Il fiume Nilo diventa sempre meno prevedibile

Fiume Nilo, Egitto

Il Nilo, uno dei fiumi più importanti per l'uomo, sia in passato che oggi, sta diventando sempre meno prevedibile a causa dei cambiamenti climatici. Ne dipendono circa 400 milioni di persone in un totale di 11 paesi, ma ora, secondo vari studi, dovranno adottare misure serie per evitare sia la siccità che le forti inondazioni.

Le sue acque, così importanti per le colture, sono state studiate sin dai tempi dei faraoni. A quel tempo, fu costruita una serie di "nilometri" per rilevare, prevedere e controllare le dimensioni dell'alluvione annuale. Ma con il cambiamento climatico, queste costruzioni probabilmente non sono sufficienti.

La popolazione sta crescendo molto. Entro il 2050, dovrebbe raddoppiare nel bacino del Nilo, passando da 400 milioni a 800, quindi ora più che mai dipendono dal fiume. A causa del continuo accumulo di anidride carbonica nell'atmosfera, le piogge torrenziali possono essere sempre più abbondanti, il che significa che le inondazioni saranno più frequenti.

Il fiume risente del ciclo delle escursioni termiche nel Pacifico: nel 2015 il fenomeno El Niño è stato causa di una grave siccità che ha colpito l'Egitto; un anno dopo, La Niña ha causato gravi inondazioni.

Barca sul fiume Nilo

La gestione del flusso del fiume è stata una questione politica per decenni, e ora sta diventando più complessa con il passare del tempo e con l'aumento delle temperature. I ricercatori hanno avvertito che sia il Medio Oriente che il Nord Africa potrebbero diventare sempre più inospitali; Oltretutto, il volume medio della portata fluviale potrebbe aumentare del 10-15%e può aumentare fino al 50%, in modo che i problemi peggiorino notevolmente.

Se vuoi saperne di più, fallo clicca qui.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.