Il distacco del blocco Larsen C in Antartide è imminente

il blocco Larsen C sta per staccarsi

Come accennato in altri articoli, la stabilità dell'Antartide è vitale per il clima del pianeta. Con il riscaldamento globale aumentano le temperature medie dell'intero pianeta, con il conseguente effetto dello scioglimento delle calotte polari, sia del Polo Nord che del continente ghiacciato.

Solo pochi giorni fa, un grande blocco di ghiaccio in Antartide si è incrinato a causa dell'aumento delle temperature. Il blocco ha una superficie di circa 5.000 chilometri quadrati e si trova sulla piattaforma di ghiaccio Larsen C. La gravità del distacco di questo blocco è che, a causa delle sue dimensioni, potrebbe cambiare per sempre la mappa dell'emisfero sud.

Distacco del blocco in Larsen C

Posizione di Larsen C

Per accennare alla gravità della questione, si rimanda anzitutto alle due scale di percezione di questo evento: la scala umana e geologica. Per la prima tappa, questo distacco e questo spostamento iniziano a guidare l'Antartide verso la rovina al rallentatore. Tuttavia, su scala geologica, questo avviene in un batter d'occhio.

Per più di 30 anni è stato avvertito che la parte occidentale dell'Antartide ha iniziato a sciogliersi. A parte l'aumento delle temperature globali indotto dal cambiamento climatico, la maggior parte del buco nello strato di ozono si trova anche sull'Antartide. Questi fattori stanno causando lo scioglimento dell'Antartide a passi da gigante.

Il gigantesco blocco chiamato Larsen C si sta staccando e separando dal resto della piattaforma di ghiaccio e questo potrebbe essere il precursore del crollo del continente ghiacciato. Se il blocco Larsen C venisse completamente staccato, un gran numero di città costiere in tutto il mondo verrebbe allagato. I bordi del blocco Larsen C si stanno sciogliendo rapidamente, come se fossero le mura di un castello di sabbia. All'interno sono presenti cicatrici che provocano crepe così grandi da raggiungere i 400 metri quadrati.

Un indicatore del riscaldamento delle aree antartiche è stata l'acqua del mare di Amundsen. Negli ultimi decenni ha riscaldato più di 0,5 ° C, e questo provoca un aumento della velocità con cui il ghiaccio si scioglie e si frattura. Tra il 2015 e il 2016, un grande blocco di ghiaccio di circa 360 chilometri quadrati si è staccato allontanandosi dalla costa del mare. Le previsioni per l'aumento della temperatura, in questo caso per il mare di Wenddell adiacente a Larsen C, media 5 ° C. Questo è il motivo per cui molte delle piattaforme di ghiaccio più piccole si stanno sciogliendo completamente.

Se continua così, il blocco Larscen C diventerà il più grande iceberg della storia. Avrebbe una superficie simile alla Comunità Autonoma della Cantabria.

Progetto Midas

Il progetto Midas studia l'Antartide

Il progetto Midas è stato sviluppato da un gruppo di ricerca congiunto delle Università di Swansea e Aberystwyth. Il progetto ha studiato e concluso che a causa dell'impatto generato dalla fessura nel blocco, si prevede che la separazione dell'iceberg avvenga molto presto. Quando parlano all'improvviso, dicono che è questione di settimane, poiché la fessura ha già compiuto una svolta di 90 ° e questo normalmente porta alla frattura

L'importanza della frattura

Se il Larsen C si sciogliesse, il livello del mare aumenterebbe di 3 metri

L'importanza della frattura del blocco di ghiaccio Larsen C è che il ghiaccio che sta per staccarsi si deposita su una serie di isole. Tuttavia, il resto della piattaforma di ghiaccio si trova su un bacino profondo circa 5.000 km e questo lo rende vulnerabile all'aumento delle temperature oceaniche. Quindi, se il blocco di ghiaccio Larsen C si scioglie e cade, può accelerare lo scioglimento del resto dello scaffale e alla velocità con cui lo fanno, Aumenterebbe il livello del mare di tre metri, allagando intere città in tutto il mondo.

La Terra ci sta allertando sulle conseguenze del riscaldamento globale e il distacco del blocco Larsen C è solo un piccolo avvertimento.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.