Cosa sono gli tsunami radioattivi?

Tsunami

Dopo l’affondamento del sottomarino russo Poseidon nell’Artico, tutti riflettiamo sulle possibili azioni dell’amministrazione Putin. Questa curiosità non sorprende, dal momento che la nave in questione è comunemente conosciuta come “l'arma dell'Apocalisse” per ragioni abbastanza ovvie. Le conseguenze catastrofiche che potrebbero derivare dal suo dispiegamento sono numerose, una delle più sconcertanti è la possibilità di tsunami radioattivi. Molte persone si chiedono cosa a tsunami radioattivo.

Pertanto, in questo articolo ti diremo cos'è uno tsunami radioattivo e come può essere generato.

Cos'è uno tsunami radioattivo?

cos'è uno tsunami radioattivo

Questi particolari tsunami, giustamente chiamati, si verificano contemporaneamente alla scarica di radiazioni. Sono innescati specificamente dalla detonazione di una bomba atomica sotto la superficie dell'oceano. Questa azione non solo disperde sostanze radioattive, contaminando sia l'acqua che le masse terrestri adiacenti, ma anche ha il potenziale di indurre uno tsunami simile a quelli che seguono i maggiori eventi sismici.

Le città costiere rischiano conseguenze disastrose e ciò che rende il tutto ancora più preoccupante è la natura sfuggente di questa minaccia. Ha la capacità di eludere i sistemi di tracciamento americani, rendendo difficile la previsione.

Dall'impatto devastante dei normali tsunami, la gravità della situazione aumenta fino a includere la pericolosa minaccia degli tsunami radioattivi. In precedenza, il termine "tsunami" veniva utilizzato per descrivere le onde generate dal passaggio di uragani e tifoni sull'oceano. Tuttavia, è importante notare che queste onde sono in realtà disturbi superficiali dell'acqua. Anche se possono essere piuttosto forti, Non hanno lo stesso livello di intensità di quello che oggi viene riconosciuto come un vero tsunami.

Origine di uno tsunami

L'origine di queste onde può essere fatta risalire ai bruschi movimenti verticali del fondale oceanico. Questo spostamento fa sì che una quantità significativa di acqua diventi sbilanciata, provocando violenti scuotimenti mentre lotta per ritrovare il suo equilibrio, formando infine onde massicce.

Esistono diversi fattori che possono causare un movimento verticale del fondale marino. Una delle cause più comuni è l’attività sismica, come i terremoti. Un esempio notevole di ciò è il devastante tsunami dell'Oceano Indiano nel 2004, successivamente rappresentato nel film di Juan Antonio Bayona, The Impossible.

Nel 2011, dopo il terremoto che provocò l’esplosione della centrale nucleare di Fukushima, si verificarono anche gli tsunami. Questo incidente è coinciso con il rilascio involontario di sostanze radioattive.

È concepibile che gli tsunami possano essere causati dall’attività vulcanica sotto la superficie dell’oceano. Un esempio illustrativo di questo fenomeno si è verificato a gennaio, quando il vulcano Tonga ha eruttato con tale forza da generare tsunami che hanno raggiunto il Perù, alla sorprendente distanza di 10.000 chilometri.

Oltre ai rari impatti sottomarini causati dai meteoriti, le esplosioni nucleari sottomarine deliberate possono anche produrre grandi onde, dando origine a quello che è comunemente noto come tsunami radioattivo.

Il pericolo di Poseidone

poseidon

Armato con un carico atomico da 2 megatoni, Poseidon è un drone sottomarino che funziona grazie all'energia nucleare. Tuttavia, invece di essere puntata direttamente sugli obiettivi previsti, la carica viene fatta esplodere sott'acqua, provocando creando tsunami radioattivi che hanno il potenziale di devastare le città costiere situate diversi chilometri nell’entroterra.

Sebbene sia vero riconoscere che un aereo ha il potenziale per infliggere una devastazione maggiore e produrre ripercussioni più profonde a causa della radioattività, è importante riconoscere le capacità uniche possedute da sottomarini come il Poseidon. Queste navi subacquee hanno la straordinaria capacità di rimanere vicino alle coste nemiche per lunghi periodi di tempo, pianificando meticolosamente il momento opportuno per scatenare la loro forza distruttiva senza alcuna possibilità di intercettazione. Data questa conoscenza, è del tutto ragionevole capire perché così tante persone sono piene di anticipazione e preoccupazione riguardo al possibile movimento del drone.

Potenziale Poseidone

tsunami radioattivo

Il Poseidon, conosciuto anche come Canyon negli Stati Uniti, è un'arma subacquea autonoma che funziona come un siluro a propulsione nucleare, capace di trasportare una testata nucleare da 2 megatoni, secondo la fonte. In ogni caso ha un potere distruttivo circa cento volte superiore a quello delle bombe sganciate su Hiroshima e Nagasaki.

Il drone è classificato come tale per la sua capacità di navigare autonomamente o sotto controllo remoto, consentendo la possibilità di reindirizzamento o addirittura di interruzione prima di raggiungere la destinazione prevista.

In termini di dimensioni, questo siluro è davvero notevole, superando anche le dimensioni di un missile balistico e facendo impallidire un siluro standard di un fattore trenta. Con i suoi 24 metri di lunghezza, è uno dei più grandi siluri mai costruiti. Le sue impressionanti capacità includono un'autonomia prevista di almeno 10.000 km, una notevole velocità che oscilla tra i 129 ed i 200 km/h e la straordinaria capacità di immergersi fino a mille metri di profondità.

Durante un discorso nel 2018, Vladimir Putin ha presentato il Poseidon come una componente chiave dell’arsenale strategico della Russia. Il presidente russo ha sottolineato che questo siluro possiede capacità senza precedenti, tra cui una portata illimitata, la capacità di operare a profondità estreme e una velocità che supera di gran lunga quella di qualsiasi altro sottomarino o siluro.

Nel gennaio di quest'anno, l'agenzia di stampa ufficiale russa TASS ha evidenziato il Poseidon come la prima flotta di supersiluri con capacità nucleare considerata inarrestabile. Dmitry Kiselyov, un presentatore televisivo strettamente legato a Putin, ha descritto vividamente il potenziale del drone sottomarino di generare uno tsunami, facendo precipitare il Regno Unito sotto terra. un colossale maremoto alto 500 metri, saturo di acqua di mare radioattiva.

L'arma ha un'immagine apocalittica che non nasconde il suo notevole vantaggio: la capacità di superare in astuzia i sistemi missilistici balistici europei. Secondo gli specialisti, lo spiegamento di armi sottomarine costituisce un’ingiustizia che consente alla Russia di aggirare il sistema di difesa contro i missili balistici (BMD).

L’obiettivo principale della rete satellitare statunitense è localizzare e monitorare i missili balistici, ma non ha la capacità di rilevare efficacemente le attività sottomarine. Inoltre, la costruzione del sottomarino Poseidon presumibilmente gli consente di emettere calore minimo e di muoversi silenziosamente, permettendogli di eludere il rilevamento da parte dei sonar e delle difese navali istituite per salvaguardare i territori dagli attacchi dei sottomarini.

Spero che con queste informazioni tu possa imparare di più su cos'è uno tsunami radioattivo e sulle sue possibili conseguenze.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.