ere glaciali

ere glaciali

Si chiama glaciazione ere glaciali, era glaciale o glaciale questi periodi geologici si verificano durante un intenso raffreddamento del clima terrestre, che a sua volta porta al congelamento dell'acqua, all'espansione dei blocchi di ghiaccio polare e alla comparsa del ghiaccio continentale. In questi periodi la flora e la fauna devono adattarsi ai nuovi ambienti.

In questo articolo vi racconteremo quali sono state le principali ere glaciali, quali sono le loro caratteristiche, cause e conseguenze.

cosa sono le ere glaciali

glaciazione

Sono periodi di durata variabile (generalmente prolungata: decine di milioni di anni) in cui la vita deve adattarsi a climi secchi e freddi o morire. Possono alterare drasticamente la struttura geografica, biologica e climatica del pianeta.

Le ere glaciali possono essere suddivise in periodi glaciali, periodi di freddo crescente e periodi interglaciali, periodi di freddo in calo e temperature in aumento, sebbene ancora entro i limiti logici del raffreddamento a lungo termine della Terra.

La Terra ha subito numerose glaciazioni periodiche, l'ultimo dei quali iniziò 110.000 anni fa. Si stima che la nostra intera civiltà si sia sviluppata e vissuta durante il periodo interglaciale iniziato 10.000 anni fa.

storia dell'era glaciale

ghiacciai

L'era glaciale quaternaria si è verificata durante il Cenozoico Neogene. Sebbene attualmente solo il 10% della superficie terrestre sia ricoperta di ghiaccio, sappiamo che non è sempre così. Le glaciazioni nel corso della storia geologica della Terra hanno lasciato tracce identificabili, quindi oggi conosciamo cinque grandi periodi glaciali, che sono:

  • L'era glaciale dell'urone. Cominciò 2.400 miliardi di anni fa e terminò nell'era geologica paleoproterozoica 2.100 miliardi di anni fa.
  • Glaciazione Sturtiano-Varangiana. Prende il nome dal periodo neoproterozoico a bassa temperatura, iniziato 850 milioni di anni fa e terminato 635 milioni di anni fa.
  • Ghiacciaio andino-sahariano. Si è verificato tra 450 e 420 milioni di anni fa, nel Paleozoico (Ordoviciano e Siluriano), ed è il più breve conosciuto.
  • Ghiacciaio Karoo. Cominciò 360 milioni di anni fa e terminò 100 milioni di anni dopo, nello stesso Paleozoico (Carbonifero e Permiano).
  • Glaciazione quaternaria. Il più recente, iniziato 2,58 milioni di anni fa nel periodo Neogene dell'era Cenozoica, finirà ora.

La Terra era una palla di neve

L'era glaciale globale, superglaciale o "palla di neve" della Terra è un'ipotesi su ciò che accadde durante il periodo neoproterozoico di basse temperature, durante le quali uno o più ghiacciai si sarebbero formati in tutto il mondo, ricoprendo l'intera Terra con un denso strato di ghiaccio, e abbassando la sua temperatura media a -50°C.

Si stima che questo fenomeno (inquadrato nell'era glaciale Sturtiano-Varangiana) sia durato circa 10 miliardi di anni, la più grande era glaciale nella storia della Terra, e abbia portato alla quasi completa estinzione della vita. Tuttavia, la sua autenticità è oggetto di dibattito nella comunità scientifica.

Piccola era glaciale

Il nome si riferisce un periodo di forte freddo che si è verificato sulla Terra dal XIV alla metà del XIX secolo. Finì un periodo particolarmente caldo conosciuto come il miglior clima del Medioevo (dal X al XIV secolo).

Non è esattamente una glaciazione, tutt'altro, e geologicamente parlando ha vita brevissima. In ogni caso è suddiviso in tre fasi, segnate dal più basso calo di temperatura: 1650, 1770 e 1850.

effetti delle ere glaciali

tutte le ere glaciali

La glaciazione crea un tipo speciale di erosione nella roccia. I principali impatti dell'era glaciale possono essere suddivisi in tre categorie:

  • Geologia. La glaciazione ha creato un tipo speciale di erosione nelle rocce, sia per raffreddamento, per pressione del ghiaccio o per agenti atmosferici, creando una morfologia molto specifica nelle rocce del suo tempo.
  • prodotti chimici. Le carote di ghiaccio risultanti esistono in molti casi come neve permanente (come in cima a molte alte montagne) a causa di cambiamenti isotopici nell'acqua, rendendola una massa più pesante del solito. Ciò si traduce in una maggiore evaporazione e temperatura di fusione dell'acqua.
  • Paleontologia. Questi drastici cambiamenti di temperatura e clima sono spesso accompagnati da estinzioni di massa, che producono grandi quantità di materia organica, producono enormi depositi e lasciano grandi quantità di prove fossili. Inoltre, gli animali incapaci di adattarsi al freddo fuggono ai tropici, creando rifugi glaciali e movimenti biogeografici su larga scala.

Cause delle ere glaciali

Le cause delle ere glaciali possono essere varie e controverse. Alcune teorie suggeriscono che siano dovute a cambiamenti nella composizione dell'atmosfera che limitano l'apporto di energia termica dal sole, o cambiamenti minimi nell'orbita terrestre.

Inoltre, Può essere dovuto al movimento delle placche tettoniche: se i continenti si avvicinano, chiudendo lo spazio all'oceano, il suo interno diventa più secco e caldo, riducendo i margini di evaporazione. Tuttavia, se i continenti dovessero allargarsi e allontanarsi, ci sarebbe più acqua per raffreddare e mantenere stabili le temperature globali.

animali dell'era glaciale

Gli animali sopravvissuti ai cambiamenti dell'era glaciale e adattati alla vita nelle terre desolate ghiacciate avevano spesso caratteristiche molto specifiche: spessi strati di pelo e grasso che proteggevano i loro corpi dal freddo interno, adattamenti metabolici al freddo e alla siccità e una dieta ipercalorica .

Tuttavia, osservando le principali specie animali dell'ultima era glaciale, è possibile comprendere i modi specifici in cui ciascuna specie ha risposto al freddo, come ad esempio:

  • Mammut lanoso. Gli elefanti fortunati si sono adattati al freddo, i loro corpi sono ricoperti da strati di lana lunghi fino a un metro e i loro denti possono schiacciare il guscio duro della vegetazione ghiacciata. Vivono fino a 80 anni.
  • Tigre dai denti a sciabola. Questi potenti predatori erano più bassi, più pesanti e più spessi dei leoni, con zanne lunghe 18 centimetri che potevano aprire le mascelle di 120 gradi quando mordevano, il tutto per mantenerli efficaci nelle pianure allora ghiacciate della caccia.
  • rinoceronti lanosi. I predecessori dei rinoceronti di oggi, i loro enormi corpi erano ricoperti di lana e pesavano fino a 4 tonnellate. Le sue corna e il cranio erano più forti e voluminosi e poteva scavare nella neve in cerca di cibo.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sulle diverse ere glaciali e sulle loro caratteristiche.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.