Ötzi, l'uomo di ghiaccio

Ötzi l'uomo di ghiaccio

Una delle curiosità che troviamo riguardo all'evoluzione dell'uomo e alla sua conservazione è quella di Ötzi l'uomo di ghiaccio. Si tratta di un uomo che è stato conservato in una mummia e che morì nel 3255 a.C. C circa 46 anni di età. La mummia è stata ritrovata grazie alla spedizione di due alpinisti tedeschi nella prima Ötzal. È considerata la più antica mummia umana naturale in tutta Europa ed è diventata famosa perché offre uno sguardo più dettagliato sugli esseri umani che esistevano nell'età del rame.

In questo articolo vi racconteremo tutte le caratteristiche, le scoperte e le curiosità di Ötzi l'uomo di ghiaccio.

Scoperte su Ötzi l'uomo venuto dal ghiaccio

Gli scienziati sono stati in grado di scoprire la causa della mummificazione del cadavere. È una situazione in cui il freddo estremo che si verifica in questi prima ha saputo perpetuare la decomposizione del cadavere e mummificarlo. Quando gli alpinisti hanno trovato questo cadavere credevano che fosse un cadavere moderno. È un po 'più comune trovare alcuni cadaveri di altri alpinisti che sono rimasti intrappolati nelle montagne dal freddo estremo. Tuttavia, è stato recuperato dalle autorità austriache e si è potuto fare uno studio della sua vera datazione.

Il corpo di Ötzi l'Uomo venuto dal ghiaccio è stato ampiamente esaminato, radiografato, misurato e datato. Si sollecita a fare analisi dei tessuti più pregiati che potrebbero essere preservati con il passare del tempo. Il contenuto degli organi poteva anche essere analizzato ed esaminato al microscopio. Nel cadavere sono stati trovati resti di polline trovati nei suoi vestiti di quel periodo. Grazie all'indagine scientifica sul sequenziamento del genoma è stato rivelato che questo L'uomo aveva gli occhi marroni, un gruppo sanguigno O +, intolleranza al lattosio e problemi cardiovascolari.

Le stime che sono state fornite sulla morfologia del corpo di Ötzi l'uomo di ghiaccio è che la sua altezza era di circa 159 centimetri, pesava 50 chili, aveva 46 anni. Grazie a tutta la ricerca e alla tecnologia moderna, si è scoperto che quest'uomo soffriva di artrite, carie, parassiti intestinali e malattia di Lyme. Come puoi vedere, grazie ai progressi scientifici, è possibile ottenere una grande quantità di informazioni da un cadavere, anche se sarà vecchio come questo.

Le informazioni che si potevano avere sul polline che era nei suoi vestiti erano di carpino nero. Il caffè nero è un albero che fiorisce nelle Alpi da marzo a giugno e lo indica Ötzi the Iceman è morto durante la primavera e l'inizio dell'estate.

Analisi scientifica

Studi di Ötzi l'uomo venuto dal ghiaccio

Gli scienziati hanno preparato varie analisi approfondite per scoprire quante più informazioni possibili su Ötzi l'Uomo venuto dal ghiaccio. L'analisi dei granuli pollinici, della polvere e della composizione isotopica dello smalto dei denti ha indicato che ha trascorso tutta la sua infanzia vicino all'attuale paese di Velturno.

Nelle analisi intestinali si è potuto dimostrare che ci sono stati due pasti recenti. Uno di questi pasti era vicino alle 8 prima della sua morte. Uno dei pasti consisteva in carne di camoscio, carne di cervo rosso e più spesso consumata con alcuni cereali. Questo cereale era probabilmente una crusca lavorata da farro monococco coltivato e che era sicuramente consumato sotto forma di pane. Nell'intestino è stato anche possibile trovare dei semi di prugnolo che sono piccole prugne dell'albero di prugnolo e alcune radici.

Con il polline che è stato trovato il primo pasto è stato possibile dimostrare che veniva consumato in un bosco di conifere di media altitudine. Altri pollini indicavano la presenza di grano e legumi che potevano essere raccolti attraverso i campi domestici. Analizzando ancora di più la quantità di polline rinvenuta, è stato possibile scoprire granelli di polline di carpino. Potrebbe essere trovato in perfette condizioni e avevano cellule intatte all'interno. Ciò indicava che si trattava di un polline fresco e che era stato appena impregnato al momento della morte di Ötzi rispetto all'Uomo venuto dal ghiaccio.

Va notato che il raccolto a fine estate e le prugnole in autunno devono essere state immagazzinate dall'anno precedente. Molti dei tessuti della mummia sono stati danneggiati dalle temperature e dai cambiamenti derivanti dal trasporto del corpo. Questi problemi hanno reso difficili ulteriori analisi e hanno reso impossibile la comprensione di questi tessuti. È possibile estrarre una grande quantità di informazioni dalle mummie purché il loro stato di conservazione sia molto buono. Il minimo cambiamento nella temperatura o nelle condizioni ambientali può degradare i tessuti a livelli così elevati che non possono essere identificati.

Ötzi l'uomo del ghiaccio e le sue ultime azioni

Grazie al ritrovamento delle sostanze che si trovavano nel cadavere, è stato possibile conoscere le ultime azioni di Ötzi l'uomo di ghiaccio prima della sua morte. Da quanto si vede, quest'uomo ha cercato di curare qualcosa come un taglio sulla mano usando il muschio. Questo potrebbe essere verificato con i resti trovati nel corpo. Questa persona potrebbe aver conosciuto le proprietà di coagulazione di un certo muschio di palude e averlo applicato sulla ferita. Forse, dopo aver ingerito il cibo che abbiamo menzionato in precedenza, parte di quel muschio ha raggiunto il sistema digestivo. Tutto ciò può essere un elemento importante da considerare poiché era di vitale importanza che quest'uomo avesse una conoscenza rudimentale delle proprietà delle piante che lo circondano.

Sono stati anche trovati 68 tatuaggi sul polso sinistro, 2 sulla parte bassa della schiena, 5 sulla gamba destra e due sulla gamba sinistra. Sono piccoli gruppi di strisce parallele che non formano uno schema riconoscibile. Per sapere che Ötzi, l'uomo di ghiaccio, soffriva di artrite in queste zone, dovevano essere usati i raggi X. Ci sono state così tante speculazioni che i tatuaggi avrebbero potuto avere una funzione magico-curativa di quel tempo. Questa è una sorta di agopuntura oggi.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più su Ötzi l'uomo di ghiaccio.

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.