Atmosfera primitiva

Terra primitiva

L'atmosfera che circonda il nostro pianeta non ha sempre avuto la composizione attuale. Dall'inizio della formazione del nostro pianeta il atmosfera primitiva la sua composizione è cambiata nel tempo a seconda delle caratteristiche del pianeta e delle condizioni ambientali. Sappiamo che l'atmosfera non è altro che lo strato di gas che circonda un corpo celeste e che sono attratti verso di esso dalla forza di gravità. Ci aiutano a proteggerci dalle radiazioni solari ultraviolette, controllare la temperatura e impedire ai meteoriti di entrare nel nostro pianeta.

Pertanto, dedicheremo questo articolo per dirti tutto ciò che devi sapere sull'atmosfera primitiva e su come è stata creata.

Atmosfera primitiva

atmosfera primitiva del pianeta

Stiamo parlando di un insieme di gas che è circondato dal nostro pianeta poiché sono attratti dall'azione della gravità. È uno strato di gas quello ci protegge dal sole e che senza di esso la vita non si svilupperebbe come la conosciamo. Sul nostro pianeta l'atmosfera è attualmente composta da azoto, anidride carbonica, ossigeno e argon. In misura minore, è costituito da acqua, che sono quelle che formano le nuvole, e altri composti come polvere, polline, residui respiratori e reazioni di combustione. Sappiamo che la nostra atmosfera è più che gas, polvere e acqua. Se in questa atmosfera la vita sulla terra non sarebbe possibile.

La missione principale è proteggerci dalla radiazione solare ultravioletta e controllarne la temperatura. Inoltre, ci aiuta a prevenire l'ingresso di grandi meteoriti sul nostro pianeta. Sappiamo che non tutte le atmosfere dei pianeti che compongono il sistema solare sono le stesse. Ce ne sono alcuni più profondi come quello di Saturno, che Ha 30.000 chilometri dalla base all'ultima tappa. D'altra parte, quella del nostro pianeta è tre volte più piccola, essendo profonda circa 10.000 chilometri.

Strati dell'atmosfera

atmosfera attuale

La verità è che l'atmosfera definisce molte condizioni superficiali che incontriamo. Sono tutti diversi. La nostra atmosfera ha 4 strati distinti. Abbiamo la troposfera che è ricca di ossigeno, vapore acqueo. È in esso che si verificano la maggior parte dei fenomeni meteorologici che conosciamo, comprese piogge, venti e neve. Per raggiungere questa quota alla fine della troposfera è necessario un aereo specializzato in grado di raggiungere grandi altezze.

Il secondo strato dell'atmosfera è noto come stratosfera. È un luogo asciutto dove non sono presenti fenomeni meteorologici. Gli aerei non possono arrivarci perché non c'è abbastanza aria per sostenerli. Tuttavia, possono arrivare mongolfiere. Sono seguiti dalla mesosfera. È lo strato attraverso il quale passano le stelle cadenti. Quando vogliamo vedere i tipici cacciati, dobbiamo sapere che passano attraverso la mesosfera. Sono meteoroidi che si sono disintegrati nel penultimo stadio dell'atmosfera e passano di qui.

La termosfera è il penultimo strato dell'atmosfera terrestre in cui si verifica l'aurora boreale e le navette orbitano. Infine, c'è l'esosfera. È uno che, insieme agli altri strati, protegge la vita terrestre in modo irregolare. La sua funzione principale quello di proteggersi dai raggi gamma che provengono dal sole.

Creazione dell'atmosfera primitiva

L'atmosfera primitiva è stato creato circa 4.500 miliardi di anni fa. Il processo di formazione dell'atmosfera primitiva può essere suddiviso in 4 fasi. La prima cosa da tenere a mente è che non è sempre stato l'ambiente ideale per la formazione della vita. Il nostro pianeta non aveva questo ambiente ideale per lo sviluppo della vita. La Terra 4.500 fa era un pianeta molto geologicamente attivo. C'erano grandi emanazioni vulcaniche incaricate di creare l'atmosfera primitiva. Questa atmosfera era composta da vapore acqueo, anidride carbonica, zolfo e azoto. A questo punto della formazione dell'atmosfera primordiale, l'ossigeno era a malapena presente e gli oceani non esistevano.

Nella seconda fase della formazione vediamo che, mentre il pianeta si raffredda, il vapore acqueo potrebbe condensarsi e riportato agli oceani poiché ha piovuto a lungo. Quando l'acqua cadeva, l'anidride carbonica ha reagito con le rocce nella crosta terrestre per creare carbonati. Questi carbonati sono essenziali per la formazione della vita e perché i mari siano salati come avviene oggi.

La terza fase si svolge circa 3.500 miliardi di anni fa. È qui che compaiono i batteri, sono in grado di fotosintesi. Dicendo, questi batteri sono in grado di produrre ossigeno. Questa produzione di ossigeno ha facilitato lo sviluppo della vita nell'ambiente marino. Una volta che l'atmosfera aveva abbastanza ossigeno, iniziò una quarta fase. In questa fase troviamo l'atmosfera e un insieme di molte variabili ambientali che sono responsabili della creazione delle condizioni necessarie per l'evoluzione dei grandi organismi. Da tutta questa evoluzione nascono animali capaci di respirare aria.

Cambiamenti nella composizione

Varie composizioni dall'atmosfera primitiva al regno sul nostro pianeta a seconda del periodo geologico in cui ci troviamo. Stiamo parlando di composizioni che variano tra un'atmosfera con una riduzione della percentuale di ossigeno in proporzione al resto dei gas. L'azoto è sempre stato presente poiché è un gas considerato inerte poiché non reagisce oppure è molto difficile per lui reagire.

In questo modo riusciamo a raggiungere l'atmosfera attuale che contiene i gas creati in ciascuna delle fasi precedenti di cui abbiamo discusso. Questi gas sono tenuti in continuo movimento dall'azione dei venti e delle piogge. Il motore principale del vento sono i raggi solari provenienti dal sole che provocano cambiamenti nella loro densità. Grazie a queste dinamiche atmosferiche, gli esseri umani e altri organismi viventi possono respirare. Senza questi gas non ci sarebbe vita sul pianeta.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sull'atmosfera primitiva e sulla sua formazione.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.