Il 74% della popolazione mondiale potrebbe essere esposta a ondate di calore letali entro il 2100

Mappa dei luoghi vulnerabili a ondate di calore letali

Possibile scenario per l'anno 2100 in cui le emissioni non sono state ridotte. Il giallo rappresenta 10 giorni di calore mortale e il nero 365 giorni. Immagine - Screenshot.

Le ondate di calore sono fenomeni meteorologici che sarà prodotto sempre più frequentemente andando avanti mentre la temperatura media globale continua a salire. Per ora, chi altro ricorda di meno quello accaduto nel 2003, che ha ucciso 11.435 persone nella sola Francia, secondo i dati dell'Istituto nazionale di statistica.

Attualmente, Il 30% della popolazione mondiale è esposta a un'ondata di caldo potenzialmente fatale per 20 giorni all'anno o più. Se le emissioni non vengono ridotte, entro il 2100 questa percentuale potrebbe essere del 74% secondo uno studio sviluppato presso l'Università delle Hawaii (Manoa, USA) e pubblicato sulla rivista Nature Climate Change.

Gli autori dello studio hanno utilizzato tre tipi di scenari sviluppati dall'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) per creare un mappa interattiva dove puoi vedere i rischi. Ciascuno di essi è noto come percorso di concentrazione rappresentativo o CPR.

Quindi, possiamo vedere che mantenendo le emissioni allo stesso livello di oggi (scenario RCP 2.6), nel 2050 in luoghi come Panama ci saranno 195 giorni di caldo letale anno; a Bangkok (Thailandia) 173 giorni ea Caracas (Venezuela) 55 giorni. Ma se ci sarà un aumento delle emissioni (RCP 4.5), entro la fine del secolo in luoghi come Malaga ci saranno 56 giorni di ondate di caldo potenzialmente pericolose.

termometro

La cosa triste è che, sebbene i paesi adottino le misure necessarie per ridurre l'inquinamento ambientale le persone moriranno per il caldo eccessivo. Un calore che, quando c'è alta umidità, il corpo non è in grado di rilasciare.

Puoi leggere lo studio qui.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.