Ciclo dell'azoto

ciclo dell'azoto

El ciclo dell'azoto è un ciclo biogeochimico fondamentale per il corretto funzionamento della vita. Esistono diversi tipi di cicli biogeochimici che sono quelli che garantiscono le condizioni ambientali favorevoli per lo sviluppo della vita. Tutti gli organismi viventi dipendono dal ciclo dell'azoto per la loro crescita e sviluppo.

Pertanto, dedicheremo questo articolo per raccontarvi tutte le caratteristiche, l'origine e l'importanza del ciclo dell'azoto.

Qual è il ciclo dell'azoto

ciclo dell'azoto in mare

Il ciclo dell'azoto non è altro che dentro insieme di processi chimici e biologici che consente di fornire agli esseri viventi azoto per il loro sviluppo. Ed è che questo elemento è importante affinché un essere vivente possa svilupparsi nella sua interezza. Ci sono diversi serbatoi, fasi di questo ciclo che sono di grande importanza per la vita umana. Come per il ciclo del carbonio e altri cicli naturali, esistono fonti di emissione di questo elemento. D'altra parte, affinché il ciclo si chiuda completamente, devono esserci fonti di assorbimento di azoto. In questo modo, si ottiene che il bilancio azotato globale deve essere stabile in modo che tutto funzioni correttamente.

Tuttavia, gli esseri umani stanno causando vari impatti ambientali su scala globale e questo ciclo è gravemente compromesso. Tra le caratteristiche che abbiamo di questo ciclo biogeochimico abbiamo la sua origine. Ed è che l'azoto ha origine dalla creazione di nuovi nuclei atomici, elementi chimici non metallici allo stato gassoso. Sappiamo che varie forme chimiche organiche e inorganiche si manifestano durante il ciclo. Il funzionamento di tutti gli elementi inizia dalla perdita di elettroni. Questo è quando, senza elettroni, si possono produrre amminoacidi, DNA e proteine. Grazie a tutta questa composizione, il ciclo dell'azoto è responsabile di svolgere un ruolo fondamentale nella crescita delle piante e dei tessuti degli organismi viventi.

Sebbene sia un tipo di servizio ecosistemico immateriale, è essenziale per lo sviluppo della vita. Pertanto, bisogna imparare a preservare questo ciclo in quanto è vitale.

Serbatoi di azoto su scala globale

pedalato

Analizzeremo quali sono i principali serbatoi in cui si trova l'azoto su scala globale. La prima parte sono l'atmosfera. Sappiamo che la nostra atmosfera ha un'alta presenza dil azoto, che rappresenta il 78% di tutti i gas. È la maggior parte di questo strato d'aria. Sebbene l'azoto atmosferico sia inerte e non svolga alcun tipo di reazione, in tutto questo fa la sua parte.

Un'altra area in cui è presente un serbatoio di azoto è nelle rocce sedimentarie. Il 21% di azoto si trova mescolato a materia organica e distribuito negli oceani. Non dimentichiamo che anche la vita marina ha bisogno di azoto per potersi sviluppare correttamente. L'azoto nella vita marina è incorporato in un modo diverso. Ci sono molti esseri viventi che hanno bisogno di azoto nella loro vita quotidiana per essere in grado di svolgere funzioni vitali.

L'ultima parte del serbatoio di questo elemento è nei microrganismi. I microrganismi che partecipano al ciclo dell'azoto sono quelli conosciuti con il nome di fissativi, nitrificanti e denitrificanti. I fissativi sono quegli organismi che mirano a fissare l'azoto nel tuo corpo o in altri organismi. D'altra parte abbiamo i nitrificatori. Si tratta di quegli esseri viventi che sono alimentati dall'azoto come parte della materia organica. I denitrificanti sono quelli che rimuovono l'azoto a seguito di reazioni chimiche.

Fasi del ciclo dell'azoto

azoto in agricoltura

Vedremo quali sono le fasi principali attraverso cui passa questo ciclo poiché si alterna continuamente. Abbiamo trovato diverse fasi in cui l'azoto era presente poiché un gas stava assumendo una rilevanza o un'altra. Vediamo quali sono le fasi principali:

  • Fissazione: È la fase in cui l'azoto atmosferico viene ottenuto da tutti gli esseri viventi che possono utilizzarlo per via abiotica. È solo quella parte dell'ecosistema di cui non hanno idea. Ad esempio, l'energia elettrica dei fulmini e la radiazione solare sono elementi abiotici. La vita biotica è la parte che è in grado di ottenere azoto dai microrganismi presenti nel suolo.
  • Assimilazione: i nitrati risaltano qui. Le piante giocano un ruolo fondamentale in questa fase del ciclo. Nel citoplasma delle cellule vegetali abbiamo nitrati che si riducono a nitriti. Nel nitrito si usa per poter essere incorporato nella pianta attraverso le radici. Sappiamo che le piante usano l'azoto come cibo per crescere e riprodursi.
  • Ammonificazione: è la fase del ciclo dell'azoto in cui viene convertito in ione ammonio per azione dei microrganismi aerobici. Ciò significa che sono microrganismi che lavorano in presenza di ossigeno.
  • Nitrificazione: È la parte del processo che consiste nell'ossidazione biologica dell'ammoniaca da parte di microrganismi aerobici. Grazie a questa nitrificazione, l'azoto ammoniacale torna nel terreno per essere riutilizzato dalle piante.
  • Immobilizzazione: è il processo opposto alla nitrificazione.
  • Denitrificazione: è il processo opposto di fissazione. Qui abbiamo un processo noto come respirazione anaerobica. Cioè, questo tipo di processo si verifica in assenza di ossigeno. Questo processo è responsabile del ritorno dell'azoto nell'atmosfera e del nitrato disciolto in acqua. È l'ultima fase del ciclo in cui tutto torna alla sua origine.

importanza

Come abbiamo detto prima, questo ciclo è abbastanza importante a livello ecologico. L'azoto è importante per gli organismi fintanto che è utilizzabile da loro. È un elemento essenziale per la produzione di DNA, amminoacidi, proteine ​​e acidi nucleici. Diventano anche un elemento fondamentale per lo sviluppo e la produttività in agricoltura. Gran parte dei fertilizzanti utilizzati in agricoltura per far crescere le colture più velocemente e con caratteristiche migliori hanno molto ossigeno.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sul ciclo dell'azoto e sulle sue caratteristiche.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.