tipi di meteore

aquiloni

La parola "meteora" è usata sia in meteorologia che in astronomia, ma il suo significato varia a seconda del contesto. Nel campo della meteorologia si utilizza il termine "meteoriti" per comprendere tutti i fenomeni fisici naturali che possono verificarsi a qualsiasi livello dell'atmosfera. La meteorologia è essenzialmente lo studio di queste meteore: l'insieme dei fenomeni che avvengono all'interno dell'atmosfera terrestre. Ce ne sono numerosi tipi di meteore con caratteristiche uniche.

Dedicheremo quindi questo articolo a raccontarvi i diversi tipi di meteore esistenti, le loro caratteristiche e molto altro ancora.

Come si forma una meteora

tipi di meteore esistenti

Le meteore si formano nella ionosfera, in particolare nell'atmosfera superiore, che si trova tra 85 e 115 km sopra la superficie terrestre. Questo è un fenomeno relativamente comune che può essere visto ad occhio nudo. Infatti, durante una notte buia e limpida, si stima che si possano rilevare circa 10 meteore ad intervalli casuali senza l'ausilio di strumenti. Ci sono anche periodi durante l'anno in cui si verifica un aumento del numero di meteore, che Si va dai 10 ai 60 all’ora, purché le condizioni siano favorevoli.

Questi eventi sono conosciuti a livello globale come “sciami stellari” e sono causati dalla frammentazione di una cometa in diversi oggetti che entrano nella nostra atmosfera, trasformandosi ciascuno in una meteora unica.

Differenze tra meteoriti, meteore e meteoroidi

ferroso e roccioso

È importante comprendere la distinzione tra meteoriti, meteoriti e meteoroidi. Una meteora È un frammento di roccia o metallo proveniente dallo spazio che sopravvive al viaggio attraverso l'atmosfera terrestre e colpisce il suolo. Una meteora, invece, è il raggio di luce visibile che viene prodotto quando un piccolo frammento di detriti di una cometa o di un asteroide, Entra nell'atmosfera terrestre e brucia a causa dell'attrito. Infine, un meteoroide è il più piccolo dei tre, riferendosi a qualsiasi detrito roccioso o metallico nello spazio di dimensioni inferiori a un metro. È fondamentale distinguere tra questi termini quando si parla di eventi legati allo spazio e ai fenomeni celesti.

Composizione e caratteristiche

La composizione di una meteora può essere piuttosto complessa. È costituito da vari materiali, tra cui ferro, nichel e roccia. Questi materiali spesso Si formano insieme in un processo chiamato accrescimento, che si verifica quando particelle più piccole si uniscono per formare un oggetto più grande. Mentre la meteora viaggia attraverso lo spazio, può interagire con l'atmosfera terrestre, provocandone il riscaldamento e la vaporizzazione.

Questa vaporizzazione porta alla formazione di un fascio di luce brillante, comunemente noto come stella cadente. Nonostante la sua natura fugace, Le meteore offrono preziose informazioni sulla composizione del nostro sistema solare.

Da un punto di vista meteorologico è evidente che le meteore sono formate da elementi che esistono nell'atmosfera. In alternativa, possono anche essere il risultato di processi che utilizzano questi elementi e occasionalmente la luce solare. Per approfondire, la maggior parte delle meteore possono essere classificate come idrometeore, che consistono in acqua allo stato liquido o solido.

Inoltre, le meteore possono essere composte anche da particelle solide che hanno origine dalla superficie terrestre, come polvere o sali marini. Infine, possono manifestarsi come un evento ottico o elettrico derivante da fenomeni fisici che si verificano nell'aria.

tipi di meteore

tipi di meteore

L'Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM) ha creato un sistema di classificazione delle meteoriti che distingue tra diversi tipi.

Secondo l’Organizzazione Meteorologica Mondiale (WMO), le meteore possono essere suddivise in:

Idrometeore: Sono meteore formate da acqua liquida o solida. Possono essere suddivisi in diverse categorie in base alle loro caratteristiche più specifiche.

  • Particelle d'acqua sospese nell'atmosfera: nuvole, nebbia, foschia, nebbia gelata.
  • Precipitazioni: pioggia, pioviggine, pioggia gelata, rovesci, grandine, neve, nevischio, graupel.
  • Deposizione di particelle: gelo, rugiada, gelo, ghiaccio.
  • Particelle trasportate dal vento: bufere di neve, getti d'onda.
  • Altri: Temporali, Las Vegas...

Litomateore: Sono meteore formate da particelle provenienti dalla superficie terrestre. Possono essere suddivisi in diverse tipologie.

  • Particelle sospese nell'atmosfera: nebbia, foschia di polvere, smog.
  • Particelle trasportate dal vento: bufera di neve, tempesta, vortici (polvere o sabbia).

Fotometeore: Sono meteore considerate ottiche o luminose. Questi includono arcobaleni, aloni solari o lunari, archi circumzenitali, fantasmi, superfici paralunari, nuvole iridescenti, miraggi, anelli episcopali, scintillazioni, ecc.

Elettrometeore: Sono di origine elettrica. Tra questi troviamo tempeste, fulmini, fulmini, aurore, fuoco di Sant'Elmo e altro ancora.

In astronomia, invece, i meteoriti vengono divisi in tre tipologie principali in base alla loro composizione. È bene chiarire che non vengono classificati in base ai fenomeni luminosi (meteoriti), ma in base agli elementi che compongono gli oggetti solidi. I diversi tipi sono:

  • Ferroso: Chiamati anche “sideriti”, sono oggetti metallici. Sono composti per il 90% da ferro (Fe), per il 9% da nichel (Ni) e per l'1% da altri elementi.
  • Roccioso: Chiamati anche “meteoriti” o “rocce”, sono oggetti di pietra. Sono composti da silicati leggeri, simili alle pietre della crosta terrestre. Sebbene rappresentino il tipo più comune di meteoroide, una volta raggiunta la superficie è difficile distinguerli dalle rocce terrestri.
  • Ferroso-roccioso: Sono oggetti di metallo-pietra. Presentano una combinazione intermedia tra le prime due tipologie.

Origine delle meteore

Le meteore, conosciute anche come stelle cadenti, hanno una storia lunga e complicata per quanto riguarda la loro origine. Si ritiene che le meteore siano resti della formazione del nostro sistema solare, così come frammenti di comete e asteroidi. Alcuni scienziati ritengono che abbiano origini extraterrestri, provenienti da altri pianeti o anche da altri sistemi stellari. Nonostante l’incertezza che circonda le loro origini, le meteore continuano ad affascinare e incuriosire le persone di tutto il mondo.

La dimostrazione dell'origine delle meteore in astronomia non fu possibile fino al 1800. Fu allora che gli studiosi tedeschi calcolarono l'altitudine alla quale erano visibili le meteore, portando alla conclusione che dovevano essere imparentate con oggetti extraterrestri.

Oggi, Siamo consapevoli che le meteore possono provenire da varie fonti. Alcuni potrebbero essere resti della formazione o della distruzione di corpi celesti più grandi, come pianeti o satelliti. Altri potrebbero provenire da frammenti di asteroidi che esistono nella fascia degli asteroidi del nostro sistema solare.

Spero che con queste informazioni tu possa imparare di più sui tipi di meteore e sulle loro caratteristiche.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.