venti mediterranei

formazione del vento

Il vento è il movimento di una massa d'aria creata dalla differenza di pressione tra due aree adiacenti, che si sposta da un'area di alta pressione (un anticiclone) a un'area di bassa pressione (una tempesta o depressione). Ce ne sono numerosi venti mediterranei quel colpo sono la penisola iberica e hanno caratteristiche uniche.

In questo articolo ti diremo tutto quello che c'è da sapere sui venti del Mediterraneo, le loro caratteristiche e tipologie.

venti mediterranei

Tipi di venti mediterranei

Abbiamo detto che il vento è il movimento di una massa d'aria creata dalla differenza di pressione che esiste tra due aree adiacenti. Questo movimento è teoricamente lineare ed è influenzato dal movimento rotatorio della Terra, noto come effetto di Coriolis, il che significa che nell'emisfero nord il vento muove le isobare con un angolo di da circa 25° a 30° rispetto alla Terra: verso l'interno in una tempesta, verso l'esterno in un anticiclone.

Tipi di venti mediterranei

Tramontana: Nord

Ciò significa che viene dalle montagne ed è caratteristico della costa catalana e del nord delle Isole Baleari. Oltretutto, La principale catena montuosa di Maiorca è chiamata Tramontana. Questo è un vento da nord che può durare per giorni con raffiche molto forti.

Scende dalla parte settentrionale dei Pirenei e attraversa la parte sud-occidentale del massiccio centrale, dove accelera verso la regione settentrionale della Catalogna e le Isole Baleari. A Cap de Creus, le raffiche di vento possono superare i 40 nodi (75 km/h).

Gregal: nordest

È un vento che sembra essere un'evoluzione della Tramuntana o Levante. Prende il nome dai marinai della Catalogna e dell'Aragona. Questo è il vento che usano quando vanno in Grecia. Di solito è aria secca e, essendo proveniente da una fascia continentale, di solito non produce nuvolosità o precipitazioni. È un vento che non supera i 20 nodi ed è caratterizzato dal freddo.

Ascensore: Est

Questa visione porta il nome della regione sud-orientale della penisola iberica, ma non corrisponde ad alcuna divisione territoriale o comunità autonoma. È un vento da est che si verifica quando c'è un anticiclone in Germania o in Francia.

Viene dall'oceano è ricco di umidità e produce molte precipitazioni se si verificano una serie di condizioni. I venti di levante sono uno dei fenomeni più strani e pericolosi del Mediterraneo. Quando soffia forte con le maree barometriche, può invadere la costa in modo tale da causare molti danni.

Scirocco o Xaloc: sud-est

importanza dei venti

Il RAE non lo raccoglie, ma secondo Wordreference: è il vento di sud-est, secco e caldo. Al di là dell'esempio di Levante, un chiaro esempio di come il vento e il suo impatto sulla vita quotidiana permei la cultura in generale. Scirocco soffia solitamente in autunno e primavera, superando raramente i 35 nodi. Proviene dal deserto del Sahara, quindi è un vento caldo e umido che provoca temperature molto elevate. Questi possono superare i 40 gradi.

A volte questo vento può trasportare sabbia fine o polvere dal deserto, riempiendo l'aria di particelle e riducendo la visibilità. Questo fenomeno è noto anche come smog.

Migjorn: vento da sud

Migjorn, o il vento di mezzogiorno come viene chiamato, è perché raggiunge la sua massima intensità quando il sole è nel punto più alto. Il fenomeno si verifica quando una tempesta in Portogallo si forma simmetricamente con un anticiclone in Italia, producendo venti da sud.

Poiché il vento proviene dall'Africa, soffia caldo e secco, provocando il riscaldamento della penisola. È spesso mescolato con Siroco e Garbí, a seconda della massa d'aria o della topografia della costa.

Garbi: sud-ovest

Calima

Questo è stato il primo vento che ho imparato quando ho iniziato la navigazione leggera. È il tipo che di solito soffia a Barcellona nel pomeriggio, ed è da sud-ovest. Ma attenzione, molte volte, questo vento è confuso con i venti caldi di sud-ovest che si verificano lungo la costa mediterranea.

I venti caldi sono creati dalle differenze di temperatura tra la superficie terrestre e quella oceanica. A differenza dei venti di cui parleremo in questo articolo, questi sono creati dal movimento di grandi volumi d'aria. Garbí è in realtà creato da una tempesta che si sposta da ovest a est nel Mediterraneo meridionale.

Garbí a volte produce una nebbia che può essere vista all'orizzonte guardando a sud. Inoltre, questi venti creano depressioni che causano temporali e pioggia.

Ovest: Ovest

Sono rari nel Mediterraneo. Sono venti occidentali provenienti da terra, quindi causano temperature più calde e più secche. Sono considerati l'opzione migliore per la navigazione ricreativa sulle coste della penisola in quanto offrono giornate soleggiate senza onde.

Se andiamo troppo lontano dalla costa, dovremo stare attenti perché il mare può essere mosso al di fuori della protezione costiera. Inoltre, tornare sottovento può essere più costoso, soprattutto per le barche a vela. Ecco perché provocano onde sull'isola.

Cierzo: nord-ovest

Conosciuto anche come Maestrale o Mestral, È un vento freddo, secco e violento. Soffia da nord-ovest verso il fiume Ebro e il mare di Genova. È prodotto dal raffreddamento notturno dei suoli nelle zone costiere ed è intensificato dall'aumento della pressione nell'Europa nord-occidentale. Inoltre, aumenta la sua velocità quando circola tra le montagne (Pirenei, Alpi...), taglia valli strette.

Maestrale

venti mediterranei

Un vento da nord-ovest è un vento forte, freddo e secco che soffia da nord-ovest. Di solito è una raffica di vento che aumenta durante il giorno e di solito si allenta al calare della notte. Se la temperatura è molto più fredda dell'oceano, l'impatto sulla costa è amplificato. In genere dura da tre a sei giorni, lasciando spesso dietro di sé un forte cielo blu mentre le nuvole vengono spazzate via dalla sua scia.

I venti da nord-ovest possono verificarsi in qualsiasi periodo dell'anno, ma dall'inizio di novembre alla fine di aprile i venti sono più forti, raggiungendo facilmente i 50 nodi, con raffiche che a volte raggiungono i 90 nodi, e avremo maggiori possibilità di incontrarlo in primavera.

Un vento da nord-ovest è un vento da nord-ovest creato dall'opposizione dell'anticiclone delle Azzorre e una tempesta che si sposta a nord-est dell'Europa, formando un fronte freddo diretto verso le Alpi. Le montagne trattengono il vento, raffreddandolo e dirigendolo verso la valle del Rodano, dove la velocità è aumentata dall'effetto tunnel, e infine sfocia nel mare attraverso la baia di León. I venti che soffiano attraverso le montagne creano anche una piccola depressione sul Golfo di Genova o sul Mar Tirreno. I venti di nord-ovest hanno colpito la costa meridionale della Francia, creando condizioni di navigazione difficili nella Baia dei Leoni, che a volte si estendeva fino a Minorca e alla Corsica.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sui venti del Mediterraneo e le loro caratteristiche.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.