Fauna giurassica

Come sappiamo nell'era del mesozoico Ci sono 3 periodi che segnano differenze nello sviluppo della flora e della fauna, del clima e della geologia. Questi 3 periodi sono: Triassico, Giurassico y Cretaceo. Oggi ci concentreremo sullo studio del Fauna giurassica. Questo è il periodo in cui tutti i dinosauri si sono diffusi nella maggior parte delle aree tropicali del pianeta.

In questo articolo ti diremo tutto ciò che devi sapere sullo sviluppo della fauna giurassica.

caratteristiche principali

Ecosistemi primitivi

Se il periodo Giurassico ha evidenziato una cosa, è che un grande sviluppo della vita si è consolidato in modo ampio sia a livello vegetale che animale. Ed è che nei 56 milioni di anni che dura questo periodo, tutte le piante potrebbero creare giungle e foreste in cui proliferò un gran numero di animali.

Tra questi animali che compongono la fauna troviamo i dinosauri. Gli animali che predominavano in tutti i paesaggi erano sia ambienti terrestri che acquatici. Non dobbiamo dimenticare che durante questo periodo a livello geologico c'è stata un'intensa attività delle placche tettoniche.

I dinosauri sono stati gli animali più conosciuti grazie al fatto che sono stati studiati a fondo con i fossili che sono stati recuperati. La vita animale durante questo periodo è stata in grado di conquistare tutti gli habitat sia terrestri, marini e aerei.

Sviluppo della fauna giurassica

Fauna giurassica terrestre

invertebrati

All'interno del gruppo degli invertebrati possiamo vedere che predominavano i molluschi. All'interno dei molluschi, erano soprattutto i gasteropodi, i bivalvi ei cefalopodi a essere più espansi e diversificati. A causa di un'estinzione avvenuta durante il tardo Triassico alcune classi come gli Ammonoidi, Nautiloidi (persistono fino ad oggi) e Belemnoideos.

Un altro gruppo di invertebrati che conobbe anche una grande diversificazione durante il Giurassico furono gli echinodermi. All'interno degli echinodermi, quelli appartenenti alla classe degli asteroidi sono stati quelli che si sono diffusi di più. In questa classe abbiamo le stelle marine. Gli Echinoidi popolavano un gran numero di habitat marini. All'interno di questo gruppo ci sono i ricci di mare.

Per tutto il periodo gli artropodi abbondarono. Principalmente tutti quelli appartenenti alla classe dei crostacei sono stati sviluppati nell'ambiente marino, in cui abbiamo i granchi. Inoltre erano presenti alcuni esemplari di insetti come farfalle, vespe e cavallette.

Vertebrati

Dinosauri acquatici

Come ci si può aspettare dai vertebrati, coloro che hanno dominato completamente questo periodo sono stati i rettili. Ed è quello della fauna del Giurassico il gruppo di animali che predominava maggiormente erano i dinosauri. Anche gli anfibi iniziarono a distinguersi, ma in misura minore. Sebbene ci fossero pochi rappresentanti del gruppo di mammiferi, anche loro iniziarono a svilupparsi in questo periodo.

Negli habitat acquatici troviamo ecosistemi brulicanti di vita. La maggior parte della vita che esisteva a quel tempo si sviluppava nell'ambiente marino. C'era una grande varietà di pesci, sebbene i rettili acquatici fossero i re dell'acqua. I più rappresentativi sono i seguenti:

  • Ittiosauri: questa specie di rettile era distribuita da tutti i mari del mondo. La sua dieta era completamente carnivora e attaccava grosse prede. Potevano misurare fino a 18 metri di lunghezza e avevano diverse pinne, una coda e una dorsale. Proprio nella sua morfologia troviamo un corpo allungato e un muso lungo che servivano per catturare meglio la preda. Aveva ambienti molto sviluppati per poter fare delle belle lacrime. Secondo i fossili rinvenuti degli ittiosauri possiamo dedurre che fossero animali vivipari. Cioè, l'embrione si sviluppa all'interno del corpo della madre.
  • Plesiosauri: questi animali marini erano più grandi degli ittiosauri. Erano in grado di misurare fino a 23 metri di lunghezza. Il suo collo aveva una morfologia estremamente lunga. Avevano 4 arti che servivano per muoversi più velocemente sott'acqua e avevano la forma di pinne. Il suo corpo era piuttosto ampio.

Fauna giurassica di tipo aereo e terrestre

Periodo giurassico

Non dimentichiamo che anche i piccoli uccelli apparvero durante il periodo Giurassico, sebbene i rettili volanti fossero i padroni dell'aria. Questi erano gli Pterosauri. Questi animali avevano dimensioni diverse a seconda della specie e potevamo trovare da piccole a grandi dimensioni. Il suo corpo era ricoperto di peli e ampie ali formate da una membrana che ne agganciava una alle dita della mano in modo simile ai pipistrelli.

Grazie ai numerosi fossili che abbiamo trovato Pterosauri possiamo sapere che erano ovipari. Si è potuto dedurre che avevano una buona visuale per poter catturare le prede dall'alto. Questo perché la loro dieta era completamente carnivora e potevano anche nutrirsi di pesci e alcuni insetti. Per poter catturare i pesci che si trovano nell'acqua è necessaria una buona visuale.

Come vertebrati dell'habitat terrestre abbiamo principalmente i grandi dinosauri. I dinosauri esistevano di due tipi: carnivori ed erbivori. Tra gli erbivori, l'apatosauro, il brachiosauro, il gigantspinosaurus e la macchina fotografica erano predominanti, tra gli altri. Li descriveremo brevemente:

  • Apatosaurus: Può pesare fino a 30 tonnellate ed era grande (21 metri).
  • Brachiosauro: Camminava su 4 zampe ed era caratterizzato dalle sue grandi dimensioni e dal collo lungo. Era alto 13 metri e lungo 23 metri.
  • Camarasaurus: può misurare fino a 18 metri di lunghezza. Aveva le vertebre della colonna vertebrale con una sorta di camera d'aria che serviva a ridurre il suo peso corporeo.
  • Gigantspinosaurus: era completamente blindato con placche ossee. Sebbene non fosse così grande, aveva una grande protezione. Potrebbe raggiungere i 5 metri di lunghezza.

Tra i dinosauri carnivori abbiamo i seguenti:

  • Allosaurus: sugli arti avevano artigli sufficientemente sviluppati per essere in grado di catturare la loro preda. Potevano misurare fino a 12 metri di lunghezza.
  • CompsognathusSebbene fosse carnivoro, era di dimensioni estremamente ridotte. Era lungo solo un metro.
  • Cryolophosaurus: era lunga solo 6 metri e alta 3 metri. Dai suoi arti anteriori aveva forti artigli in grado di distruggere la sua preda.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sulla fauna del Giurassico.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.