Tipi, formazione e caratteristiche delle rocce

Tipi di roccia

Oggi parleremo di un argomento di geologia. Riguarda i tipi di rocce che esistono. Da quando si è formato il nostro pianeta terra, si sono formati milioni di rocce e minerali. A seconda della loro origine e del tipo di allenamento, esistono diversi tipi. Tutte le rocce del mondo possono essere classificate in tre grandi gruppi: rocce ignee, rocce sedimentarie e rocce metamorfiche.

Se hai bisogno di conoscere tutti i tipi di rocce esistenti, le loro condizioni di formazione e le caratteristiche, questo è il tuo post 🙂

Rocce sedimentarie

Rocce sedimentarie e loro formazione

Inizieremo descrivendo le rocce sedimentarie. La sua formazione è dovuta al trasporto e alla deposizione di materiali dovuti a l'azione del vento, dell'acqua e del ghiaccio. Sono stati anche in grado di essere depositati chimicamente da un fluido acquoso. Nel tempo, questi materiali si uniscono per formare una roccia. Pertanto, le rocce sedimentarie sono composte da molti materiali.

A loro volta, le rocce sedimentarie sono divise in detritiche e non detritiche

Rocce sedimentarie detritiche

Rocce sedimentarie detritiche

Sono quelli che si formano dalla sedimentazione dei frammenti di altre rocce dopo essere stati precedentemente trasportati. A seconda delle dimensioni dei frammenti di roccia, vengono identificati in un modo o nell'altro. Se detti frammenti sono più grandi di 2 mm  e arrotondati sono chiamati conglomerati. D'altra parte, se sono angolari sono chiamati spazi vuoti.

Se i frammenti che compongono la roccia sono più sciolti, si chiamano ghiaia. Probabilmente hai sentito parlare di ghiaia. quando sono inferiori a 2 mm e superiori a 0,6 mm, cioè ad occhio nudo o al microscopio ottico si chiamano arenarie. Quando i frammenti che compongono la roccia sono così piccoli che abbiamo bisogno di un microscopio elettronico, vengono chiamati limi e argille.

Attualmente, la ghiaia viene utilizzata per gli aggregati nella costruzione e nella produzione di calcestruzzo. I conglomerati e le arenarie sono utilizzati per la loro durata nella costruzione. Le argille sono utilizzate nella nostra vita quotidiana e per uso medicinale e cosmetico. Sono utilizzati anche per la costruzione di mattoni e ceramiche. Le loro proprietà impermeabilizzanti li rendono perfetti per assorbire prodotti inquinanti e filtrare nell'industria. Sono utilizzati come materia prima per la costruzione di muri di fango e adobe e per la fabbricazione di pezzi di ceramica tradizionale, terracotta e porcellana.

Rocce sedimentarie non detritiche

Roccia sedimentaria non detritica dolomitica

Questi tipi di rocce sono formati da la precipitazione di alcuni composti chimici in soluzioni acquose. Alcune sostanze di origine organica possono accumularsi per formare queste rocce. Una delle rocce più comuni e conosciute di questo tipo è il calcare. Si forma attraverso la precipitazione di carbonato di calcio o l'accumulo di frammenti scheletrici di coralli, ostracodi e gasteropodi.

È molto comune vedere frammenti di fossili in questo tipo di rocce. Un esempio di roccia calcarea è calcareo. È una roccia molto porosa che ha abbondanti resti vegetali e ha origine nei fiumi quando il carbonato di calcio precipita sulla vegetazione.

Un altro esempio molto comune sono le dolomiti. Si differenziano dai precedenti in quanto hanno una composizione chimica con un alto contenuto di magnesio. Quando si verifica l'accumulo di gusci di organismi fatti di silice, si formano rocce di selce.

C'è anche un tipo di roccia all'interno del non detritico chiamate evaporitiche. Questi si formano attraverso l'evaporazione dell'acqua negli ambienti marini e nelle paludi o lagune. La roccia più importante di questo gruppo è il gesso. Si formano per precipitazione del solfato di calcio.

Il calcare è utilizzato nella produzione di cemento e calce nell'edilizia. Sono materiali utilizzati per le facciate e il rivestimento dei pavimenti degli edifici. Il carbone e il petrolio sono un tipo di roccia sedimentaria non detritica richiami organogenici. Il suo nome è dovuto al fatto che deriva dall'accumulo di materiale organico e dai suoi resti. Mentre il carbone proviene dai detriti vegetali, il petrolio dal plancton marino. Sono di grande interesse economico per il loro alto potere calorifico per la generazione di energia tramite combustione.

Rocce ignee

Rocce ignee

Questo è il secondo tipo di roccia. Sono generati dal raffreddamento di una massa liquida di composizione di silicato proveniente dall'interno della Terra. La massa fusa è a temperature estremamente elevate e si solidifica quando raggiunge la superficie terrestre. A seconda di dove si raffreddano, daranno origine a due tipi di rocce.

Rocce plutoniche

Roccia ignea granito

Questi hanno origine quando la massa liquida si raffredda sotto la superficie terrestre. Cioè, essendo sottoposti a bassa pressione, i minerali all'interno crescono strettamente insieme. Ciò causa la formazione di rocce dense e non porose. Il raffreddamento della massa liquida è molto lento, quindi i cristalli possono essere molto grandi.

Una delle rocce più famose di questo tipo è granito. Sono composti da una miscela di minerali di quarzo, feldspati e mica.

Rocce vulcaniche

Basalto

Questo tipo si forma quando la massa liquida sale verso l'esterno della superficie terrestre e lì si raffredda. Queste sono le rocce che si formano quando la lava dei vulcani viene raffreddata a temperature e pressioni più basse. I cristalli in queste rocce sono più piccoli e hanno una materia simile al vetro amorfa non cristallizzata.

Uno dei più frequenti e facilmente riconoscibili sono basalti e pomice.

Rocce metamorfiche

Marmo di roccia metamorfica

Queste rocce sono generate da rocce preesistenti già in fase di temperatura e pressione aumentano da processi geologici. I riaggiustamenti subiti da questi tipi di rocce fanno cambiare loro composizione e minerali. Questo processo metamorfico avviene allo stato solido. La roccia non deve essere fusa.

La maggior parte delle rocce metamorfiche sono caratterizzate da una frantumazione generale dei loro minerali che rendono la roccia appiattita e laminata. Questo effetto è chiamato foliazione.

Le rocce conosciute più comuni sono ardesia, marmo, quarzite, gneiss e scisti.

Conosci già meglio i tipi di rocce che esistono e i loro processi di formazione. Ora è il tuo turno di andare sul campo e riconoscere quali tipi di rocce stai vedendo e dedurre il loro processo di formazione e composizione.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   José Joaquin Adammes Hernandez suddetto

    Questo studio è molto interessante, mi trovo a San Sebastian de los Reyes dello Stato di Aragua Venezuela e ci sono importanti colline calcaree e altri minerali in un sistema di grotte e voragini di grande bellezza perché vorrei indagare ancora di più sul caratteristiche e tipi di minerali esistenti in queste bellissime grotte.