Cosa sono, come si formano e tipi di onde

spuma

A tutti noi piace andare in spiaggia e goderci il bel tempo, prendere il sole e fare un bel bagno. Tuttavia, nelle giornate con vento forte, le onde ci impediscono di fare quel bagno rinfrescante. Sicuramente hai mai pensato a come quelle onde infinite che non finiscono mai, ma non sai perché o cosa siano veramente le onde.

Vuoi sapere cosa sono le onde del mare e come si formano?

Cos'è un'onda?

le onde sono increspature

Un'onda non è altro che un'increspatura dell'acqua che si trova sulla superficie del mare. Sono in grado di percorrere molti chilometri sul mare e, a seconda del vento, lo fanno a una velocità maggiore o minore. Quando le onde raggiungono la spiaggia, si rompono e finiscono il loro ciclo.

Origine

micro onde che raggiungono la spiaggia

Sebbene si pensi spesso che le onde siano causate dall'azione del vento, questo va anche oltre. Il vero produttore di un'onda non è il vento, ma il Sole. È il Sole che riscalda l'atmosfera terrestre, ma non lo rende uniforme dappertutto. Cioè, alcuni lati della Terra diventano più caldi per l'azione del Sole rispetto ad altri. Quando ciò accade, la pressione atmosferica continua a cambiare. Luoghi dove l'aria è più calda, la pressione atmosferica è più alta e si creano zone di stabilità e bel tempo, dove predominano gli anticicloni. D'altra parte, quando un'area non è così calda dal Sole, la pressione atmosferica è inferiore. Ciò fa sì che i venti si formino in una direzione di pressione più priva di pressione.

La dinamica del vento dell'atmosfera funziona in modo simile a quella dell'acqua. Il fluido, in questo caso il vento, tende ad andare da dove c'è più pressione a dove c'è meno. Maggiore è la differenza di pressione tra una zona e l'altra, maggiore sarà il vento che darà origine a tempeste.

Quando il vento inizia a soffiare e colpisce la superficie del mare, le particelle d'aria sfiorano le particelle d'acqua e iniziano a formarsi piccole onde. Queste sono chiamate onde capillari e non sono altro che piccole onde lunghe solo pochi millimetri. Se il vento soffia fino a diversi chilometri di distanza, le onde capillari diventano più grandi e portano a onde più grandi.

Fattori coinvolti nella sua formazione

onde nel mare

Ci sono diversi fattori che possono condizionare la formazione di un'onda e le sue dimensioni. Chiaramente, venti più forti generano onde più alte, ma dobbiamo anche tenere conto della velocità e dell'intensità dell'azione del vento e del tempo che rimane a una velocità stabile. Altri fattori che condizionano la formazione di diversi tipi di onde sono l'area interessata e la profondità. Man mano che le onde si avvicinano alla riva, si muovono più lentamente a causa della minore profondità, mentre la cresta aumenta di altezza. Il processo continua fino a quando l'area sollevata si sposta più velocemente della parte sottomarina, a quel punto il movimento si destabilizza e l'onda si rompe.

Esistono altri tipi di onde più basse e arrotondate che si formano dalla differenza di pressione, temperatura e salinità delle zone adiacenti. Queste differenze fanno muovere le acque e danno origine a correnti che formano piccole onde. Questo è chiamato sfondo di onde del mare.

Le onde più comuni che vediamo in spiaggia di solito hanno un'altezza compresa tra 0,5 e 2 metri e una lunghezza compresa tra 10 e 40 metri, anche se ci sono onde che possono raggiungere i 10 e 15 metri di altezza.

Un altro modo per produrre

tsunami

C'è un altro processo naturale che dà anche origine alla formazione delle onde e non è il vento. Si tratta di terremoti. I terremoti sono processi geologici che, se si verificano nella zona marittima, possono formare onde gigantesche chiamate tsunami.

Quando si verifica un terremoto sul fondo del mare, il cambiamento improvviso che si verifica in superficie provoca la generazione di onde di centinaia di chilometri intorno a quell'area. Queste onde si muovono a velocità incredibilmente elevate attraverso l'oceano, raggiungendo i 700 km / h. Questa velocità può essere paragonata a quella di un aereo a reazione.

Quando le onde di marea sono lontane dalla riva, le onde si muovono a pochi metri di altezza. È quando si avvicina alla costa quando salgono tra i 10 ei 20 metri di altezza e sono autentiche montagne d'acqua che impattano sulle spiagge e provocano gravi danni agli edifici circostanti ea tutte le infrastrutture della zona.

Gli tsunami hanno causato numerosi disastri nel corso della storia. Per questo molti scienziati studiano i tipi di onde che si formano nel mare al fine di rendere la costa più sicura e, inoltre, per poter sfruttare la grande quantità di energia che viene rilasciata in esse per generare elettricità come processo rinnovabile.

Tipi di onde

Esistono diversi tipi di onde a seconda della forza e dell'altezza che hanno:

  • Onde libere o oscillanti. Si tratta di onde che si trovano in superficie e sono dovute alle variazioni del livello del mare. In essi l'acqua non avanza, descrive solo una virata quando si va su e giù quasi nello stesso punto in cui ha avuto origine il sollevamento dell'onda.

onde oscillanti

  • Onde di traduzione. Queste onde si verificano vicino alla riva. Man mano che avanzano, toccano il fondo del mare e finiscono per schiantarsi contro la costa, formando molta schiuma. Quando l'acqua ritorna di nuovo si forma la sbornia.

onde di traduzione

  • Onde forzate. Questi sono prodotti dall'azione violenta del vento e possono essere molto elevati.

onde forzate

Come conseguenza del riscaldamento globale, il livello del mare è in aumento e le onde danneggeranno sempre più la costa. Per questo è fondamentale conoscere tutto il possibile sulla dinamica delle onde per rendere le nostre coste un luogo più sicuro.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.