Turbine eoliche: l'energia che producono è verde come pensi?

Parco Eolico

Parco Eolico

Turbine eoliche o mulini a vento sono diventati la fonte di energia verde Un favorito in molti paesi in tutto il mondo, poiché spesso sono considerati a impatto ambientale zero virtuale. Ma alcuni studi attualmente in corso indicano che potrebbe non essere così verde come pensi.

Queste turbine eoliche non interferiscono né tagliano il corso dei fiumi né chiudono le rotte migratorie come fanno gli impianti idroelettrici. Non emettono gas a effetto serra, non esauriscono o riducono in modo significativo le riserve da fonti non rinnovabili come il carbone. Le turbine eoliche producono anche energia pulita e apparentemente illimitata.

Nel frattempo, sono comparsi diversi studi che hanno indicato che le turbine eoliche possono avere effetti dannosi sugli uccelli o altre conseguenze indirette sull'ambiente, molti di questi sono stati descritti come convenienti rispetto ai benefici dell'energia eolica. Ma un gruppo di ricercatori dell'Università del Maryland ha osservato che l'uso su larga scala di turbine eoliche come fonte di energia può avere un impatto sul nostro ambiente proprio contrariamente a quanto si intende per ridurre al minimo il cambiamento climatico.

Alterano il flusso d'aria e gli schemi del vento

Le stime più prudenti dicono che sarebbero necessarie circa 250000 turbine eoliche per soddisfare il fabbisogno energetico degli Stati Uniti. Un'installazione di tale calibro avrebbe un grave impatto sui flussi d'aria atmosferici sulla superficie degli Stati Uniti e forse su quella di altri paesi. Gli scienziati Daniel Barrie e Daniel Kirk-Davidoff dell'Università del Maryland hanno dimostrato che l'installazione di enormi parchi eolici che coprono la maggior parte degli Stati Uniti centrali fino al Canada centrale "ruberebbe" energia dall'atmosfera.

Chiunque abbia studiato fisica di base può ricordare che in un sistema chiuso, come l'atmosfera terrestre, l'energia viene conservata, né creata né distrutta. Ciò significa che i flussi d'aria che attraversano le pale delle gigantesche turbine eoliche alte quasi 100 metri, utilizzano energia per farle ruotare, e questa energia utilizzata per questo viene sottratta all'atmosfera, riducendo in proporzione la velocità del vento.

Quindi, maggiore è la distribuzione della turbina eolica, più energia viene rimossa dal flusso atmosferico e più lenta è la velocità del vento. Ridurre questa velocità tra gli otto ei dieci chilometri orari, che sebbene sembri inferiore, potrebbe avere un impatto significativo sui flussi su larga scala e avere conseguenze che ancora non riusciamo a capire.

Alterazione delle correnti oceaniche

Parco eolico offshore

Parco eolico offshore

In un altro recente progetto sull'impatto delle forze del vento sul nostro ambiente, Goran Brostom del Norwegian Institute of Meteorology di Oslo ha incluso uno studio che ha indicato che i parchi eolici offshore, sebbene con un impatto visivo minore e meno invadenti dei loro fratelli a terra, possono avere un certo effetto sulle correnti oceaniche al loro avvio.

Quando l'aria scorre attraverso le pale delle turbine eoliche, il percorso seguito da questo flusso è leggermente alterato. Il risultato di questa alterazione è che si produce turbolenza, modificando il normale flusso laminare, che impatta sulla superficie dell'oceano.

Queste turbolenze a contatto con l'acqua dell'oceano possono produrre un fenomeno noto come risveglio (upwelling in spagnolo) che fa risalire in superficie le acque fredde del fondo e affondare le acque più superficiali per prendere il loro posto. Quando ciò si verifica, il flusso termico del corpo idrico viene alterato, modificando gli schemi delle correnti esistenti. L'effetto globale di questo aumento delle correnti di risalita così come quello prodotto sulle correnti d'aria continua a sfuggire alla nostra comprensione.

Ci sarebbero molti punti da criticare su questi studi, come il fatto che alcuni studiosi non considerano l'atmosfera come un sistema energetico chiuso o l'interesse che questi studi effettuati siano sovvenzionati da fondi di aziende che producono energia con altri mezzi, come il nucleare. o termico. Anche così, è interessante notare che non tutti sono benefici nelle energie considerate verdi.

Per maggiori informazioni: PlanetSolar, la risposta al cambiamento climaticoEnergia geotermica. Serre e loro applicazione in agricoltura


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.