L'anno senza estate

gravi eruzioni vulcaniche

Sappiamo che nel clima possono esserci eventi straordinari a seconda di alcune condizioni specifiche. Un tale clima globale può essere influenzato da una grave eruzione vulcanica catastrofica. Il famoso anno senza estate dal 1816 è stato un materiale perfetto per riflettere su quali aspetti del pianeta possono influenzare seriamente il clima.

In questo articolo ti diremo tutto ciò che devi sapere sull'anno senza estate e su come alcune situazioni influenzano il clima mondiale.

Un anno senza estate

basse temperature

A causa dell'eruzione del Monte Tambora, che è un vulcano situato nel suo Bagua tra il 5 e il 10 aprile 1816, immense nubi di polvere e cenere furono emesse nell'atmosfera. Più di 12.000 persone sono morte nelle prime 24 ore, causato principalmente da ceneri e flussi piroclastici. Successivamente, altre 75.000 persone morirono di fame e malattie dopo la più grande eruzione degli ultimi 2.000 anni.

Essendo una delle più grandi eruzioni del mondo, i suoi milioni di tonnellate di cenere vulcanica e 55 milioni di tonnellate di anidride solforosa sono stati emessi che sono saliti a un'altezza di 32 chilometri nell'atmosfera. Nonostante fosse un'eruzione punteggiata, il vento ha avuto forti correnti che hanno trascinato le nuvole di goccioline sparse verso ovest. Ciò ha fatto sì che tutto ciò che emesso dal vulcano abbia fatto il giro della terra in sole due settimane.

Due mesi dopo queste correnti raggiunsero il Polo Nord e il Polo Sud. Le finissime particelle di zolfo rimasero sospese nell'aria per anni. Nell'estate dell'anno successivo all'eruzione, si produsse un velo di cenere quasi invisibile che ricoprì l'intero pianeta. Questo lato traslucido rifletteva la luce solare e non permetteva ai raggi di raggiungere la superficie, riducendo la temperatura dell'intero pianeta. Inoltre, ha causato il caos climatico in tutto il mondo. Questo è il motivo per cui l'anno senza estate è avvenuto nel 1816.

Non è una sorta di vendetta divina come si pensava allora, ma le più gravi eruzioni di un vulcano. Questo fa sì che il clima si raffreddi di diversi gradi per anni.

Impatto di un anno senza estate

l'anno senza l'estate

L'impatto completo del raffreddamento dell'intero pianeta è stato derivato dal cataclisma di Tambora e non ha iniziato a essere notato fino a un anno dopo. Nubi di goccioline sparse nella stratosfera hanno ridotto la quantità di energia solare che raggiunge la terra. L'aria, la terra e poi gli oceani abbassarono la loro temperatura. Questo potrebbe essere ben studiato dagli anelli di crescita delle querce europee. Questo studio ci dice che l'anno 1816 è stato il secondo anno più freddo nell'emisfero settentrionale dall'anno 1400.

Con il passare dell'estate e dell'autunno, la nuvola ha generato spettacolari tramonti rossi, viola e arancioni su Londra. Si può dire che il cielo avesse il fuoco in alcuni punti. Nella primavera del 1816 ci sarà ancora neve negli Stati Uniti nordorientali e in Canada. Il freddo ha raggiunto anche il Tennessee e il clima gelido è durato fino a giugno. Le basse temperature erano tali che in alcuni luoghi come il New Hampshire era praticamente impossibile arare la terra.

In questo mese c'era aria abbastanza fredda e sono caduti tremendi temporali in cui molti Gli uccelli sono morti congelati nelle strade solo due settimane prima del solstizio d'estate. Alla fine molti raccolti sono stati appassiti nei campi a causa di gelate molto forti. Anche molti greggi di pecore morirono per il freddo. Questo è un periodo in cui non esisteva ancora una scienza meteorologica seria e non c'erano previsioni del tempo di alcun tipo.

In assenza di scienza, i devoti hanno fatto sì che tutte le tempeste fossero causate da Dio, un simbolo dell'ira divina. L'Europa ha anche sperimentato temperature molto basse e una primavera più fredda e umida del normale. A causa del prezzo elevato del barone, ci furono vari disordini in Francia.

Conseguenze

l'anno senza l'estate 1816

Numerosi sono gli studi sull'anno senza estate e si basano principalmente sull'analisi degli anelli delle querce europee. Questi anelli indicano che quest'anno il 1816 è stato il più freddo dal 1400. Le tensioni sui residenti sono aumentate. Il freddo intenso e la siccità hanno spazzato via i raccolti di fieno e mais in molti luoghi, con i tipici venti di ottobre ad agosto. Nell'area dell'Europa ha avuto piogge costanti e abbondanti nevicate, soprattutto nelle zone di montagna della Svizzera. Ciò ha causato lo straripamento di fiumi e torrenti.

Le case contadine iniziarono a lavorare urgentemente per salvare la verdura e tutto il fieno fu trasportato inzuppato nelle barche. Era l'unico modo per salvare i raccolti il ​​più possibile. In Germania le patate sono finite a marcire nella porta di terra dei temporali che hanno rovinato la maggior parte dei raccolti. Anche le vendemmie di cereali erano alleate, le uve non maturavano nei vigneti e le vedevo quasi ogni giorno per 5 settimane di seguito.

A Parigi c'erano alcune autorità ecclesiastiche che hanno ordinato preghiere speciali per 9 giorni per cercare di chiedere a Dio di porre fine a questo maltempo. I commercianti di tutta Europa hanno aumentato i prezzi, mentre la sofferenza dei poveri ha raggiunto livelli allarmanti, il tutto in previsione di raccolti scarsi. Sia in Spagna che in Portogallo il freddo è persistito con le temperature in media circa 2-3 gradi al di sotto del normale.

Sono state precipitazioni particolarmente abbondanti nel mese di agosto, essendo uomini generalmente asciutti. Il freddo e l'umidità hanno finito per danneggiare i raccolti di tutto il Paese. Un osservatore del cielo ha notato che durante l'intero mese di luglio ci sono stati solo 3 giorni senza nuvole. Il freddo ha finito per uccidere i frutti, soprattutto l'uva, perché ho fatto solo una piccola parte del raccolto. Questo ha prodotto vini di scarsa qualità. Gli ulivi sono anche sensibili al freddo e al caldo e non hanno nemmeno prodotto frutti di qualità.

In breve, è stato un vero disastro causato da un'eruzione vulcanica su larga scala. Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sull'anno senza estate.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.