Neandertal

uomo di neanderthal

El Neandertal conosciuto con il nome scientifico di Homo neanderthalensis Era un ominide che si è sviluppato principalmente in Europa da circa 230.000 anni fa a circa 28.000 anni fa. È noto con il nome di Neanderthal e, a differenza di altre specie del genere Homo, si è sviluppato esclusivamente e ha vissuto nel continente europeo.

In questo articolo ti diremo tutto ciò che devi sapere sul Neanderthal e le sue caratteristiche.

Origine dell'uomo di Neanderthal

neanderthal

L'origine è esclusivamente europea la cui prova è stata trovata indicando che è un discendente del Homo heidelbergensis, giunta in Europa dall'Africa durante il Pleistocene medio. Sono passati diversi decenni che ha avuto una relazione, che sebbene non sia troppo chiara, con il Homo sapiens nel contesto dell'evoluzione umana. Numerose sono le analisi dei depositi rinvenuti e ci sono dubbi. La cosa più normale è che si trattasse di due specie diverse che, pur essendo dello stesso genere, convivevano nello stesso periodo.

Ed è che questa specie dell'essere umano aveva differenze anatomiche con il Homo sapiens. La capacità del cervello era grande, persino maggiore di quella dell'essere umano moderno. Questo è uno dei motivi per cui ci sono dubbi sulla causa della sua estinzione tra gli esperti. La teoria più importante è quella che rivela che sono stati sopraffatti dal numero di file Homo sapiens che veniva dall'Africa. Sappiamo che questo continente è la culla dell'umanità poiché è la nostra specie che è emersa in questo continente. Da allora, gli antenati dell'essere umano si sono espansi nel resto del pianeta arrivando a dominarlo completamente. Non erano soli nel processo evolutivo.

In questo modo potrebbero nascere in Europa specie diverse di esseri umani appartenenti allo stesso genere. Il Neanderthal aveva la capacità di diventare la specie dominante. La specie da cui discende ha dovuto cambiare habitat durante un processo di glaciazione. Questo li ha costretti a migrare verso sud a causa delle avverse condizioni ambientali di freddo estremo. Nel corso dei secoli ci sono state varie condizioni di isolamento che hanno causato un bisogno di adattamento e causato l'evoluzione negli ominidi.

Dopo la fine dell'era glaciale, iniziarono a somigliare ai Neanderthal. È qui che passeranno dall'essere una specie diversa a un'altra. È nato il Homo neanderthalensis.

Scoperta della popolazione

Neanderthal

Sebbene abbia avuto una lunga esistenza, non ha mai avuto una grande popolazione. Si stima che durante i 200.000 che viveva sul pianeta, non abbia superato le popolazioni di 7.000 individui. Questa è una popolazione molto piccola, poiché oggi ogni piccola città ha molti più abitanti. Il momento in cui questa specie subisce il suo splendore è avvenuto circa 100.000 anni fa. Gli strumenti trovati consentono agli scienziati di affermare di avere capacità di sviluppo mentale piuttosto elevate.

Sebbene avessero poche popolazioni, è stato possibile trovare fossili molto sparsi che dimostrano che si sono diffusi in gran parte dell'intero continente europeo. Alcuni esperti pensano che avrebbero potuto raggiungere l'Asia centrale. Il rapporto tra l'uomo di Neanderthal e il Homo sapiens a volte va contro l'idea di evoluzione lineare. La realtà è molto diversa. Le specie dell'essere umano non si sono sviluppate e si sono evolute in modo lineare.

Varie specie di questo genere sono arrivate a condividere il pianeta in diverse aree e hanno coesistito in alcune aree. I Neanderthal vivevano in Europa, i Sapiens in Africa e altre specie come l'Homo erectus raggiunsero l'Oriente.

La tecnica di ricerca che è stata utilizzata per saperne di più su questa specie ha notevolmente aiutato a svelare l'aspetto dell'essere umano. È la tecnica dell'analisi del DNA. È noto che Sapiens e Neanderthal coesistevano in Europa quando Sapiens lasciò l'Africa. Ma poco si sa della loro convivenza. Lo sappiamo da uno studio pubblicato sul genoma di Neanderthal che l'attuale essere umano ha ancora quasi il 3% del DNA con l'uomo di Neanderthal. Ciò significa che c'erano accoppiamenti tra le due specie, anche se in modo specifico.

Estinzione di Neanderthal

sviluppo umano

Gli incroci tra le due specie sono iniziati molto più a lungo di quanto si pensasse. Gli individui delle due specie esistevano nello stesso luogo circa 100.000 anni fa. L'estinzione dei Neanderthal è ancora oggetto di dibattiti da parte di alcuni circoli scientifici. Ci sono alcune teorie, ma nessuna può essere stabilita come corretta. Sono apparsi nuovi dati che sembrano andare oltre il momento esatto della scomparsa di questa specie.

Si stima che abbiano cominciato a scomparire quando l'Europa ha iniziato a raffreddarsi notevolmente, provocando una diminuzione delle risorse naturali. Quanto al motivo della sua scomparsa, ci sono alcuni esperti che sottolineano che potrebbero essere i cambiamenti climatici di cui abbiamo parlato. Ci sono altri esperti che affermano che il motivo della scomparsa dell'uomo di Neanderthal potrebbe essere dovuto all'arrivo dell'Homo sapiens. Questa teoria non è molto ben fondata poiché abbiamo visto che c'erano incroci tra di loro.

Pertanto, l'ultima ipotesi più valida che si cerca di corroborare è che il numero di individui dei Sapiens sia divenuto 10 superiore a quello dei Neanderthal. Questo ha causato una lotta per le risorse naturali e alcune malattie colpì i Neanderthal e non i Sapiens. A questo aggiungiamo l'incrocio tra le due specie che implica la scomparsa della precedente.

Alcune curiosità

Tra i fossili rinvenuti di Neanderthal, ne troviamo alcuni che forniscono informazioni sufficienti per conoscerne le caratteristiche fisiche. Sono stati adattati al freddo poiché dovranno sopravvivere in un ambiente segnato dall'ultima era glaciale. Questo li ha costretti ad adattarsi a condizioni climatiche estreme più fredde per sopravvivere. Tra questi adattamenti troviamo l'essere più lunghi e più brevi. Il naso è anche più largo per poter catturare gli odori a una distanza maggiore.

Non si sono distinti per la sua altezza poiché aveva un'altezza media di 1.65 metri.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sul Neanderthal e sulle sue caratteristiche.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.