Valanga di neve

valanghe giù per la montagna

Sicuramente hai mai sentito parlare di a Valanga di neve. Si tratta di una violenta nevicata che si verifica all'improvviso. Può incorporare sia substrati che materiali come parte del terreno solido e della vegetazione. Molte persone non sanno bene cosa fare con una valanga di neve o come si origina.

Pertanto, dedicheremo questo articolo per dirti tutto ciò che devi sapere sulle caratteristiche, l'origine e l'azione di fronte a una valanga di neve.

caratteristiche principali

autobus interrati

È un grande blocco di neve, che alla fine crolla sulle montagne a causa dell'accumulo di neve. Sono la pendenza e la neve che insieme provocano la precipitazione del peso stesso della neve. Non dimentichiamo che la gravità fa sempre il suo dovere e trascina tutta la neve alla sua altezza minima.

Le caratteristiche principali delle valanghe sono il flusso rapido e la velocità di movimento. Che si tratti di valanghe di rocce, fango, ghiaccio e neve, ecc. Quando ci riferiamo a una valanga di roccia, è un gruppo di rocce su un pendio che, a causa di agenti atmosferici fisici o chimici, alla fine si rompe e si deposita per gravità.

Per molte persone, questo è uno degli eventi naturali più impressionanti, ma è anche molto pericoloso. Molti sciatori possono muoversi in discesa con grande velocità e destrezza. Tuttavia, la valanga cade molto più velocemente.

Se la massa di neve è instabile e si forma su un pendio, la sua velocità aumenterà al diminuire dell'altitudine mentre scende. Il rumore che genera è enorme e risuona in altre montagne. Quando finalmente si deposita sul fondo del pendio decrescente, produce una grande quantità di nubi di particelle di ghiaccio a causa dell'impatto. Queste particelle di ghiaccio alla fine si disperdono nell'aria e si sciolgono.

Classificazione valanghe di neve

Valanga di neve

Le valanghe si verificano quando diversi strati di neve sono irregolari, rendendo più facile per uno strato muoversi o scivolare su un altro. In generale, si verificano sempre a causa di determinati fattori scatenanti, tra i quali possiamo evidenziare: il terreno, il vento, la pioggia, le variazioni di temperatura, le condizioni della neve, la forma e l'asperità del terreno, la vegetazione esistente e i propri esseri umani.

Allo stesso modo, la gravità dell'incidente è strettamente correlata alla pendenza, alla superficie di separazione e alla velocità di discesa della pendenza. Per quanto riguarda la loro classificazione, sono generalmente divisi in 3 tipi.

  • Valanga di neve recente: sono quelli che si verificano dopo episodi di nevicate abbastanza intense e persistenti. Tendono ad accumulare parecchi centimetri di neve fresca e questo fa sì che le particelle dei cristalli di neve non abbiano avuto abbastanza tempo per potersi fondere in modo energico e affliggano. Pertanto, iniziano a precipitare poiché il manto nevoso è abbastanza instabile.
  • Valanga a piastre- Si verifica a causa dello scorrimento di uno strato relativamente compatto e denso. Questo scivolamento avviene su un altro strato di neve molto più vecchio che si comporta come se fosse una rampa poiché non ha coesione tra i due versanti. Di solito si verifica a causa di sovraccarichi e soprattutto su pendenze che vanno dai 25-45 gradi.
  • Valanga da fusione: è il più tipico che si verifica annualmente. Sono più tipici della primavera e si tratta dello spostamento della massa di neve bagnata che non ha alcuna coesione. Possono essere da piccole colate localizzate di scarsa importanza a grandi valanghe. Si producono per l'innalzamento progressivo della temperatura durante la primavera e quando si superano gli 0 gradi il primo strato inizia a sciogliersi. Ieri lo scioglimento provoca l'allagamento degli strati inferiori e comincia ad aumentare l'instabilità del terreno. Pertanto, finiscono per perdere il minimo sovraccarico. Se l'acqua di fusione raggiunge gli strati inferiori, può produrre una pellicola scorrevole che provoca una valanga di fondo. Questa valanga di fondo non è altro che l'intera coltre di neve che scivola giù.

Formazione di una valanga di neve

rischio valanghe di neve

Il peso di una valanga è di circa un milione di tonnellate. Immagina di sciare con calma, godendoti la bellezza e la discesa ad alta velocità dell'adrenalina, e ti ritrovi inseguito da un milione di tonnellate di neve. Il risultato è terribile. La maggior parte degli sciatori colpiti dalla valanga vi sono rimasti sepolti.

Inoltre, non solo finirai per morire perché sei sepolto, ma devi anche tenere a mente che milioni di tonnellate sono congelate e soffri di ipotermia. Ma cosa causa la valanga? Perché un incidente così grave possa esistere, è necessaria molta neve. La neve sulle piste è l'innesco perfetto per le frane.

Di solito si formano su pendii con angoli ripidi tra 25 e 60 gradi. In questo caso, quando la neve viene immagazzinata, può essere depositata per gravità. Ma la formazione di una valanga richiede un altro fattore, cioè che si sia verificata una bufera di neve in grado di immagazzinare circa 30 cm di neve nello strato superiore in poco tempo. La neve dovrebbe essere conservata per almeno 24 ore per consentirle di depositarsi con l'aumento del peso attraverso la compattazione.

Il legame tra gli strati di neve deve essere debole perché diventi instabile. Normalmente, quando la neve è molto popolata, c'è uno strato più instabile. L'improvviso cambiamento del clima nella zona è l'innesco della valanga. Potrebbe anche essere un albero caduto, un piccolo terremoto o un rumore eccessivo, come un mercato o degli altoparlanti.

Cosa fare

Vediamo alcune delle regole per imparare ad affrontare una valanga di neve:

  • Quando le masse iniziano ad allentarsi, si consiglia di rimuovere i bastoncini da sci in quanto possono causare notevoli danni.
  • Devi cercare di uscire lateralmente dal sentiero delle valanghe
  • Se sei caduto e sei stato trascinato, cerca di rimanere in superficie a tutti i costi muovendo le braccia proprio come se stessi nuotando.
  • Quando la valanga rallenta, devi coprirti bocca e naso con le mani per formare un foro che ti permetta di respirare.

Spero che con queste informazioni possiate conoscere meglio la valanga di neve e le sue caratteristiche.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.