Tipi di quarzo

tipi di quarzo

Il quarzo è il minerale più abbondante nella crosta terrestre, si caratterizza per la sua varietà di tipologie, forme e colori, che lo rende estremamente attraente e pregiato. A causa della sua ampia varietà e varietà, ha una vasta gamma di applicazioni. Ci sono diversi tipi di quarzo e hanno usi diversi a seconda del colore e della composizione che hanno.

Pertanto, dedicheremo questo articolo a raccontarvi quali sono i diversi tipi di quarzo che esistono nel mondo e quali sono le loro caratteristiche principali.

Che cosa è

formazione di cristalli

Il quarzo è costituito da una parte di gel di silice e due parti di ossigeno. Grazie alla loro composizione, sono estremamente resistenti e hanno proprietà che rendono questo minerale un elemento perfetto per dispositivi come orologi o dispositivi di trasmissione a radiofrequenza. Si ritiene inoltre che queste pietre abbiano capacità curative, protettive e di controllo dell'energia. Civiltà antiche come gli egiziani, gli aztechi e i romani lo usavano in gioielli e amuleti perché credevano che avesse il potere di guarire il corpo e la mente e resistere all'energia negativa.

Il quarzo appare quasi ovunque nel mondo ed è disponibile in diversi colori. Vanno da trasparenti a completamente opachi e si ritiene che ciascuno abbia un significato diverso.

In base alla sua composizione, esistono diversi tipi di quarzo, anche se i più famosi sono l'ametista, il citrino e il quarzo lattiginoso, considerati in gemmologia. Cosa c'è di più, Ci sono alcune varietà di quarzo che sono considerate pietre preziose nonostante il loro valore relativamente basso. Generalmente, questi sono classificati secondo le loro varietà di cristalliti, cioè il loro colore. Alcuni dei più comuni sono:

  • Quarzo bianco latte, traslucido o quasi opaco.
  • Vetro fumé, toni trasparenti e grigi.
  • Quarzo citrino, da giallo ad arancio chiaro.
  • Ametista, viola più o meno intenso.
  • Quarzo rosa, per la presenza dell'alluminio.

Caratteristiche dei tipi di quarzo

tipi di quarzo per colori

Tra le caratteristiche più comuni tra tutti i tipi di quarzo esistenti abbiamo le seguenti:

  • Il vetro di quarzo appartiene alla classe dei silicati, in particolare dei tectosilicati.
  • La sua composizione chimica pura corrisponde al biossido di silicio (SiO2), che è una parte di silicio e due parti di ossigeno.
  • È caratterizzato dalla sua elevata durezza Mohs di 7.
  • La sua densità o peso specifico è molto simile al valore medio della crosta terrestre, compreso tra 2,6 e 2,7 grammi per centimetro cubo.
  • Ha un sistema cristallino principale corrispondente al sistema cristallino esagonale.
  • La sua lucentezza è molto simile ai cristalli di vetro.
  • La sua diafana o trasparenza è traslucida o trasparente, in modo che la luce possa passare facilmente attraverso il vetro.
  • Infine, il suo colore striato è incolore o inesistente.

Tipi di quarzo

cristalli naturali

Le varietà di quarzo si riferiscono a tutti i tipi di quarzo, l'unica differenza è che le impurità nella composizione chimica del cristallo sono diverse, ma rimane ancora la composizione chimica originale del quarzo (SiO2). La diversità di questa composizione chimica conferisce al quarzo una varietà di colori.

Quarzo cristallino

Il quarzo cristallino è tutti i tipi di quarzo, appaiono come cristalli ben strutturati e particelle visibili, cioè qui puoi vedere chiaramente la forma del quarzo e tutte le sue caratteristiche.

Gli esempi più comuni di questo gruppo sono i cristalli di quarzo (cristalli di rocca), particelle minerali presenti nel granito e nell'arenaria e quarzo nelle vene.

Criptocristallino o microcristallino

Questo gruppo è formato da minerali di quarzo, che sono composti da microscopici cristalli di quarzo, cioè questi cristalli non sono visibili ad occhio nudo, ma insieme formano un tipo di quarzo microcristallino. Questo gruppo è spesso chiamato calcedonio.

Origine e formazione delle rocce

Il quarzo è il minerale più abbondante nella crosta terrestre, motivo per cui è ampiamente utilizzato nel sistema di classificazione delle rocce ignee, delle rocce sedimentarie e delle rocce metamorfiche. La sua origine, genesi e formazione dipendono in larga misura dall'ambiente geologico ad essa correlato. Si scopre che il quarzo che forma la roccia si mescola con un gran numero di minerali in diversi tipi di rocce, rendendolo parte della loro composizione chimica minerale e della struttura della roccia.

Nelle rocce ignee, il quarzo cristallizza in profondità nel magma e fa parte di granito, diorite, granodiorite, ecc. Le varietà di cristalliti di quarzo possono essere cristallizzate dall'improvviso raffreddamento di lava e materiali piroclastici, ad esempio, il quarzo fa parte della riolite, della pomice o della dacite. Infine in las rocas sedimentarias los granos de cuarzo van per venire dalla disgregazione, meteorización, erosión trasportato lì desde otro tipo de rocas hasta che si conforma alla nueva roca sedimentaria.

Quarzo idrotermale

Quarzo idrotermale è una specie di quarzo cristallizzato dal biossido di silicio nei fluidi idrotermali, ed è generalmente correlato a determinati tipi di giacimenti minerari o vene idrotermali o depositi minerali sotto forma di vene. Molte di queste vene di quarzo sono spesso interessanti nell'esplorazione di minerali geologici perché possono contenere metalli interessanti come oro, argento e zinco.

Il quarzo idrotermale è una combinazione di magma che contiene acqua e cristalli che formano la lava. Questo processo ha origine da temperature e pressioni molto elevate al di sotto della superficie terrestre e l'acqua può dissolvere diversi minerali. Quando la temperatura del magma diminuisce, il liquido rimanente è quarzo e acqua, questa soluzione scorre attraverso le fessure della roccia circostante, dove si raffredda e inizia a solidificare rapidamente.

Questo processo può formare bellissimi cristalli di quarzo, nonché cristalli di granato, calcite, sfalerite, tormalina, galena, pirite e persino argento e oro. Uno degli esempi più evidenti di questo tipo è l'ametista, che è un quarzo microcristallino viola. Il colore può essere più o meno intenso, a seconda della quantità di ferro (Fe + 3) che contiene. Questo si forma alle giunture di una soluzione ricca di ossido di ferro, a temperature inferiori a 300°C, mostreranno un caratteristico colore viola.

Spero che con queste informazioni possiate conoscere meglio i tipi di quarzo e le loro caratteristiche.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.