Il riscaldamento globale apre la "porta dell'inferno" in Siberia

Siberia

Immagine - Alexander Gabyshev

Come se fosse un film apocalittico, l'appello è stato aperto in Siberia »porta per l'inferno '', una buca profonda più di cento metri e lunga un chilometro. Si trova vicino alla città di Batagai, dove sicuramente nessuno vuole avvicinarsi.

A poco a poco si sta diffondendo di più. E tutto grazie al riscaldamento globale.

Sebbene il riscaldamento globale colpisca l'intero pianeta, nelle regioni fredde sta diventando più evidente e qui, in questa regione appartenente alla Russia, l'aumento delle temperature fa sì che il permafrost, che è lo strato di terreno che è (o dovrebbe essere) sempre congelato, si sciolga. Così, il terreno crolla, esponendo i resti di un passato remoto.

Infatti, sebbene questo sia un ulteriore esempio del fatto che il clima intorno al pianeta sta cambiando molto e rapidamente, è anche vero che può aiutarci a capire cosa è successo migliaia di anni fa, quando ancora esistevano i mammut. Tant'è che un gruppo di paleontologi approfitta del fatto che questa zona è venuta alla luce per esplorarla, e ad oggi hanno ritrovato resti, non solo di un mammut, ma anche di cavalli e di un bisonte. Rimane risalente né al più né al meno di 4.400 anni .

Batagaika

Immagine - Alexander Gabyshev

Ci sono più buchi? Secondo la dichiarazione di un esperto sul giornale siberiano voltesi. Totale, ce ne sono due anche nel nord della Russia. Sono più piccoli e distano diverse centinaia di chilometri. Ma altri potrebbero apparire nelle aree vicino al Circolo Polare Artico.

E a te cosa ne pensi di questa scoperta? È sorprendente, vero? Il riscaldamento globale è un problema molto serio che dobbiamo risolvere, adottando le misure necessarie per evitarne le conseguenze.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   ines zamora f. suddetto

    —- la luce del sole a mezzogiorno è stata molto vicina a questi luoghi in questo mese di giugno…. L'approccio è stato maggiore nel 2002-2006… —CR