Pianura abissale

Quando parliamo del fondale oceanico e della struttura generale degli oceani, parliamo del pianura abissale. Le persone spesso confondono questo termine con Piattaforma continentale, ma presenta più differenze. La pianura abissale è quella che chiamiamo la porzione di continente che sprofonda nell'oceano e forma una superficie con andamento piatto. Normalmente ha una profondità compresa tra 2.000 e 6.000 metri sotto il livello del mare.

In questo articolo vi parleremo di tutte le caratteristiche, l'importanza, la flora e la fauna della pianura abissale.

caratteristiche principali

È una porzione della superficie continentale che è molto facile da identificare poiché il suo profilo è quasi completamente orizzontale. Ci sono grandi differenze morfologiche con il terreno acquatico che lo circonda. Di solito ci sono ripidi dislivelli come pendii continentali prima di raggiungere le pianure abissali. Superata questa morfologia troviamo anche nuove brusche cadute. Queste cadute sono le trincee oceaniche e gli abissi abissali.

Ci sono scienziati che stimano che tutti questi dolci pendii degli oceani possono formare il 40% del fondo oceanico. Grazie a queste terre così piatte e profonde, si possono trovare i più grandi depositi di sedimenti dell'intero pianeta. La caratteristica principale si può dire che il suo terreno è quasi completamente pianeggiante. Hanno una piccola inclinazione ma è praticamente impercettibile per le vaste estensioni in cui si sviluppa.

In tutte le pianure abissali si depositano diverse quantità di sedimenti causati da processi naturali al di fuori del continente. Questi processi principalmente causati da agenti geologici solo fattori esterni che provocano il deposito di sedimenti in mare. I sedimenti viaggiano attraverso le correnti e si depositano a diverse profondità, coprendo le lacune. Grazie a questo, si formano le pianure registrano fino a 800 metri di materiale sedimentato.

La luce solare di solito non raggiunge queste profondità, quindi la temperatura è estremamente bassa. Ci sono zone in cui la temperatura raggiunge quasi il punto di congelamento. Con queste condizioni ambientali estreme si sviluppa una flora e una fauna specifiche. È un errore pensare che la vita non si sviluppi in questa regione. Tutti gli esseri viventi finiscono per adattarsi alle condizioni ambientali esistenti.

Posizione ed elementi della pianura abissale

La maggior parte di queste pianure sono concentrate nell'Oceano Atlantico. Ci sono alcune pianure nell'Oceano Indiano ma occupano un'area minore. Gli elementi principali che hanno le pianure abissali sono i seguenti:

  • Colline vulcaniche: sono elementi che si sono formati grazie all'accumulo di materiale. Questo materiale proviene da eruzioni vulcaniche sottomarine. Il materiale si accumula dopo gli eventi di diverse eruzioni e crea una piccola cresta con bordi e pareti laterali ben definiti.
  • Isole vulcaniche: È un'altra forma di rilievo che queste pianure esistano e sono colline vulcaniche che, per la loro attività costante e abbondante, sono emerse in superficie. A volte si elevano anche di diverse centinaia di metri sul livello del mare.
  • Prese d'aria idrotermiche: Si tratta di aree con strane formazioni in cui emanano acque ad altissima temperatura. Sebbene l'ambiente circostante di queste prese d'aria sia di circa 2 gradi, vicino al congelamento, l'acqua con temperature comprese tra 60 e 500 gradi può fuoriuscire da queste prese d'aria. Va tenuto presente che a queste profondità dove si trovano le pianure abissali c'è una grande pressione e l'acqua è in grado di mantenere il suo stato liquido nonostante la sua alta temperatura. Questo è noto come fluido supercritico. La combinazione di pressione e concentrazione di salinità significa che l'acqua può cambiare le sue proprietà fisiche ed è continuamente nell'intervallo tra liquido e gas.
  • Filtrazione a freddoSebbene non sia un elemento fisico in quanto tale, è un fenomeno che si verifica solo in questa pianura. È una specie di laguna in cui si concentrano una grande quantità di idrocarburi, idrogeno solforato e metano. Questi gas galleggiano nelle profondità. Si potrebbe dire che è come se fosse una goccia d'olio in un bicchiere d'acqua, fosse di grande scala. Nel tempo queste concentrazioni vengono decantate e degradate fino a scomparire.
  • Guyot: è un'altra formazione la cui origine è vulcanica. È una struttura rocciosa di forma tubolare e talvolta riesce ad affiorare in superficie. Tuttavia, la sua sommità è quasi appiattita, il che indica che potrebbe essere stata erosa dall'azione del vento.

Flora e fauna della pianura abissale

Pianura abissale

Quando queste pianure furono scoperte, si pensava che fossero vaste distese di terra senza vita. Come per i deserti dei continenti, lo stesso valeva per queste pianure nell'oceano profondo. Quando si ha una grande complicazione nel visitare queste pianure si è pensato che non ci fosse vita sia di flora che di fauna. Tuttavia, numerosi studi hanno scoperto una grande biodiversità di specie che interagiscono sia in questi luoghi che nelle strutture circostanti.

Dal momento che in queste profondità la luce del sole non arriva non esiste nessun tipo di specie vegetale capace di fotosintesi. Dove la vita può essere concentrata è nelle bocchette idrotermali che è dove avviene un processo di conversione del calore. Qui si verifica anche la chemiosintesi, che è un processo utilizzato dalle specie vegetali essere parte della catena alimentare dei fondali marini.

Quanto alla fauna, se è più ricca e diversificata. Ci sono circa 17000-20000 specie, anche se potrebbero essercene di più. Ci sono invertebrati come crostacei, accusati, lumache, batteri, protozoi e pesci dall'aspetto un po 'spettrale e strano. Queste specie sono scarsamente studiate a causa della difficoltà di raggiungere il fondo dell'oceano.

Come puoi vedere si tratta di luoghi ancora sconosciuti all'uomo ma pieni di segreti e curiosità. Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sulle pianure abissali.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.