Il cambiamento climatico ha un impatto maggiore di quanto si pensasse in precedenza sugli animali

gorilla

L'attuale cambiamento climatico è una sfida per tutti gli esseri viventi. Mentre ci sono alcune specie che ne trarranno beneficio, molte altre si estingueranno, lasciando un vuoto profondo nell'ecosistema in cui vivono attualmente.

Secondo un nuovo studio coprodotto dall'Università del Queensland (Australia) e pubblicato sulla rivista scientifica "Nature Climate Change", il cambiamento climatico ha un impatto maggiore di quanto si pensasse in precedenza sugli animali.

Alcuni degli animali che potrebbero non vedere il sorgere del sole a breve o medio termine sono primati ed elefanti. Ironia della sorte, una delle loro strategie di sopravvivenza che li hanno serviti fino ad oggi è ora il loro problema principale. Ed è che prendersi cura di uno o due bambini aveva i suoi vantaggi nell'ambiente naturale, poiché era più facile per tutti raggiungere l'età adulta.

Tuttavia, In un mondo in cui il cambiamento sta avvenendo molto velocemente, solo chi ha una prole numerosa avrà buone possibilità di sopravvivenza.

elefante

I ricercatori, che sostengono che l'impatto che ha avuto su questi animali è sottovalutato, hanno utilizzato i dati di 136 studi su 120 specie di mammiferi e 569 di uccelli. Analisi delle curve demografiche, dei tassi di riproduzione, delle aree geografiche e delle evoluzioni climatiche delle specie considerate minacciate dall'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) Hanno potuto scoprire che delle 873 specie di mammiferi in elenco, 414 hanno difficoltà ad adattarsi ai cambiamenti climatici; per quanto riguarda gli uccelli, la proporzione è del 23,4% (298 specie).

Il cambiamento climatico, peggiorato dall'uomo, può portare all'estinzione di molti animali in tutto il mondo. Anche se si prevede che la temperatura media globale rimanga al di sotto dei 2ºC rispetto alla rivoluzione industriale, per gli scienziati sarà molto difficile raggiungere questo obiettivo.

Puoi leggere lo studio qui (in inglese).


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.