fiume Giordano

fiume giordano nella bibbia

El fiume Giordano è un fiume stretto lungo 320 chilometri. Ha origine nelle montagne dell'Anti-Libano nel nord di Israele, sfocia nel Mar di Galilea ai piedi settentrionali del Monte Hermon e termina nel Mar Morto all'estremità meridionale. Forma la linea di confine tra Giordania e Israele. Il fiume Giordano è il fiume più grande, più sacro e più importante della Terra Santa ed è menzionato molte volte nella Bibbia.

In questo articolo vi racconteremo tutte le caratteristiche, la storia, la geologia e l'importanza del fiume Giordano.

caratteristiche principali

Minacce del fiume Giordano

Una delle particolarità del fiume Giordano è quella è lungo più di 360 chilometri, ma a causa del suo corso tortuoso, la distanza effettiva tra la sua sorgente e il Mar Morto è inferiore a 200 chilometri. Dopo il 1948, il fiume ha segnato il confine tra Israele e Giordania, dalla parte meridionale del Mar di Galilea fino a dove scorre il fiume Abis dalla sponda orientale (sinistra).

Tuttavia, dal 1967, quando le truppe israeliane occuparono la Cisgiordania (cioè il territorio della Cisgiordania a sud della sua confluenza con il fiume Ibis), il fiume Giordano si è esteso a sud fino al mare come linea di cessate il fuoco.

I greci chiamavano il fiume Aulon e talvolta gli arabi lo chiamavano Al-Sharī'ah ("luogo dell'acqua potabile"). Cristiani, ebrei e musulmani venerano il fiume Giordano. Fu nelle sue acque che Gesù fu battezzato da San Giovanni Battista. Il fiume è sempre stato un santuario religioso e un luogo di battesimi.

Il fiume Giordano ha tre sorgenti principali, tutte nate ai piedi del Monte Hermon. Il più lungo di questi è Ḥāṣbānī, vicino a Ḥāṣbayyā in Libano, a 1800 piedi (550 metri). Il fiume Banias attraversa la Siria da est. Nel mezzo c'è il fiume Dan, le cui acque sono particolarmente rinfrescanti.

Appena dentro Israele, questi tre fiumi si incontrano nella valle di Hula. La pianura della valle di Ḥula era originariamente occupata da laghi e paludi, ma negli anni '1950 circa 60 chilometri quadrati furono prosciugati per formare terreni agricoli. Negli anni '1990, gran parte del fondovalle era stato degradato e parti erano state sommerse.

Si è deciso di mantenere il lago e la zona umida circostante come riserva naturale protetta, e una parte della flora e della fauna, in particolare gli uccelli migratori, è tornata nell'area. All'estremità meridionale della valle, il fiume Giordano taglia un canyon attraverso una barriera di basalto. Il fiume scende ripidamente verso la sponda settentrionale del Mare di Galilea.

Formazione del fiume Giordano

Il fiume Giordano si trova sopra la Valle del Giordano, una depressione nella crosta terrestre tra Israele e Giordania che si è formata durante il Miocene quando la placca araba si è spostata verso nord e poi verso est dall'attuale Africa. Dopo circa 1 milione di anni, la terra si alzò e il mare si ritirò. Strati del Triassico e del Mesozoico sono stati scoperti nella Valle del Giordano centro-orientale.

Flora e fauna del fiume Giordano

fiume israele

Il fiume Giordano scorre senza dubbio nel mezzo di una delle regioni aride del Vicino Oriente. La maggior parte del terra fertile si trova in Cisgiordania e sulle rive est e ovest del fiume Giordano. In questo bacino si può trovare dalle regioni mediterranee subumide alle regioni aride dove le specie si sono adattate a vivere.

Ci sono anche pesci simili Luciobarbus longiceps, Acanthobrama lissneri, Haplochromis flaviijosephi, Pseudophoxinus libani, Salaria fluviatilis, Zenarchopterus dispar, Pseudophoxinus drusensis, Garra ghorensis e Oxynoemacheilus insignis; molluschi melanopsis ammonis y melanopsis costata e crostacei come Potamos di Potamon e quelli del genere Emerita. Nel bacino abitano mammiferi come i roditori Mus macedonico e la lontra eurasiatica (lutra lutra); insetti come Calopteryx siriaca e uccelli come il ciuffolotto del Sinai (Carpodacus sinoicu).

Per quanto riguarda la flora, predominano arbusti, cespugli ed erbe, e in punti più in alto crescono ulivi, cedri, eucalipti, persino querce e pini, e negli ultimi luoghi crescono cespugli spinosi.

Importanza economica

Le acque del fiume Giordano sono la seconda risorsa idrica più importante in Israele. Gran parte dell'acqua viene utilizzata per finanziare l'agricoltura e l'allevamento, e man mano che la popolazione fluviale cresce e l'economia si sviluppa, il pompaggio dell'acqua è essenziale per soddisfare le esigenze dei residenti. La sola Giordania riceve 50 milioni di metri cubi d'acqua dal fiume Giordano.

Le richieste di acqua per l'agricoltura e per uso domestico sono elevate; per contro, i fabbisogni idrici del settore industriale sono molto ridotti. Ciò è dovuto principalmente all'aumento del numero e delle dimensioni delle industrie nella zona industriale del Golfo di Aqaba e nella regione del Mar Morto.

minacce

fiume Giordano

Un tempo fiume limpido e sicuro, il fiume Giordano è ora uno specchio d'acqua altamente inquinato e altamente salino. In linea di principio, il fiume attraversa una delle regioni più densamente popolate e con scarsità d'acqua del mondo, quindi l'uso delle sue risorse naturali spesso supera la sua capacità rigenerativa. Si stima che la portata del fiume sia stata ridotta al 2% della sua portata originaria. L'evaporazione elevata, i climi secchi e il pompaggio eccessivo portano alla salinizzazione. In breve, la gente ha a cuore il futuro del fiume Giordano e delle persone nel suo bacino.

Per evitare gravi problemi ambientali, alcune organizzazioni e governi si sono riuniti per concentrarsi sulla gestione sostenibile delle risorse fluviali. Corso d'acqua dolce in una tipica regione arida del Medio Oriente, il fiume Giordano è una risorsa importante, unica e preziosa per i milioni di persone che vi abitano.

Ha perso quasi il 98% del suo flusso registrato se il paese che utilizza le sue acque (Israele, Siria, Giordania e Palestina) probabilmente si prosciugheranno nei prossimi anni. Senza misure concrete ed efficaci. Israele, Siria e Giordania sono responsabili del crollo del fiume Giordano, il fiume dove fu battezzato Gesù, che ora è una fogna a cielo aperto attraverso la quale scorrono migliaia di metri cubi di acque reflue. Le acque del Mar di Galilea e del Mar Morto, 105 chilometri a sud, si svuotano al ritmo di quasi 1.300 miliardi di metri cubi all'anno.

Lo stato di Israele trasferisce costantemente acqua, che rappresenta circa il 46,47% del flusso per usi domestici e produzione agricola; La Siria è il 25,24%, la Giordania il 23,24% e la Palestina il 5,05%. Pertanto, il fiume Giordano non è più una fonte costante di acqua dolce di alta qualità e il suo flusso ora raggiunge a malapena i 20-30 milioni di metri cubi all'anno.

Spero che con queste informazioni possiate conoscere meglio il fiume Giordano e le sue caratteristiche.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.