Le piante sono più esposte al gelo a causa dei cambiamenti climatici

Piante con neve

Avrai sicuramente notato che negli ultimi anni ci sono alberi, come i mandorli, che fioriscono prima del tempo. Questo, che potrebbe essere uno spettacolo meraviglioso, può causare loro molti problemi quando il gelo colpisce, per il semplice motivo che le cellule che formano i petali non resistono alle basse temperature. E se non ci sono fiori, non ci possono essere frutti.

Il cambiamento climatico sta anticipando la primavera, ma è una primavera con caratteristiche tipiche dell'inverno, vale a dire: una settimana il termometro può leggere venti gradi centigradi, ma poi un giorno scende a cinque o sei gradi irrisori che uccidono più focolai tenero. Così, la fruttificazione delle piante è in pericolo.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Nature Communications, le piante in Europa da 30 anni hanno ripreso il loro periodo di crescita tre giorni prima e terminano in inverno. Questo cambiamento li espone alle gelate primaverili, quando germogliano fiori e foglie. Così, quando c'è un gelo, e figuriamoci una nevicata, diventano molto deboli, tanto che i fiori abortiscono e le foglie o bruciano, o cadono direttamente, con cui la pianta è costretta a spendere nuovamente energie per produrre di nuovo.

Mandorla.

Mandorlo del mio giardino. Foto scattata il 20 gennaio 2018. Aveva iniziato a fiorire l'8 di quel mese.

Per contro, in Asia e Nord America il numero di giorni in cui le piante soffrono di gelo è diminuito, ma non perché quelle aree si stanno raffreddando ma perché il riscaldamento globale ha ridotto il numero di giorni all'anno in cui si verifica il gelo. Anche così, ci sono stati episodi in cui questo inizio di primavera ha avuto effetti molto negativi: nel 2007 c'è stata una settimana di gelate primaverili negli Stati Uniti centrali e orientali che ha ridotto la produzione di grano del 19%, di cui pesche 75% e mele e noci 66%.

Per ulteriori informazioni, clicca qui.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.