Mare di Teti

mare di tetis

In numerosi articoli relativi al tempo geologico abbiamo chiamato molte volte Mare di Teti. È un mare che bagnava la città di Cabra, città che è la meta preferita dei subacquei professionisti. Ed è che, nei tempi antichi, l'intera area era bagnata dall'acqua conosciuta come il Mare di Teti o l'Oceano di Teti. È un grande specchio d'acqua e una fonte di vita che ha segnato la storia e la geografia del nostro pianeta.

Per questo dedicheremo questo articolo per raccontarvi tutte le caratteristiche e l'importanza che aveva il mare di Teti.

Storia del mare di Teti

Città incantata

Il mare di Thetis era un grande specchio d'acqua che aveva all'incirca le dimensioni dell'Asia. Si è formato approssimativamente circa 250 milioni di anni fa, quando tutti i continenti della Terra erano uniti nel super continente conosciuto con il nome di Pangea. Devi sapere che questo supercontinente si è formato io avevo una forma C. A quel tempo il Mare di Teti era lo specchio d'acqua che rimaneva all'interno del continente e circondato dai suoi tre lati. Era un mare interno con caratteristiche di acqua calda e poco profonda. Tuttavia, brulicava di creature marine, barriere coralline, coralli multicolori, isole naturali, ecc.

In breve, possiamo dire che il Mare di Teti era un grande specchio d'acqua carico di vita sia animale che vegetale e che sarebbe sicuramente molto famoso se fosse lì oggi. Tale è la quantità di biodiversità contenuta in questo oceano che molte delle creature che abitavano questo mare sono oggi preservate attraverso i fossili. Tutti questi fossili possono essere visti nel Jurassic Cabra Interpretation Center. Questo centro è come viaggiare nel passato e poter vedere la biodiversità che esisteva in questo oceano.

Sappiamo che il Mare di Teti era l'interno del supercontinente, ma anche l'esterno era circondato dall'acqua. A questa l'oceano era chiamato Panthalassa ed è quello che oggi è conosciuto come l'Oceano Pacifico. Ci sono molte persone che credono che l'Oceano Pacifico non sia così grande come sembra, ma dobbiamo sapere che occupa quasi un terzo dell'intera superficie del pianeta.

Evoluzione del mare di Teti

mar Mediterraneo

Lo sappiamo a causa di correnti di convezione del mantello terrestre c'è un movimento delle placche tettoniche noto come Deriva dei continenti. Questa deriva dei continenti ha causato la frattura del supercontinente Pangea e la successiva separazione e spostamento delle placche dei continenti dall'immensità dell'oceano. Dobbiamo sapere che il Mar Mediterraneo ha cominciato a formarsi dal grande mare di Thetis. Gran parte della biodiversità che esiste nel Mar Mediterraneo è ereditata dall'oceano Tetide. Però, Non era lo stesso Mar Mediterraneo che conosciamo oggi, Piuttosto, era uno specchio d'acqua che inondava parte della penisola iberica e dell'Europa, che a quel tempo non era altro che un arcipelago di isole.

Con tutti gli animali, le piante e le barriere coralline che esistevano nell'antico Mar Mediterraneo, non si sapeva cosa fosse successo finché la scienza non fosse riuscita a scoprirlo. Ed è che il Mar Mediterraneo si è prosciugato. Anche se sembra incredibile, era completamente reale. Questo prosciugamento del Mar Mediterraneo è avvenuto a causa del movimento delle placche tettoniche. Queste placche chiudevano gli stretti di Rifeño e Betic, che erano gli unici luoghi attraverso i quali l'acqua dell'Atlantico poteva entrare nel Mare di Teti. Per questo motivo, l'intero bacino del Mediterraneo che conosciamo oggi è diventato un impressionante deserto di sale bianco. Tutto questo sale era quello che c'era nell'acqua disciolta. Questo momento nello sviluppo del pianeta e del tempo geologico è nota come Crisi Messiniana della Salinità. Questo straordinario episodio, insieme al traffico, ha prodotto un'estinzione praticamente totale di tutta la vita marina.

Più tardi, centinaia di anni dopo, lo Stretto di Gibilterra si aprì e il Mediterraneo si riempì di nuovo con l'acqua dell'Oceano Atlantico. È in questo momento in cui si forma il Mar Mediterraneo che conosciamo ai nostri giorni considerato come il figlio dell'antico Mare di Teti.

Fauna marina

mare di tetis itaca

Scopriremo quale era la fauna marina che esisteva a quel tempo nel Mare di Teti. Circa 50 milioni di anni fa nacquero i primi cetacei. I cetacei sono i primi mammiferi che sono stati in grado di adattarsi completamente alla vita acquatica. È una delle meraviglie dell'evoluzione delle specie e oggi Coprono un gran numero di specie distribuite negli oceani dell'intero pianeta. L'oceano di Tetide non sarebbe stato inferiore. Era anche la patria di migliaia di rettili marini unici che abitavano sia le acque costiere che quelle poco profonde. Vediamo alcune delle specie:

  • Ammoniti
  • Mixosaurus Ichthyosaur
  • Placodont Placodus
  • Prolacertiform Tanystropheus
  • Nothosaurus sauropterygian

È noto che la città di Cabra e il Geopark che si trova nella Subbética erano un tempo la casa di tutte queste creature marine.

Perché questo nome?

Ci sono molte persone che si chiedono perché questo mare sia stato chiamato in questo modo. Eduard Suess era un geologo austriaco abbastanza famoso, appassionato del mondo della geologia. Dall'età di 44 anni ha iniziato a studiare in profondità la tettonica delle placche e ha pubblicato il libro Die Enststehung der Alpen. In questo libro è stato dimostrato che le catene montuose erano formate da movimenti orizzontali che negano la terra, contrariamente a quanto si pensava in quel momento.

Edward Suess continua a studiare geologia fino all'età di 62 anni, dove ancora una volta ha sorpreso la comunità scientifica scoprendolo i fossili scoperti sulle montagne erano in realtà creature marine. Pertanto, era essenziale che ci fosse un grande specchio d'acqua che chiamò il mare di Teti.

Il nome di Thetis deriva da un titano e l'acqua da lì a cui il geologo ha battezzato questo oceano con questo nome.

Ma dai neofiti possono imparare di più sul mare di Teti, le sue caratteristiche e l'evoluzione.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.