Perché l'oceano è importante?

oceano

L'oceano, dimora di molti animali ed esseri vegetali. Raramente ci fermiamo a pensare all'influenza che ha sul clima, dopo che tutte le nostre vite sono sulla superficie terrestre. Tuttavia, il nostro pianeta è coperto dal 70% d'acqua; cioè, la nostra quotidianità è concentrata solo nel 30%. Inoltre, gli oceani contengono quasi tutta l'acqua sulla Terra: circa il 97%. Il restante 3% si trova nei polacchi.

In questo speciale scopriremo perché l'oceano è importante per capire il clima e come il riscaldamento globale può cambiarlo.

L'importanza degli oceani

Artico

Gli oceani sono regolatori termici, assorbendo anidride carbonica. Poiché coprono quasi l'intero pianeta, una grande quantità di CO2 viene assorbita dalle sue acque. Di notte emettono il calore che assorbivano durante il giorno, quando c'era la luce del sole; ma non solo quello, ma inviando costantemente vapore acqueo nell'atmosfera, formando così le nuvole. Grazie a questo ciclo di assorbimento ed emissione, la temperatura del pianeta rimane più o meno stabile.

Ma non solo influenza la temperatura dell'aria, ma anche in quello della terra fino a un certo punto, anche se lontano dalla riva, a causa delle diverse correnti oceaniche. Diversi si distinguono nel mondo, come la Corrente del Golfo o la Corrente Circumpolare Antartica. Hanno un ruolo molto importante nella regolazione del clima e nel ciclo dei nutrienti dell'acqua. In questo modo, tutti gli animali che vivono nell'oceano hanno il cibo di cui hanno bisogno per sopravvivere, dal krill allo squalo bianco.

Le correnti oceaniche possono essere freddo, originario delle latitudini polari e temperate, o caldo, che sono quelli che provengono dai tropici alle alte latitudini. Quando più si uniscono, si formano le cosiddette svolte che nell'emisfero settentrionale ruotano in senso orario, o viceversa nell'emisfero meridionale.

Cosa succede se l'oceano diventa troppo caldo?

Oceano e tempo

Questo è ciò a cui stiamo assistendo attualmente: molte piante e animali iniziano a morire e alcuni riescono ad adattarsi. Ma hanno tutti molti problemi. Le alghe e il plancton sostengono animali piccoli come il krill e il krill viene mangiato da pesci molto più grandi come balene e foche. Quindi, la catena alimentare è in grave pericolo, un pericolo che è già qui, perché in molte zone la popolazione di krill è stata ridotta di oltre l'80%. Il krill si riproduce in acque fredde, vicino al ghiaccio marino. Con l'aumentare delle temperature, c'è sempre meno superficie ghiacciata.

Inoltre, il corallo è un animale oceanico molto sensibile ai cambiamenti. Hanno un rapporto simbiotico con alcune alghe, in cui entrambe ottengono benefici: le alghe, mediante la fotosintesi, ottengono zuccheri che condividono con il corallo, che fornisce loro una casa sicura. Ma quando l'acqua è troppo calda, le alghe semplicemente non possono svolgere questo processo vitale, quindi finiscono per morire, ei coralli si scoloriscono, si indeboliscono e alla fine appassiscono anche loro.

Gli oceani assorbono fino a un quarto della CO2 emessa dagli esseri umani, ma potremmo pagare un prezzo elevato. I mari stanno diventando sempre più acidie per mantenere il fragile equilibrio di cui hanno bisogno gli animali e tutti gli esseri che vi abitano, deve essere alcalino. Le cozze oi coralli stessi sono solo due che non potrebbero sopravvivere in un mare acido.

Influenza oceanica sul clima

Corrente del Nord Atlantico

Come abbiamo detto, l'oceano influenza il clima, sia quello della costa che a migliaia di chilometri da esso. Grazie a ciò che è noto come Corrente termoalina, in Europa possiamo godere di un clima piacevole. Senza di lei, saremmo costretti a indossare abiti caldi in pile durante i mesi invernali.

Questo flusso viaggiare per l'intero pianeta, riscaldandosi nel Pacifico e nell'Oceano Indiano fino all'Antartico, fino a quando non affonda nel Mar di Norvegia. In quel momento l'acqua fredda e salata scende nelle profondità, dove andrà alle calde latitudini dell'Oceano Indiano e del Pacifico dove riemergerà e completerà così il ciclo.

Il sale influisce sui corsi d'acqua?

Si Certamente. Come sappiamo, quando ordiniamo una bibita analcolica con ghiaccio, rimane galleggiante in superficie; D'altra parte, se aggiungiamo sale all'acqua, essa affonderà immediatamente. I pali sono fatti di acqua dolce, ma meno ghiaccio c'è, L'acqua del Nord Atlantico sarà meno salatae questo potrebbe significare che in Europa avremo inverni molto freddi. Tuttavia, i satelliti della NASA stanno monitorando da vicino lo scioglimento del ghiaccio e le correnti oceaniche per cercare di capire meglio questo sistema.

Perché l'oceano è importante?

Ad oggi, abbiamo scoperto solo il 5% degli oceani. A causa del riscaldamento globale, ci saranno molte specie che si estingueranno senza che noi li abbiamo visti nemmeno una volta, e molti altri, che servono da cibo, forse non possono adattarsi.

L'oceano deve essere protetto e curato, per questo motivo dipendiamo tutti.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.