Droni nel campo della meteorologia

Droni

I droni sono velivoli senza pilota che vengono prodotti e testati in una moltitudine di aree, come il tempo libero o l'uso professionale. Recentemente abbiamo iniziato a sentire parlare di droni meteorologicie sempre più persone decidono di acquistarne uno.

Questi "aerei" possono essere, oltre ad essere molto divertenti per l'hobbista, utile quando si studiano fenomeni meteorologici facilitare e migliorare previsioni di nevicate, tornado o terremoti.

Dron

Usi dei droni meteorologici domestici

Il drone meteorologico per uso privato può essere utilizzato sia per scattare foto che per video nelle giornate di sole. Sfortunatamente, nei giorni di nebbia per motivi di sicurezza, non saremo in grado di utilizzarlo, in quanto potrebbe essere perso o causare qualche danno.

Requisiti che si applicano in Spagna

In questo paese non esiste una legge che ci dica esattamente quando e dove possiamo usare il nostro drone. Ma ci fanno soddisfare determinati requisiti sia al momento dell'acquisto che durante l'utilizzo. Vale a dire:

  • Avere più di 18 anni
  • Il drone deve avere un'etichetta di identificazione
  • La distanza massima che puoi volare è di 500 metri (anche se si consiglia di non superare i 120 metri in modo che non entrino in collisione con gli aeroplani)
  • Per coloro che pesano tra 2 e 25 kg, verrà indicata la distanza

Tuttavia, va tenuto presente che, per evitare problemi, è necessario che evitiamo di usarlo in aree popolate, aeroporti, centri commerciali e in generale in quei luoghi dove può esserci una grande concentrazione di persone, o dove il nostro drone potrebbe perdersi.

Questi piccoli aerei possono farci vivere grandi momenti e goderci il tempo in un modo speciale se usati correttamente. Ma c'è ancora qualcos'altro che voglio dirti ...

Progetto ala

Progetto ala

Wing Project - Sydney Morning Herald

Questi dispositivi possono essere molto importanti quando si tratta di salvare vite umane. La stessa Google ha presentato il suo particolare drone che sarebbe incaricato, nel prossimo futuro e se tutti i test avranno successo, di distribuire materiale e medicinali necessari a coloro che sono rimasti isolati dopo un disastro naturale. È noto come Progetto ala, che in linea di principio sarebbe stata destinata a diventare ambulanza aerea, portando urgentemente defibrillatori alle vittime che stavano avendo un attacco di cuore. Ma dopo l'ultimo test in Australia, gli esperti hanno visto come i droni accedessero facilmente alle aree remote del continente.

È sorprendente, vero?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.