Cosa sta facendo il cambiamento climatico ai nostri mari?

il cambiamento climatico colpisce i mari

Come abbiamo già detto in altre occasioni, il cambiamento climatico colpisce ogni angolo del pianeta. E, naturalmente, non sarebbe stato di meno nei mari e negli oceani. I suoi effetti devastanti stanno cambiando le condizioni di vita in tutti i mari del pianeta.

Per adesso, l'effetto che sta modificando maggiormente le condizioni di vita nei mari è l'aumento delle temperature nelle acque superficiali. Cosa sta facendo il cambiamento climatico ai nostri mari?

Aumento della temperatura del mare

la temperatura dei mari sta aumentando

Le temperature delle acque superficiali stanno aumentando e con essa il fitoplancton, che è la base di tutto il cibo per la catena alimentare nei mari, sta diminuendo. I fenomeni meteorologici e le variazioni di temperatura causano cambiamenti nelle correnti oceaniche.

In che modo i cambiamenti nelle correnti oceaniche possono influenzare le specie? È molto semplice, il fitoplancton è costituito da piante microscopiche che fioriscono e si trovano nell'acqua. Man mano che le correnti ei loro modelli di circolazione cambiano, il cibo di molte specie che lo sostengono cambia posizione. In questo modo costringono la specie a spostarsi e modificare il proprio habitat, correndo il rischio di affrontare altre tipologie di predatori più letali e costringendosi ad adattarsi alle nuove condizioni.

Tutto ciò provoca impatti più negativi sugli ecosistemi marini e riduce le possibilità di sopravvivenza di molte specie.

Uno studio sui cambiamenti climatici nei mari

la fotosintesi nei mari e negli oceani sta diminuendo a causa dei cambiamenti climatici

Uno studio ha identificato le sei aree principali del pianeta che dovrebbero essere salvaguardate se si vuole che la vita continui a esistere nel mare. Lo studio è condotto da ricercatori australiani, neozelandesi e spagnoli. Al fine di indagare le caratteristiche degli ecosistemi e come il cambiamento climatico li influenza, hanno utilizzato i dati di una costellazione di satelliti raccolti negli ultimi 30 anni per scoprire come il cambiamento climatico sta influenzando i mari dell'intero pianeta.

Grazie allo sviluppo della tecnologia è stato possibile ottenere immagini di come il cambiamento climatico influenzi i mari di tutto il mondo in una risoluzione grafica non raggiunta fino ad ora. Sebbene la fisica di base affermi che le condizioni in un mezzo liquido finiscono per essere le stesse ovunque, nella vastità dell'oceano le cose non stanno così. Per questo il riscaldamento globale non è lo stesso in tutte le acque e non è solo una questione di latitudine.

Effetti del cambiamento climatico sui mari

lo scongelamento provoca cambiamenti nelle correnti dei mari

Gli effetti che il cambiamento climatico sta provocando sui mari, o almeno i più notevoli e immediati, sono:

  • Riscaldamento delle acque superficiali
  • Diminuzione della produzione di clorofilla nelle piante
  • Cambiamenti nei modelli delle correnti oceaniche

Lo studio è stato pubblicato in Anticipi Scienzae mostra due tendenze opposte. Da una parte, il riscaldamento delle acque superficiali non ha smesso di aumentare dagli anni '80 del secolo scorso. D'altra parte, da allora la concentrazione di clorofilla per metro cubo non ha smesso di diminuire. Il lavoro ha misurato anche una terza variabile: le correnti marine, quelle responsabili della distribuzione del calore in tutto il pianeta e, insieme ai movimenti atmosferici, anche quelle del tempo meteorologico. Sebbene vi sia una grande eterogeneità, in generale questi fiumi marini stanno rallentando.

La combinazione di tutti questi fattori è il modo in cui gli scienziati sono stati in grado di specificare in ciascuna area e sono stati in grado di misurare gli impatti dei cambiamenti climatici su scala regionale e locale. Le regioni polari sono quelle che stanno subendo un aumento relativo maggiore delle temperature delle loro acque ed è qui che, quando entra in azione l'acqua dolce della fusione, sconvolge le correnti marine. In termini di biodiversità, sia l'Atlantico settentrionale che la frangia settentrionale del Pacifico stanno vivendo un riscaldamento il cui impatto sulla biodiversità marina è ancora da determinare.

Come puoi vedere, il cambiamento climatico sta interessando tutti gli angoli del pianeta e più viene studiato, maggiore è la consapevolezza che gli effetti sono reali e non smettono di aumentare.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Maria di Los Angeles Quesada Rivera suddetto

    È scioccante ciò che sta accadendo alla fine del mondo con così tanta aggressività ambientale