Cos'è la pressione atmosferica e come funziona?

Pressione atmosferica

In meteorologia, pressione atmosferica È qualcosa di molto importante da tenere in considerazione quando si predice e si studia il comportamento del clima. Nuvole, cicloni, tempeste, venti, ecc. Sono in gran parte condizionati dalle variazioni della pressione atmosferica.

Tuttavia, la pressione atmosferica non è qualcosa di tangibile, qualcosa che può essere visto ad occhio nudo, quindi ci sono molte persone che capiscono il concetto, ma non sanno davvero cosa sia.

Cos'è la pressione atmosferica?

Anche se sembra no l'aria è pesante. Non siamo consapevoli del peso dell'aria poiché siamo immersi in essa. L'aria offre resistenza quando camminiamo, corriamo o viaggiamo in un veicolo, perché, come l'acqua, è un mezzo attraverso il quale viaggiamo. La densità dell'acqua è molto più alta di quella dell'aria, ecco perché in acqua ci costa di più muoversi.

In qualche modo, l'aria esercita una forza su di noi e su tutto. Perciò, Possiamo definire la pressione atmosferica come la forza esercitata dall'aria atmosferica sulla superficie terrestre. Maggiore è l'altezza della superficie terrestre rispetto al livello del mare, minore è la pressione dell'aria.

In quali unità viene misurata la pressione atmosferica?

È logico pensare che se la pressione atmosferica è dovuta al peso dell'aria su un certo punto della superficie terrestre, dobbiamo supporre che più alto è il punto, minore sarà la pressione, poiché la quantità di aria per sopra. La pressione atmosferica viene misurata così come la velocità, il peso, ecc. È misurato in atmosfere, millibar o mm Hg (millimetri di mercurio). Normalmente si prende come riferimento la pressione atmosferica che esiste a livello del mare. Ci vuole un valore di 1 atmosfera, 1013 millibar o 760 mm Hg e un litro d'aria pesa 1,293 grammi. L'unità più utilizzata dai meteorologi è quella dei millibar.

Equivalenze delle misure di pressione atmosferica

Come viene misurata la pressione atmosferica?

Per poter misurare la pressione di un fluido, i manometri. Il più utilizzato e il più facile da usare è il manometro a tubo aperto. È fondamentalmente un tubo a forma di U che contiene un liquido. Un'estremità del tubo è alla pressione da misurare e l'altra è a contatto con l'atmosfera.

a Misurare la pressione dell'aria o atmosferica utilizzando i barometri. Esistono barometri di vario tipo. Il più noto è il barometro a mercurio inventato da Torricelli. È un tubo a forma di U con un ramo chiuso in cui è stato disegnato il vuoto, in modo che la pressione nella parte più alta di questo ramo sia zero. In questo modo è possibile misurare la forza esercitata dall'aria sulla colonna di liquido e misurare la pressione atmosferica.

Ecco come viene misurata la pressione atmosferica

Come abbiamo accennato prima, la pressione atmosferica è dovuta al peso dell'aria su un certo punto della superficie terrestre, quindi più alto è questo punto, minore è la pressione, poiché meno è la quantità d'aria che c'è. Possiamo dire che la pressione atmosferica diminuisce di altitudine. Ad esempio, su una montagna la quantità d'aria nella parte più alta è inferiore a quella su una spiaggia, a causa del dislivello.

Un altro esempio più esatto è il seguente:

Il livello del mare è preso come riferimento, dove la pressione atmosferica ha valori di 760 mm Hg. Per verificare che la pressione atmosferica diminuisca in altezza, andiamo su una montagna la cui vetta più alta è a circa 1.500 metri sul livello del mare. Effettuiamo la misura e si scopre che a quell'altezza la pressione atmosferica è di 635 mm Hg. Con questo piccolo esperimento controlliamo che la quantità d'aria in vetta alla montagna sia inferiore a quella a livello del mare e, quindi, la forza esercitata dall'aria sulla superficie e su di noi è minore.

Variazione della pressione atmosferica in altezza

Pressione atmosferica e altitudine

Un punto importante da tenere a mente è la pressione atmosferica non diminuisce proporzionalmente in altezza poiché l'aria è un fluido che può essere altamente compresso. Questo spiega che l'aria più vicina alla superficie del suolo è compressa dal peso stesso dell'aria. Cioè, i primi strati d'aria vicino al suolo contiene più aria in quanto pressata dall'aria superiore (l'aria in superficie è più densa, poiché c'è più aria per unità di volume), quindi la pressione è maggiore in superficie e non diminuisce proporzionalmente poiché la quantità di L'aria non diminuisce costantemente in altezza.

In questo modo possiamo dire che trovandosi vicino al livello del mare, fare una piccola salita in quota provoca un forte calo di pressione, mentre saliamo più in alto, dobbiamo salire molto più in alto per sperimentare una diminuzione della pressione atmosferica nella stessa misura.

Densità dell'aria in quota

Densità dell'aria in quota

Qual è la pressione a livello del mare?

La pressione atmosferica al livello del mare è 760 mm Hg, l'equivalente di 1013 millibar. Maggiore è l'altitudine, minore è la pressione; infatti si riduce di 1mb per ogni metro che saliamo.

In che modo la pressione atmosferica influisce sul nostro corpo?

Normalmente ci sono cambiamenti nella pressione atmosferica quando ci sono tempeste, instabilità atmosferica o forti venti. L'arrampicata in altezza colpisce anche il corpo. Gli alpinisti sono le persone che soffrono maggiormente di questi tipi di sintomi a causa dei cambiamenti di pressione mentre scalano le montagne.

I sintomi più comuni sono mal di testa, sintomi gastrointestinali, debolezza o affaticamento, instabilità o vertigini, disturbi del sonno, tra gli altri. La misura più efficace contro la comparsa dei sintomi del mal di montagna è la discesa a quote più basse, anche se sono solo poche centinaia di metri.

Sintomi della pressione atmosferica

Molti alpinisti soffrono di mal di testa quando salgono troppo in alto.

Pressione e instabilità o stabilità atmosferica

L'aria ha una dinamica piuttosto semplice ed è correlata alla sua densità e temperatura. L'aria più calda è meno densa e l'aria più fredda è più densa. Ecco perché quando l'aria è più fredda tende a scendere di quota e viceversa quando è più calda. Questa dinamica dell'aria provoca cambiamenti nella pressione atmosferica provocando instabilità o stabilità nell'ambiente.

Stabilità o anticiclone

Quando l'aria è più fredda e scende, la pressione atmosferica aumenta poiché c'è più aria in superficie e quindi esercita più forza. Ciò causa a stabilità atmosferica o anche chiamato anticiclone. Una situazione di anticiclone Si caratterizza per essere una zona di calma, senza venti poiché l'aria più fredda e pesante scende lentamente in direzione circolare. L'aria gira quasi impercettibilmente in senso orario nell'emisfero settentrionale e in senso antiorario nell'emisfero meridionale.

Un anticiclone su una mappa della pressione atmosferica

Un anticiclone su una mappa della pressione atmosferica

Ciclone o burrasca

Al contrario, quando l'aria calda sale, riduce la pressione atmosferica e provoca instabilità. È chiamato ciclone o tempesta. Il vento si muove sempre in una direzione preferenziale rispetto a quelle zone con pressione atmosferica inferiore. Cioè, ogni volta che un'area ha una tempesta, il vento sarà maggiore, perché essendo un'area di pressione inferiore, il vento andrà lì.

Una raffica su una mappa della pressione atmosferica

Una raffica su una mappa della pressione atmosferica

Un altro aspetto da tenere presente è che l'aria fredda e l'aria calda non si mescolano immediatamente a causa della loro densità. Quando queste sono in superficie, l'aria fredda spinge verso l'alto l'aria calda provocando cali di pressione e instabilità. Si forma quindi un temporale in cui viene chiamata l'area di contatto tra aria calda e fredda davanti.

Mappe meteorologiche e pressione atmosferica

I mappe meteorologiche sono realizzati da meteorologi. Per fare questo, usano le informazioni che raccolgono da stazioni meteorologiche, aeroplani, mongolfiere e satelliti artificiali. Le mappe prodotte rappresentano le situazioni atmosferiche nei diversi paesi e aree studiate. Vengono visualizzati i valori di alcuni fenomeni meteorologici quali pressione, vento, pioggia, ecc.

Le mappe meteorologiche che ci interessano in questo momento sono quelle che ci mostrano le pressioni atmosferiche. Su una mappa della pressione le linee di uguale pressione atmosferica sono chiamate isobare. Cioè, al variare della pressione atmosferica, sulla mappa appariranno più linee isobare. I fronti si riflettono anche nelle mappe di pressione. Grazie a queste tipologie di mappe è possibile determinare com'è il tempo e come si evolverà nelle prossime ore con un grado di affidabilità molto alto, fino ad un limite di tre giorni.

Mappa Isobar

Mappa Isobar

In queste mappe, le aree con la pressione atmosferica più alta mostrano una situazione anticiclone e le aree con la pressione minore mostrano tempeste. I fronti caldo e freddo sono determinati da simboli e predicono la situazione che avremo durante la giornata.

Fronti freddi

I fronti freddi sono quelli in cui la massa d'aria fredda sostituisce l'aria calda. Sono forti e possono causare disturbi atmosferici come temporali, rovesci, tornado, forti venti e brevi tempeste di neve prima che il fronte freddo passi, accompagnati da condizioni asciutte mentre il fronte si muove in avanti. A seconda del periodo dell'anno e della sua posizione geografica, i fronti freddi possono presentarsi in successione da 5 a 7 giorni.

Fronte freddo

Fronte freddo

Fronte caldo

I fronti caldi sono quelli in cui una massa d'aria calda sostituisce gradualmente l'aria fredda. In genere, con il passaggio del fronte caldo, la temperatura e l'umidità aumentano, la pressione cala e sebbene il vento cambi, non è così pronunciato come quando passa un fronte freddo. Le precipitazioni sotto forma di pioggia, neve o pioviggine si trovano generalmente all'inizio di un fronte superficiale, così come piogge convettive e tempeste.

Fronte caldo

Fronte caldo

Con questi aspetti basilari della meteorologia puoi già sapere bene cos'è la pressione atmosferica e come funziona sul nostro pianeta. Per essere in grado di conoscere bene cosa ci dicono i meteorologi nelle previsioni del tempo e per essere in grado di analizzare e comprendere di più la nostra atmosfera.

Scopri tutto sul barometro, lo strumento con cui si misura la pressione atmosferica:

Articolo correlato:
barometro

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

2 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Rodolfo Gabriele David suddetto

    Che pressione c'è all'altezza alla quale viaggiano gli aerei commerciali?

    C'è o conosci qualche grafico che mostra la variazione della pressione dal mare all'uscita dell'atmosfera?

    grazie
    Rodolfo

  2.   Saul Leiva suddetto

    Ottimo articolo Complimenti rispondo alla mia domanda.