quando si formò il sole

quando si formò il sole

Grazie al sole possiamo avere la vita sul nostro pianeta. La terra si trova in una zona chiamata zona abitabile in cui, grazie alla distanza dal sole, possiamo aggiungere vita. Tuttavia, gli scienziati hanno sempre messo in discussione quando si è formato il sole e da lì come è stato generato il sistema solare che abbiamo oggi.

In questo articolo vi raccontiamo quando si è formato il sole, le sue caratteristiche e la sua importanza.

Cos'è il sole

sistema solare

Chiamiamo il sole la stella più vicina al nostro pianeta (149,6 milioni di km). Tutti i pianeti del sistema solare gli orbitano attorno, attratti dalla sua gravità, e le comete e gli asteroidi che li accompagnano. Il Sole è una stella abbastanza comune nella nostra galassia, cioè non si distingue per essere molto più grande o più piccola delle altre stelle.

È una nana gialla G2 che sta attraversando la sequenza principale della sua vita. Si trova in un braccio a spirale alla periferia della Via Lattea, a circa 26.000 anni luce dal suo centro. È abbastanza grande da rappresentare il 99% della massa del sistema solare, o 743 volte la massa di tutti i pianeti dello stesso pianeta messi insieme (circa 330.000 volte la massa della Terra).

Il sole, invece, Ha un diametro di 1,4 milioni di chilometri ed è l'oggetto più grande e luminoso nel cielo terrestre., la sua presenza distingue il giorno dalla notte. A causa della sua costante emissione di radiazioni elettromagnetiche (compresa la luce percepita), il nostro pianeta riceve calore e luce, rendendo possibile la vita.

quando si formò il sole

quando il sole si è formato per la prima volta

Come tutte le stelle, il Sole si è formato da gas e altra materia che faceva parte di una nube di grandi molecole. La nube collassò sotto la sua stessa gravità 4.600 miliardi di anni fa. L'intero sistema solare proviene dalla stessa nuvola.

Alla fine, la materia gassosa diventa così densa da innescare una reazione nucleare che "accende" il nucleo della stella. Questo è il processo di formazione più comune per questi oggetti.

Man mano che l'idrogeno del sole viene consumato, viene convertito in elio. Il Sole è una gigantesca sfera di plasma, quasi completamente circolare, composto principalmente da idrogeno (74,9%) ed elio (23,8%). Inoltre, contiene oligoelementi (2%) come ossigeno, carbonio, neon e ferro.

L'idrogeno, il materiale combustibile del sole, si converte in elio quando viene consumato, lasciando uno strato di "cenere di elio". Questo strato aumenterà man mano che la stella completa il suo ciclo di vita principale.

Struttura e caratteristiche

caratteristiche del sole

Il nucleo occupa un quinto della struttura del sole. Il sole è sferico e leggermente schiacciato ai poli a causa del suo moto rotatorio. Il suo equilibrio fisico (forza idrostatica) è dovuto al contrappeso interno dell'enorme forza gravitazionale che gli conferisce la sua massa e alla spinta dell'esplosione interna. Questa esplosione è prodotta dalla reazione nucleare della massiccia fusione dell'idrogeno.

È strutturato a strati, come una cipolla. Questi strati sono:

  • Nucleo. La zona più interna. Occupa un quinto della stella e ha un raggio totale di circa 139.000 km. È qui che si è verificata un'enorme esplosione atomica sul sole. L'attrazione gravitazionale nel nucleo è così forte che l'energia generata in questo modo impiegherebbe un milione di anni per risalire in superficie.
  • Zona radiante. È costituito da plasma (elio e idrogeno ionizzato). Quest'area consente all'energia interna del sole di irradiarsi facilmente verso l'esterno, riducendo notevolmente la temperatura in quest'area.
  • zona di convezione. In questa regione il gas non è più ionizzato, quindi è più difficile che l'energia (fotoni) fuoriesca verso l'esterno e deve avvenire per convezione termica. Ciò significa che il fluido si riscalda in modo non uniforme, causando espansione, perdita di densità e correnti ascendenti e discendenti, proprio come le maree.
  • Fotosfera. Questa è la regione che emette luce visibile dal sole. Si ritiene che siano grani luminosi sulla superficie più scura, sebbene sia uno strato leggero profondo da 100 a 200 chilometri che si ritiene sia la superficie del Sole. Macchie solari, dovute alla creazione di materia nella stella stessa.
  • Cromosfera. Lo strato esterno della fotosfera stessa è più traslucido e più difficile da vedere perché è oscurato dal bagliore dello strato precedente. Misura circa 10.000 chilometri di diametro e durante un'eclissi solare può essere visto con una tonalità rossastra all'esterno.
  • Corona solare. Questi sono gli strati più sottili dell'atmosfera solare esterna e sono significativamente più caldi rispetto agli strati più interni. Questo è uno dei misteri irrisolti della natura del sole. C'è una bassa densità di materia e un intenso campo magnetico, attraverso il quale energia e materia viaggiano a velocità molto elevate. Inoltre, è la fonte di molti raggi X.

temperatura solare

La temperatura del sole varia da regione a regione ed è molto alta in tutte le regioni. Al suo interno si registrano temperature vicine a 1,36 x 106 Kelvin (circa 15 milioni di gradi Celsius), mentre in superficie scende a circa 5778 K (circa 5505 °C) e quindi di nuovo in cima a 1 o 2 Rise x 105 Kelvin.

Il sole emette molte radiazioni elettromagnetiche, alcune delle quali possono essere viste come luce solare. Questa luce ha una gamma di potenza di 1368 W/m2 e una distanza di un'unità astronomica (AU), che è la distanza dalla Terra al sole.

Questa energia è attenuata dall'atmosfera del pianeta, consentendo il passaggio di circa 1000 W/m2 a mezzogiorno luminoso. La luce solare è composta per il 50% da luce infrarossa, per il 40% da luce dello spettro visibile e per il 10% da luce ultravioletta.

Come puoi vedere, è grazie a questa stella media che possiamo avere la vita sul nostro pianeta. Spero che con queste informazioni possiate saperne di più su quando si è formato il sole e sulle sue caratteristiche.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.