Distruzione dello strato di ozono

distruzione dello strato di ozono

Tra gli strati dell'atmosfera che abbiamo ce n'è uno che ci protegge dalle dannose radiazioni ultraviolette del sole. Riguarda lo strato di ozono. Lo strato di ozono è quello che si trova nella stratosfera ed è composto principalmente da ozono. Il problema è che sta causando a distruzione dello strato di ozono come risultato delle attività industriali dell'essere umano. Grazie a vari trattati il ​​buco che si è creato in questo strato sta diminuendo. Tuttavia, c'è ancora molto lavoro da fare.

In questo articolo ti diremo come la distruzione dello strato di ozono colpisce il nostro pianeta e cosa fare per prendersene cura.

Distruzione dello strato di ozono

grave distruzione dello strato di ozono

È uno strato protettivo situato nella stratosfera. Funge da filtro per le radiazioni solari ultraviolette dannose per gli esseri viventi. Sebbene questo strato sia molto importante per la sopravvivenza, noi umani sembriamo ancora determinati a distruggerlo. I clorofluorocarburi sono sostanze chimiche che distruggono l'ozono nella stratosfera attraverso varie reazioni. È un gas composto da fluoro, cloro e carbonio. Quando questa sostanza chimica raggiunge la stratosfera, subisce una reazione di fotolisi con la radiazione ultravioletta del sole. Questo fa sì che le molecole si rompano e richiedano atomi di cloro. Il cloro reagisce con l'ozono nella stratosfera, provocando la formazione di atomi di ossigeno e la degradazione dell'ozono.

L'ozono si trova in stratosfera ed è alta tra i 15 ei 30 chilometri. Questo strato è formato da molecole di ozono, che a loro volta sono costituite da 3 atomi di ossigeno. La funzione di questo strato è di assorbire le radiazioni ultraviolette B e agire come filtro per ridurre i danni.

La distruzione dello strato di ozono si verifica quando si verifica una reazione chimica che provoca la distruzione dell'ozono stratosferico. La radiazione solare incidente viene filtrata dallo strato di ozono, dove le molecole di ozono vengono penetrate dalla radiazione ultravioletta B. Quando ciò accade, le molecole di ozono si scompongono in ossigeno e biossido di azoto. Questo processo è chiamato fotolisi. Significa che le molecole si rompono sotto l'azione della luce.

La ragione principale della distruzione accelerata dello strato di ozono è l'emissione di clorofluorocarburi. Sebbene abbiamo già detto che la luce solare incidente distrugge l'ozono, lo fa in modo equilibrato e neutro. Cioè, la quantità di ozono decomposto dalla fotolisi è uguale o inferiore alla quantità di ozono che può essere formata dall'associazione intermolecolare.

Importanza di evitare la distruzione dello strato di ozono

Recupero del buco dell'ozono

Lo strato di ozono si estende in tutta la stratosfera in tutto il mondo. Non è lo stesso spessore in tutte le aree della Terra, ma la sua concentrazione è variabile. La molecola dell'ozono è formata da tre atomi di ossigeno e si trova in forma gassosa sia nella stratosfera che in superficie. Se troviamo l'ozono troposferico, cioè a livello della superficie terrestre, è inquinante e dannoso per la salute.

Tuttavia, l'ozono trovato nella stratosfera ha la missione di proteggerci dai raggi ultravioletti del sole. Questi raggi sono dannosi per la pelle, la vegetazione e la fauna del pianeta. Se lo strato di ozono non esistesse, non potremmo uscire senza scottarci e i tumori della pelle sarebbero ancora più diffusi in tutto il mondo.

Lo strato di ozono fa sì che gran parte della radiazione solare che arriva dallo spazio venga restituita e non raggiunga la superficie. In questo modo siamo protetti da quei raggi nocivi.

Se lo strato di ozono è indebolito al punto da lasciar passare i dannosi raggi UVA del sole, può danneggiare seriamente le molecole essenziali per la vita come le molecole di DNA.

Negli esseri umani, un eccesso di esposizione a tali radiazioni continue provoca gravi effetti sulla salute, come la comparsa del cancro. Nella vegetazione c'è anche a riduzione del tasso di fotosintesi, minore crescita e produzione. Senza fotosintesi, le piante non possono vivere o generare ossigeno, assorbendo CO2 nel processo.

Infine, vengono colpiti anche gli ecosistemi marini fino ai primi 5 metri di profondità (che è l'area dove si registra la maggiore incidenza di radiazione solare). In queste aree dell'oceano, il tasso fotosintetico del fitoplancton diminuisce, qualcosa di vitale poiché è alla base della catena alimentare.

Come prendersene cura

Come prendersi cura dello strato di ozono con una casa sostenibile

Per proteggere lo strato di ozono, i governi di tutto il mondo devono stabilire misure per ridurre le emissioni di questi gas nocivi. In caso contrario, molte piante potrebbero subire le radiazioni solari, il cancro della pelle aumenterebbe e si verificherebbero alcuni problemi ambientali più gravi.

A livello individuale, come cittadini, quello che si può fare è acquistare prodotti aerosol che non contengano o siano realizzati con particelle che distruggono l'ozono. Tra i gas più distruttivi di questa molecola ci sono:

  • CFC (clorofluorocarburi). Sono i più distruttivi e vengono rilasciati sotto forma di aerosol. Hanno una vita molto lunga nell'atmosfera e, quindi, quelli che sono stati rilasciati a metà del XNUMX ° secolo stanno ancora causando danni.
  • Idrocarburi alogenati. Questo prodotto si trova negli estintori. La cosa migliore è assicurarsi che l'estintore che acquistiamo non abbia questo gas.
  • Bromuro di metile. È un pesticida utilizzato nelle piantagioni di legno. Quando viene rilasciato nell'ambiente distrugge l'ozono. L'ideale è non acquistare mobili realizzati con questi legni.
  • Non acquistare spray che contengono CFC.
  • Non utilizzare estintori ad halon.
  • Acquista materiale isolante che non contenga nemmeno CFC così come il sughero agglomerato.
  • Se un buona manutenzione dell'aria condizionata, impediremo alle particelle di CFC di raggiungere lo strato di ozono.
  • Se il frigorifero non si raffredda come dovrebbe, potrebbe fuoriuscire CFC. Lo stesso vale per l'aria condizionata del veicolo.
  • Usa l'auto il meno possibile e usa i mezzi pubblici o la bicicletta.
  • Acquista lampadine a risparmio energetico.
  • Cerca sempre il percorso più breve viaggiare in auto se non c'è altra scelta che prenderla. In questo modo cercheremo anche attraverso la tasca.
  • Utilizzare l'aria condizionata e il riscaldamento il meno possibile.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sulla distruzione dello strato di ozono e su quanto sia importante.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.