Periodo triassico

Triassico

Nell'era di Mesozoico abbiamo diversi periodi in cui questo è diviso tempo geologico. Oggi ne parleremo Triassico. È una divisione della scala temporale geologica di questi tre periodi in cui è diviso il Mesozoico. È iniziato circa 251 milioni di anni fa e si è concluso circa 199 milioni di anni fa. Queste date di inizio e fine non sono esatte ma sono segnate da eventi importanti dal punto di vista geologico e biologico. In questo caso troviamo l'estinzione di massa del PermianoTriassico e Triassico-Giurassico.

In questo articolo ci concentreremo sulla spiegazione di tutte le caratteristiche, la biologia e il clima del Triassico.

caratteristiche principali

Estinzione del Triassico

Questo periodo è principalmente caratterizzato dalla comparsa dei primi dinosauri. Questi animali erano rappresentati da forme bipedi, una dieta completamente carnivora e di piccola taglia. Però, alla fine del Triassico avevano già acquisito una diversificazione su larga scala e sì, erano diventati i vertebrati dominanti dell'intero pianeta. L'estensione dei dinosauri arrivò all'estinzione di altri gruppi di animali precedenti come gli archosauri più primitivi e molti rettili mammiferi che si erano diffusi durante questo periodo.

Geologia del Triassico

Clima triassico

Durante questo periodo quasi tutte le terre del nostro pianeta erano concentrate in un unico continente chiamato Pangea. Questo continente aveva una forma a C e a est c'era l'Oceano Tetide e lo circondava l'Oceano Panthalassa. Questo oceano è considerato l'oceano universale poiché copriva l'intero pianeta.

Durante questo periodo sono stati numerosi i sedimenti nell'oceano profondo che si sono depositati durante questo periodo e che sono scomparsi per la subduzione delle placche oceaniche per il movimento causato dalle correnti convettive del mantello terrestre. Questo è il motivo per cui non si sa molto sull'oceano aperto o durante il Triassico.

Il continente Pangea iniziò la sua dislocazione durante questo periodo, specialmente durante il tardo Triassico. Ed è che questo periodo è È diviso in tre epoche note come Triassico inferiore, Triassico medio e Triassico superiore. È così che il super continente è stato diviso da Laurasia e Gondwana. La prima parte comprende l'intero continente asiatico, il Nord America e l'Europa. La seconda parte del supercontinente comprendeva Africa, Arabia, India, Australia, Antartide e Sud America.

Il supercontinente si stava muovendo molto lentamente verso nord durante il Triassico. È qui che il supercontinente ha cominciato a dare i primi segni di frammentazione nelle due porzioni principali. I primi sedimenti che si sono potuti trovare al di fuori del mare sono stati causati nella spaccatura che ha causato la prima separazione del supercontinente. Questa spaccatura è quella che ha causato il crollo iniziale di Pangea e che è riuscita a separare quello che oggi conosciamo come New Jersey dal Marocco.

In questo periodo il livello del mare si è leggermente alzato sebbene il volume delle aree emerse fosse ancora piuttosto elevato. Ed è che l'oceano Tetide formava un ampio golfo che stava diventando una rotta di invasione marina.

Clima triassico

Animali del Triassico

Il clima di questo periodo era generalmente caldo e secco. Queste alte temperature sono state la causa dell'origine e dell'estensione di deserti ed evaporiti. Poiché Pangea era grande, l'effetto moderatore dell'oceano era notevolmente limitato. Ed è che l'oceano funge da moderatore delle temperature globali. Pertanto, nelle zone interne possiamo sperimentare grandi sbalzi di temperatura poiché non c'è vicinanza al mare che potrebbe regolare la temperatura grazie al funzionamento delle correnti oceaniche.

Il clima continentale era molto stagionale in questo periodo con estati abbastanza calde e inverni molto freddi. Poiché il mare non poteva agire da termoregolatore, c'erano escursioni termiche eccessivamente estreme in entrambe le stagioni dell'anno. Probabilmente forti monsoni esistevano nell'area dell'Ecuador, sebbene non ci siano prove di glaciazione vicino o su uno dei due poli. Infatti in questo periodo le regioni polari erano apparentemente umide e con un clima temperato. Questo clima era perfetto per poter sviluppare tutte le creature simili a rettili il cui sangue è freddo.

Flora e fauna

Espansione dei dinosauri

Come accennato prima, il livello del mare è aumentato leggermente durante il Triassico inferiore. Alla fine di questo periodo ci fu un'estinzione di massa in cui si estinsero i rettili conodonti e placodonti. In questa estinzione Il 20% degli animali marini è scomparso sebbene tutti questi gruppi possano essere recuperati durante il periodo Giurassico. La maggior parte delle vittime che hanno subito l'estinzione a causa della diffusione dei dinosauri erano i generi di rettili mammiferi e grandi anfibi.

Come previsto in natura, ci sono animali e piante che sono i principali beneficiari dell'estinzione di altre specie, poiché tutto ciò può essere predatore naturale. Se non hanno predatori naturali, le loro popolazioni possono crescere a un ritmo più veloce. Questi beneficiari dell'estinzione sulla terra furono i dinosauri in rapida espansione, principalmente durante il periodo Giurassico e habitat terrestri dominati durante l'era mesozoica.

Gli unici rettili che potevano sopravvivere all'espansione dei dinosauri erano ittiosauri e plesiosauri. Le prove scientifiche suggeriscono che ci furono diversi corsi di estinzione durante il Triassico. Uno era all'inizio del periodo e un altro alla fine. La tempistica di queste estinzioni nei mari non è del tutto chiara alla scienza, ma ci sono cause delle estinzioni del Triassico che rimangono sconosciute.

Uno dei principali studi condotti nell'Arizona nordoccidentale nel 2002 non ha potuto mostrare bruschi cambiamenti nell'ambiente o nelle temperature, quindi la possibilità che la causa dell'estinzione sia stata climatica è completamente esclusa. In questi tempi furono le conifere e altri gruppi di gimnosperme a sostituire la flora delle piante con semi che in questi periodi si erano diffusi e predominavano negli habitat di pianura.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sul periodo Triassico.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   David suddetto

    Molto interessante. Perché dici che nel Triassico l'oceano non può funzionare come regolatore termico?