Il cambiamento climatico colpisce le donne in gravidanza

Donna incinta Le conseguenze del riscaldamento globale stanno interessando tutta l'umanità e anche coloro che vogliono avere figli. Infatti, il cambiamento climatico colpisce le donne in gravidanza, che hanno un parto prematuro con il conseguente rischio per il bambino.

In paesi come il Nicaragua o i Caraibi, esperti di clima della Banca Mondiale affermano che la temperatura aumenterà in media di 4 gradi, il che significa che ci saranno più siccità e fino all'80% in più di cicloni tropicali, allo stesso tempo che vedremmo come i ghiacciai scomparirebbero gradualmente.

Un recente studio intitolato »Scosse meteorologiche e salute alla nascita in Colombia» ha rivelato che la salute di questo gruppo sarebbe stata fortemente influenzata. Più a lungo dura un'ondata di caldo, più è probabile che la nascita sia prematura. Sebbene al momento gli effetti non siano molto forti, poiché la probabilità di avere un parto naturale si riduce solo di 0 punti percentuali e di 5 punti che il bambino nasca sano, lo studio afferma che se le temperature continuano a salire, ci sarà ci saranno più ondate di caldo e anche i rischi per la salute sia per la madre che per il bambino aumenteranno.

Per avere una prole sana, è importante essere in grado di affrontare il cambiamento climatico, e questo implica avere il reddito per sopravvivere. Dobbiamo anche parlare della salute emotiva delle donne in gravidanza, perché se hanno stress o depressione, il feto lo percepirà. In effetti, uno studio condotto in Kenya lo ha dimostrato una diminuzione di 1 millimetro all'anno nelle precipitazioni aumenta l'ormone dello stress dello 0% -il cortisolo-. Se il livello di stress rimane alto per diversi giorni o settimane, la probabilità di sviluppare malattie aumenterà.

Per proteggere la salute di madri e bambini, entrambi dovrebbero essere aiutati, entrambi aumentare gli investimenti nella salute pubblica per essere in grado di controllare la gravidanza, come facilitare l'accesso al cibo soprattutto alle famiglie con poche risorse.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.