La parte meridionale del Cile è essenziale per comprendere il cambiamento climatico

zona meridionale del cile

Come accennato numerose volte, il cambiamento climatico colpisce ogni angolo della terra. In alcuni luoghi, a causa della loro latitudine o delle loro condizioni, ci sono zone più vulnerabili agli effetti del cambiamento climatico e altre sono più resistenti.

La regione cilena di Magallanes e Antartide, nell'estremo sud dell'America, offre condizioni eccezionali per studiare gli effetti del cambiamento climatico. Questo è qualcosa di cui la scienza dovrebbe trarre vantaggio per ottenere risultati migliori e una maggiore conoscenza delle possibili azioni e conseguenze.

L'area più meridionale del pianeta

mappa del cile meridionale

Situato a 3.000 chilometri a sud di Santiago è la città di Punta Arenas. È l'epicentro delle missioni scientifiche che operano a Magallanes e in Antartide. È l'area più meridionale del pianeta e sta raggiungendo una buona maturità per diventare un polo scientifico subantartico e antartico.

Cambiamento climatico e ricerca sull'ambiente marino

ghiacciai nella zona meridionale

Fare di queste regioni un polo scientifico e tecnologico globale risponde al fatto che l'attuale fenomeno della variabilità climatica ha impatti sulle aree del Centro per la ricerca dinamica degli ecosistemi marini ad alta latitudine (IDEAL).

Effettuare studi e analisi in questa regione da un punto di vista scientifico consente di ottenere molte preziose informazioni relative a tutti i cambiamenti che stanno avvenendo a causa dei cambiamenti climatici. Tra gli studi effettuati in questa regione c'è quello di scoprire come il cambiamento climatico influisce sull'ambiente marino. L'aumento delle temperature, le alte concentrazioni di CO2 nell'atmosfera, provocano impatti sugli oceani. Ad esempio, troviamo lo sbiancamento dei coralli, l'acidificazione dell'acqua e la distruzione di habitat di specie più vulnerabili ai cambiamenti nell'ambiente.

Precisamente le aree più vulnerabili sono quelle che devono essere studiate più in dettaglio, in quanto sono quelle che offrono più informazioni su come i cambiamenti possono influenzare le specie che vi abitano. Grazie a una maggiore risposta ai cambiamenti ambientali, è possibile eseguire più esperimenti e test per ottenere una migliore comprensione delle conseguenze.

Gli ecosistemi marini devono essere protetti

sbiancamento dei coralli dovuto ai cambiamenti climatici

Avere buoni risultati negli esperimenti in queste aree consente alle autorità di prendere determinate decisioni che possono proteggere gli ecosistemi marini. Se abbiamo una conoscenza più o meno esatta delle conseguenze che un certo effetto può avere su una specie, possiamo adottare misure per proteggere detta specie.

Un esempio di tutto questo è il ritiro dei ghiacciai in alcuni fiordi della zona. Questo effetto fa sì che l'acqua dolce nella zona scongelata entri nell'ambiente marino e modifichi le proprietà chimiche e biologiche. Le specie che hanno bisogno di una certa concentrazione di sale per vivere, non saranno in grado di resistere a questi cambiamenti e moriranno.

Poiché è difficile tornare sui problemi del cambiamento climatico, Quello che resta da fare è trovare soluzioni ai problemi che sorgono. Soluzioni praticabili che aiutano l'adattamento degli ambienti marini ai cambiamenti climatici.

L'educazione ambientale come strumento di soluzione

zona meridionale del Cile cambiamento climatico

Educare i più piccoli ad assumersi la responsabilità dell'ambiente è uno strumento per risolvere i problemi ambientali derivati ​​dal cambiamento climatico. Va detto che, se formiamo persone in grado di ricercare, analizzare e prendere decisioni a favore dell'ambiente, Promuoveremo la consapevolezza globale per il rispetto dell'ambiente. Tutto ciò contribuirà in modo più positivo ad alleviare le conseguenze del cambiamento climatico.

Se vogliamo che i giovani si impegnino nella scienza, abbiamo bisogno di educazione ambientale. Il fatto che il Cile abbia nella zona meridionale sistemi antartici e subantartici adatti per la ricerca può portare all'emergere di risorse da altri paesi e organizzazioni internazionali, come nel caso dell'osservazione astronomica nel nord del paese. Attualmente, l'High Latitude Marine Ecosystem Dynamic Research Center (IDEAL) è una delle entità scientifiche più attive nell'area, con un team di 25 ricercatori da diverse istituzioni.


Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.