Tipi di radiazione solare

sol

La radiazione solare È una variabile abbastanza importante che serve per conoscere la quantità di calore che riceviamo dal sole sulla superficie terrestre. A seconda di alcuni fattori come il vento, la nuvolosità e la stagione dell'anno, riceviamo una quantità maggiore o minore di radiazione solare. Ha la capacità di riscaldare la superficie del terreno e gli oggetti senza riscaldare quasi l'aria. Esistono diversi tipi di radiazione solare a seconda dell'origine e delle sue caratteristiche.

Conoscere tutto ciò che riguarda la radiazione solare, i tipi che esistono e quali effetti ha sul pianeta e sulla vita.

Cos'è la radiazione solare

radiazione solare

È il flusso di energia che viene ricevuto dal sole sotto forma di onde elettromagnetiche di diverse frequenze. Tra le frequenze che troviamo nello spettro elettromagnetico abbiamo le più note come luce visibile, infrarossa e ultravioletta. Sappiamo che ha quasi la metà della radiazione solare ricevuta dal nostro pianeta una frequenza compresa tra gli intervalli di 0.4μm e 0.7μm. Questo tipo di radiazione può essere rilevato dall'occhio umano ed è ciò che costituisce la striscia che conosciamo come luce visibile.

L'altra metà si trova principalmente nella parte infrarossa dello spettro e una piccola parte nell'ultravioletto. Per essere in grado di misurare la quantità di radiazioni che riceviamo dal sole viene utilizzato uno strumento noto come piranometro.

Tipi di radiazione solare

come funziona la radiazione solare

A seconda dell'origine e delle caratteristiche della radiazione solare, esistono diversi tipi. Ci concentreremo sulla definizione di cosa sono le diverse tipologie e le loro caratteristiche principali:

Radiazione solare diretta

Si tratta di quello che proviene direttamente dal sole e subisce piccoli cambiamenti di direzione. Questo può essere visto influenzato dal vento, ma non in larga misura. Durante le giornate ventose si può avvertire una riduzione del calore. Sulle superfici il calore non influisce in quanto potente quando c'è un forte regime di vento. Questo tipo di radiazione ha una caratteristica principale e cioè quella di poter proiettare un'ombra definita da qualsiasi oggetto opaco che la intercetta.

Radiazione solare diffusa

È una parte della radiazione che ci raggiunge dal sole e così via viene riflesso o assorbito dalle nuvole. È noto con il nome di diffuso poiché si estendono in tutte le direzioni. Questo processo avviene a causa dei riflessi e degli assorbimenti, non solo dalle nuvole, ma da alcune particelle che esistono fluttuanti nell'atmosfera. Queste particelle sono chiamate polvere atmosferica e sono in grado di diffondere la radiazione solare. È anche chiamato diffuso poiché viene deviato da alcuni oggetti come montagne, alberi, edifici e il terreno stesso, a seconda della sua costituzione.

La caratteristica principale di questa radiazione è quella non proietta un'ombra sugli oggetti opachi che sono interposti. Le superfici orizzontali sono quei luoghi dove c'è una radiazione più diffusa. Al contrario, accade con le superfici verticali, poiché non c'è quasi alcun contatto.

Radiazione solare riflessa

È uno che riflette la superficie terrestre. Non tutta la radiazione che ci raggiunge dal sole viene assorbita dalla superficie, ma una parte di essa viene deviata. Questa quantità di radiazione deviata dalla superficie è nota come albedo. L'albedo terrestre sta aumentando notevolmente a causa dell'effetto del cambiamento climatico e dello scioglimento delle calotte polari.

Le superfici orizzontali non ricevono alcun tipo di radiazione riflessa poiché non vedono alcuna superficie terrestre. L'opposto è il caso della radiazione solare diffusa. In questo caso, sono le superfici verticali che ricevono la maggior quantità di radiazione riflessa.

Radiazione solare globale

Si può dire che è la radiazione totale che esiste sul pianeta. È la somma delle 3 radiazioni denominato sopra. Facciamo l'esempio di una giornata completamente soleggiata. Qui avremo una radiazione diretta che sarà superiore alla radiazione diffusa. Tuttavia, in una giornata nuvolosa non ci sarà radiazione diretta, ma tutta la radiazione incidente è diffusa.

Come influisce sulla vita e sul pianeta

solare

Se la quantità di radiazione solare che il nostro pianeta riceve, la vita non potrebbe sorgere così com'è. Il bilancio energetico della Terra è 0. Ciò significa che la quantità di radiazione solare che il pianeta riceve e che emette nello spazio esterno è la stessa. Tuttavia, alcune sfumature devono essere aggiunte. In quel caso la temperatura sul pianeta sarebbe di -88 gradi. Quindi hai bisogno di qualcosa che possa trattenere questa radiazione e rendere i livelli di temperatura confortevoli e abitabili in modo che possa sostenere la vita.

L'effetto serra è il motore che aiuta la radiazione solare che colpisce la superficie terrestre a rimanere in gran parte. Grazie all'effetto serra possiamo avere condizioni abitabili sul pianeta. Quando la radiazione solare colpisce la superficie, ritorna quasi per metà nell'atmosfera per espellerla nello spazio. Parte di questa radiazione di ritorno dalla superficie viene assorbita e riflessa dalle nuvole e dalla polvere atmosferica. Tuttavia, questa quantità di radiazione assorbita non è sufficiente per poter mantenere una temperatura stabile.

È qui che entrano in gioco i gas serra. È una varietà di gas che ha la capacità di trattenere parte del calore emesso dalla superficie terrestre, restituendo all'atmosfera la radiazione solare che l'ha raggiunta. I gas serra sono i seguenti: vapore acqueo, anidride carbonica (CO2), ossidi di azoto, ossidi di zolfo, metano, eccetera. Con l'aumento dei gas a effetto serra causato dalle attività umane, la radiazione solare sta diventando più dannosa poiché provoca impatti sull'ambiente, la flora, la fauna e l'uomo.

La somma di tutti i tipi di radiazione solare sono quelli che consentono la vita sul pianeta. Speriamo che i problemi dell'aumento dei gas serra possano essere alleviati e la situazione non diventi pericolosa.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.