scie di condensazione

scie di condensazione sugli aerei

Le scie di condensazione sono nuvole ghiacciate, lunghe file che a volte compaiono al passaggio di un aereo e sono causate dalla condensazione del vapore acqueo contenuto nelle emissioni dei motori. Talvolta si formano anche altri tipi di scie di condensazione sulle punte delle ali, a causa della condensazione dei vapori atmosferici causata dal calo di pressione e temperatura che si verifica al passaggio dell'aeromobile, ma quest'ultima solitamente si verifica durante il decollo e l'atterraggio, non durante volo ad alti livelli, e durano molto meno.

Per questo dedicheremo questo articolo a raccontarvi tutto ciò che c'è da sapere sulle scie di condensazione e le loro caratteristiche.

caratteristiche principali

aerei e scie di condensazione

I motori degli aerei emettono vapore acqueo, anidride carbonica (CO2), tracce di ossidi di azoto (NOx), idrocarburi, monossido di carbonio, gas solforati e fuliggine e particelle di metallo. Di tutti questi gas e particelle, il vapore acqueo è l'unico associato alla formazione di scie di condensazione.

Per formare una grande scia di condensazione dietro un aeromobile in rotta, sono necessarie determinate condizioni di temperatura e umidità per consentire la condensazione del vapore acqueo emesso dai motori. I gas di zolfo possono aiutare perché aiutano a formare piccole particelle che possono fungere da nuclei di condensazione, ma generalmente comunque.

Ci sono abbastanza particelle nell'atmosfera per agire come nuclei di condensazione. I restanti gas e particelle emessi dal motore dell'aeromobile non influenzano la formazione della scia.

Quando i gas emessi dall'aereo si mescolano con l'aria circostante, si raffreddano rapidamente, se c'è abbastanza umidità nell'atmosfera per raffreddare la miscela. Quando viene raggiunta la saturazione, il vapore acqueo condensa. Il contenuto di umidità della miscela, ovvero se raggiunge la saturazione, dipenderà dalla temperatura e dall'umidità dell'aria, nonché dalla quantità di vapore acqueo e dalla temperatura delle emissioni dell'aeromobile.

Come si formano

formazioni nuvolose

A seconda della quantità di aria e gas espulsi, dello scambio di temperatura e del contenuto di umidità, le scie di condensazione possono diventare più dense, più persistenti e favorire la formazione di nubi, o altrimenti iniziare a dissiparsi rapidamente.

Naturalmente, nell'atmosfera, soprattutto ad alti livelli, i livelli di umidità e le fluttuazioni dell'aria lasciano il posto alla formazione di cirri o cirrie talvolta possono essere abbastanza simili alle scie di condensa lasciate da un aeroplano o da qualsiasi tipo di aeromobile. Per distinguerli è necessario effettuare un'analisi delle osservazioni meteorologiche e determinare a quale livello dell'atmosfera si trovano e qual è la loro fonte di formazione.

Uno degli strumenti più comuni per vederli più in dettaglio sono le immagini satellitari riprese dallo spazio. Osservazioni scientifiche hanno stabilito che le scie di condensazione durano solo pochi secondi o minuti quando l'aria nell'atmosfera è secca, ma quando l'aria è umida, le scie di condensazione possono durare più a lungo ed espandersi in ampi nubi simili a cirri, generalmente lo stesso che circa la stessa fonte naturale

Le scie di condensazione in genere riducono la quantità di radiazione solare che raggiunge la superficie terrestre, aumentando così la quantità di radiazione infrarossa assorbita dall'atmosfera, proprio come i cirri con caratteristiche simili.

Tipi di scie di condensazione

scie di condensazione

Una volta formata una scia di condensazione, la sua evoluzione dipende dalle condizioni atmosferiche. Quindi possiamo vedere i tre tipi di scie citati nel poster:

  • percorsi brevi: queste sono le piccole linee bianche che vediamo dietro l'aereo che scompaiono quasi alla stessa velocità con cui l'aereo passa. Si verificano quando la quantità di vapore acqueo nell'atmosfera è bassa e quindi le particelle di ghiaccio che formano la scia tornano rapidamente al loro stato gassoso.
  • Scie persistenti che non si propagano: queste sono lunghe linee bianche che persistono dopo il passaggio di un aereo, ma non crescono o si diffondono. Si verificano quando l'umidità atmosferica è elevata, quindi le scie di condensazione non evaporano (più precisamente, non sublimano) e possono durare per ore.
  • Scie persistenti che rimangono: man mano che la nuvola cresce, le linee diventano più spesse, più larghe e di forma irregolare. Ciò accade quando l'umidità nell'atmosfera è molto vicina al livello di condensazione, il vapore acqueo nell'atmosfera può facilmente condensarsi in particelle di ghiaccio sulla scia. Se c'è anche qualche instabilità e turbolenza, la traiettoria ha una forma irregolare. Questi sentieri possono essere spostati anche dal vento.

Previsione di contrail

La prima menzione di scie di condensazione risale alla fine della prima guerra mondiale, quando gli aerei potevano volare ad alta quota. Vengono date loro le condizioni della loro formazione. Fino all'inizio della seconda guerra mondiale erano considerati solo una curiosità, ma durante la guerra, le scie di condensazione sono diventate un argomento molto interessante perché potevano rivelare la posizione di un aeroplano. Così, in diversi paesi, hanno cominciato a indagare le cause e le condizioni della loro formazione. Nel 1953 l'americano Appleman pubblicò il grafico che permette di determinare se ea quale livello si formeranno scie di condensazione conoscendo le condizioni di temperatura e umidità in alta quota.

In queste condizioni sono possibili scie di condensazione (se c'è abbastanza umidità nell'atmosfera circostante) Al di sopra del livello di 400 hPa, corrisponde a un'altitudine di circa 7 km. e sempre più probabile che sia a livelli più alti fino a quando non è quasi certo (anche con 0% di umidità nell'atmosfera) Sopra circa 280 hPa (punti segnati in rosso), cioè poco sopra i 9 km di altezza.

disturbi atmosferici

Molte attività umane hanno effetti dannosi sull'atmosfera e queste linee nel cielo sono un buon esempio. I gas emessi dagli aerei sono inquinanti che danneggiano direttamente e indirettamente l'atmosfera. Quando il gas inquinante si combina con il vapore, le goccioline d'acqua nella nuvola si acidificano e i contaminanti alla fine si depositano in superficie.

L'aumento delle compagnie aeree negli ultimi anni ha portato ad un aumento delle scie di condensazione, che ovviamente incide sul processo naturale di scambio delle radiazioni e dell'illuminazione del sole con la terra, una condizione che provoca un riscaldamento o un raffreddamento irregolare della Terra. l'atmosfera.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sulle scie di condensazione, le loro caratteristiche e la loro formazione.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.