Fiume Congo

fiume congo

Sebbene l' Fiume Congo È uno dei fiumi più spettacolari del mondo, non è stato scoperto dalla cultura occidentale fino alla fine del XV secolo. In effetti, molte storie iniziano con l'arrivo dei portoghesi. Il fiume Congo è uno dei fiumi più importanti sulla mappa idrologica del mondo, ma non era conosciuto in Occidente fino al 1482.

In questo articolo ti parleremo delle caratteristiche, della geologia e della biodiversità del fiume Congo.

caratteristiche principali

fiume con molta acqua

Lungo il suo percorso, che attraversa lo Zambia, la Repubblica Democratica del Congo, la Repubblica del Congo e l'Angola, la sensazione di grandezza è senza tempo e indescrivibile. Il fiume più profondo del mondo ospita anche una fauna unica e diversificata. In questo senso, il Congo ha molti micro-habitat con diverse condizioni ecologiche, il che rende possibile la sua ricca biodiversità.

Questo fiume africano è il secondo più grande al mondo, il secondo più lungo e il secondo più profondo del continente africano e fornisce un ambiente tropicale che supporta migliaia di specie nel suo bacino. Il suo nome deriva dal Regno del Congo, uno dei più importanti paesi subsahariani prima dell'arrivo dei coloni.

Il fiume Congo si trova nell'Africa centro-orientale, con un'area di drenaggio di circa 4,01 milioni di chilometri quadrati. Collega i paesi del Congo, Repubblica Democratica del Congo, Ruanda, Angola, Burundi, Camerun, Repubblica Centrafricana, Zambia, Tanzania. e Gabon, sebbene in alcuni bacini non vi sia quasi penetrazione. Si stima che sia lungo circa 4.700 chilometri e trasporti una media di 41.000 metri cubi al secondo di acqua., anche perché riceve in media 152 cm di pioggia all'anno. La sua figura si piegò leggermente e attraversò l'equatore due volte.

La sorgente del fiume Congo è confusa quanto le sorgenti di altri fiumi, ma si ritiene generalmente che il fiume abbia avuto origine negli altopiani della Rift Valley dell'Africa orientale nel nord-est dello Zambia, tra il lago Tanganica e il lago Niassa. È probabile che la sua sorgente sia il fiume Changbei ad un'altitudine di circa 1.760 metri. Viene iniettato nell'Oceano Atlantico con le banane nella Repubblica Democratica del Congo. Il fiume è a forma di arco, diviso in Alto Congo, Centro Congo e Basso Congo, alimentato da affluenti come Lulonga, Aluwimi, Mongara e Kasai.

L'Alto Congo ha avuto origine nella Great Rift Valley dell'Africa orientale e si è concluso a Stanley Falls, partendo dal Congo centrale e proseguendo verso nord per diversi chilometri.

Passando per Kisangani nella Repubblica Democratica del Congo, il fiume gira a ovest e presto continua a scorrere a sud-ovest. La caratteristica di questa parte centrale è che non ci sono rapide o cascate, quindi può essere navigabile. Il Basso Congo attraversa la città di Kinshasa, da questo punto si allarga, con rapide in alcune zone.

Formazione del fiume Congo

fiumi tortuosi

La forma e il canale del quinto fiume più lungo del mondo non sono molto antichi. La maggior parte del bacino sono sedimenti mesozoici, ma anche Sono stati trovati sedimenti paleozoici e neoproterozoici.

Ovviamente, prima del Mesozoico, il Congo era il corso superiore di un altro fiume che scorreva da est a ovest attraverso il Gondwana, ma la separazione di questa terra portò alla nascita di due nuovi blocchi: L'Africa di oggi e il Sudamerica di oggi, modificando così il percorso del fiume e la forma di altri specchi d'acqua. Il fiume Congo ha preso la sua forma attuale nel Pleistocene tra 150.000 e 200.000 anni fa.

Flora e fauna del fiume Congo

A causa del clima tropicale in cui si trova il fiume e dei ricchi minerali apportati da ogni area d'acqua nei dintorni, ha un ricco bacino di biodiversità. Centinaia di specie di pesci nuotano nelle sue acque e 7 delle 10 famiglie di pesci del lago Tanganica si sono evolute nelle sue acque. I pesci più abbondanti appartengono alle famiglie Ciclidae, Mormyridae, Characidae, Distichitodontidae, Mochokidae, Bagridae, Cyprinidae e Siluriformes. Coccodrilli e tartarughe, come molti primati e uccelli acquatici trovano la loro dimora perfetta nel loro spartiacque.

Tra le piante acquatiche spiccano il giacinto d'acqua, i gigli e le felci acquatiche.

Importanza economica

inquinanti del fiume congo

Il fiume Congo è stato una via di trasporto per l'antico popolo Bantu. È anche una fonte di cibo per tutte le etnie vicine. La sua importanza economica è simile a quella del fiume Nilo. Gli esploratori europei hanno navigato la maggior parte delle sue rotte e ancora oggi collegano paesi e città a causa della mancanza di strade sicure nella zona. Prodotti come zucchero, caffè, cotone, rame e olio di palma vengono spesso trasportati da un luogo all'altro e, fino a poco tempo fa, le navi erano il mezzo di trasporto più importante per la navigazione fluviale.

Più di 75 milioni di persone dipendono dalle risorse del fiume Congo, compresi medicinali, acqua, materiali infrastrutturali, alloggi e, naturalmente, cibo. Lungo il fiume sono state costruite varie dighe e centrali idroelettriche per fornire elettricità agli esseri umani.

Alcuni pesci, come quelli dei gruppi Protopterus, Parachanna, Bagridae, Characidae e Distichodontus, possono essere causati dalla pesca eccessiva, dall'introduzione di specie congolesi non autoctone e dalla deforestazione. La deforestazione e l'uso improprio delle risorse dei bacini idrografici riducono la qualità delle acque e degli organismi che le abitano.

Le foreste del bacino del fiume Congo accumulare l'8% di tutto il carbonio immagazzinato nelle foreste della terra, rendendolo il più grande pool di carbonio in Africa e il quarto nel mondo. Tuttavia, circa l'85% di questa foresta vergine è stata distrutta e il disboscamento minaccia il resto della foresta. Le stime della deforestazione in Africa centrale nel 2050 prevedono che solo in la Repubblica Democratica del Congo rilascerà 34,4 miliardi di tonnellate di anidride carbonica.

Decine di milioni di persone dipendono dalla foresta per sopravvivere. Nella sola Repubblica Democratica del Congo, 40 milioni di persone vivono in queste foreste. In questa parte del mondo, tutta la cultura vive direttamente dalla foresta per trovare riparo, salute, cibo e sopravvivenza culturale e spirituale.

Spero che con queste informazioni possiate conoscere meglio il fiume Congo e le sue caratteristiche.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.