sono quelle era datato circa 900.000 anni fa. Dato che ha caratteristiche filogenetiche, cronologiche e archeologiche diverse simili a quelle di altre specie, è stato chiamato con il nome di esploratore o pioniere.

I resti che si sono conservati in condizioni migliori sono una mascella superiore e l'osso frontale di un giovane la cui vita dopo la morte si stima che si sia verificato a circa 11 anni. Nello stesso luogo in cui sono stati trovati questi resti, sono stati contati solo pochi pezzi di strumenti di pietra e numerose ossa di animali. Ciò indica che questo essere umano potrebbe già costruire strumenti. La stessa cosa accade con il Homo neanderthalensis o Homo habilis.

Sebbene sia noto che tutte queste ossa e resti siano dovuti a un tempo di quasi un milione di anni fa, è costoso poterli contrastare direttamente. Ed è che ogni parte del corpo e la sua anatomia corrispondono a diversi individui di gruppi di età.

Espansione degli ominidi e Homo antecessor

mandibola

Ciò che si può verificare è che i resti hanno alcune caratteristiche distintive in comune. E ce ne sono quasi tutti provengono da coloni primitivi ominidi che vivevano in Africa e alcuni che sono già emigrati in Europa. Tra le caratteristiche fisiche e biologiche di questa specie troviamo una combinazione nel cranio insieme ai denti e una mascella inferiore che differiscono da altri fossili del genere Homo. Alcuni dei resti sono simili nella morfologia agli esseri umani moderni ma con una carnagione leggermente più robusta. L'altezza è una media che va da 1.6-1.8 metri, che non supera la corrente Homo sapiens. Il peso di questi individui variava approssimativamente tra i 65 ei 90 chili, quindi è più simile a quello attuale.

Il teschio ha alcune combinazioni di caratteristiche moderne e arcaiche. Tra le caratteristiche più moderne spiccano la fossa canina, gli zigomi più incavati e il naso sporgente. Queste parti danno un aspetto un po 'più stilizzato rispetto a quella differenza con altre specie più vecchie. Se invece analizziamo i lineamenti antichi, vediamo che ha una fronte più bassa e un marcato doppio bordo frontale. Anche la sua volta occipitale è più prominente, specialmente nella parte posteriore del cranio.

Per quanto riguarda la dimensione del cervello, è leggermente più piccola dell'attuale essere umano. Sebbene non sia una differenza enorme, aveva una capacità leggermente inferiore alla media attuale. Le primitive caratteristiche dentali si distinguono per avere alcuni denti e premolari più robusti che hanno più radici incisivi che servono a macinare meglio il cibo. Le caratteristiche ritenute più moderne rispetto alla bocca hanno a che fare con i canini. Inoltre, si possono distinguere alcuni dei denti anteriori poiché sono osservati con una dimensione inferiore rispetto ad altre specie di ominidi.

È stato scoperto che i modelli di eruzione dei denti sono simili agli esseri umani moderni. Queste conclusioni portano a dire che questi ominidi avevano lo stesso tasso di sviluppo in termini di denti.

Somiglianza tra Homo antecessor e il Homo sapiens

cambiamenti tra ominidi

Andremo ad analizzare quali sono le principali caratteristiche che sono simili in entrambe le specie. Per questo, dobbiamo considerare la totalità degli individui che appartengono a questo genere. Il Homo antecessor È una delle specie che presenta il maggior numero di somiglianze con l'attuale essere umano. La prima cosa di cui dobbiamo tenere conto nel confronto è la sua crescita. È un tipo di crescita simile alla nostra. Le fasi dell'infanzia e dell'adolescenza passano più lentamente che nel caso di altre specie. Nella nostra specie abbiamo una età pre-adulta un po 'più lunga se la confrontiamo proporzionalmente con la durata della vita totale.

I tratti di questa specie sarebbero un mix tra arcaico e moderno. C'è un dettaglio piuttosto curioso riguardo a questa specie e cioè che era considerata un esemplare abile. Prima di questa specifica specie, il resto degli ominidi erano ambidestri o perlomeno non avevano una spiccata tendenza a utilizzare uno degli arti più intensamente.

Un'altra caratteristica che possiamo confrontare e che è estremamente caratteristica sono le sopracciglia e la fronte. Se confrontiamo le sopracciglia e la fronte del Homo antecessor con quello dell'attuale essere umano vediamo che era molto simile. Tuttavia, questi tratti potrebbero essere trovati anche in altri esemplari più evoluti provenienti da un diverso ramo evolutivo.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sul Homo antecessor e le loro caratteristiche.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.