Curiosità delle Perseidi

curiosità delle perseidi

Le Perseidi, conosciute anche come le "Lacrime di San Lorenzo", sono un affascinante spettacolo celeste che si svolge ogni anno ad agosto. Questa è una pioggia di meteoriti che illumina il cielo notturno con lampi brillanti e fugaci. Migliaia di persone vanno a vedere questo spettacolo durante queste notti di agosto. Ci sono molti curiosità delle Perseidi che forse non sapevi.

In questo articolo vi parleremo delle principali curiosità delle Perseidi in modo che abbiate un'idea quando si tratta di andare a vederle.

Quali sono

curiosità delle perseidi nel cielo

Queste meteore sono in realtà piccole particelle di polvere e roccia che sono state lasciate dalla cometa Swift-Tuttle lungo la sua orbita attorno al Sole. Quando la Terra passa attraverso questa nuvola di particelle, alcuni di loro entrano nella nostra atmosfera ad alta velocità e bruciano a causa dell'attrito con l'aria. È questo processo di combustione che crea le spettacolari scie luminose nel cielo, che comunemente chiamiamo "stelle cadenti".

Il picco di attività delle Perseidi si verifica solitamente a metà agosto, di solito tra l'11 e il 13 di quel mese. In quel momento, il numero di meteore visibili all'ora può essere sbalorditivo, raggiungendo decine o anche di più in luoghi con cieli bui e limpidi. Tuttavia, le Perseidi sono visibili per diverse settimane prima e dopo il loro picco, quindi hai buone possibilità di vederle anche se non riesci a vederle nel loro punto più alto.

Per godere di questo spettacolo celestiale, è meglio allontanarsi dalle luci della città e trovare un luogo con un cielo scuro e limpido. Non è necessaria alcuna attrezzatura speciale; sdraiati e guarda il cielo. Sebbene le Perseidi siano l'evento più famoso nel suo genere, in realtà durante l'anno si verificano diversi sciami meteorici, ciascuno associato a una cometa diversa.

Curiosità delle Perseidi

pioggia di stelle

Perché si chiamano "Lacrime di San Lorenzo"?

In Spagna, questa pioggia di meteoriti è anche conosciuta come Lacrime di San Lorenzo. La spiegazione è semplice: Il 10 agosto è la Fiesta de San Lorenzo, che coincide con il giorno migliore per osservare questo fenomeno celeste. Ma perché parlare delle sue lacrime?

San Lorenzo fu arso vivo il 10 agosto 258 e, secondo la storia, non urlò né cercò di scappare. Le sue lacrime erano l'unico segno di dolore, così le vedevamo nel cielo in quelle notti d'estate. Altre storie affermano che la meteora rappresenti la scintilla del falò dove fu martirizzato.

Chi era Perseo?

Si chiamano Perseidi perché sembrano provenire dalla costellazione di Perseo. Ma sai chi è questo eroe della mitologia greca?

Perseo era il figlio del dio Zeus e della mortale Danae. Tra le sue tante imprese, è famoso per aver ucciso Medusa, una gorgone dotata di poteri speciali: tutte le persone, animali o oggetti che la guardano negli occhi si trasformano in pietra. Questo mito appare molte volte nell'arte. Ad esempio, al Prado abbiamo una scultura in marmo bianco "Medusa" di autore anonimo. Abbiamo anche scoperto che questa storia può essere usata come ispirazione per diversi dipinti.

Un'altra delle sue storie più ricordate è quella che lo vede protagonista insieme ad Andromeda, incatenata a degli scogli in riva al mare. Poseidone inviò Ceto, un mostro acquatico, per ucciderla, ma Perseo riuscì a sconfiggerlo pietrificandolo con la testa di Medusa. In questo modo salvò la giovane donna che lo avrebbe poi sposato.

Quanto è grande la pioggia di meteoriti?

La Perseid Meteor Shower sembra una gigantesca palla di fuoco che attraversa il cielo, ma non lo è. Le particelle che provocano la pioggia di meteoriti hanno le dimensioni di un chicco di riso. I fenomeni che osserviamo sono dovuti alla velocità con cui entrano nell'atmosfera terrestre a più di 200.000 km/h. In un calcolo approssimativo, la velocità è di circa 60 chilometri al secondo. Mentre attraversano l'atmosfera, si disintegrano e appare il lampo che stavamo aspettando con impazienza.

È pericoloso ?

Tecnicamente, le piogge di meteoriti dovrebbero essere chiamate piogge di meteoriti perché ciò che vediamo non sono stelle reali. Per rispondere a questa domanda bisogna tenere conto che alcune meteore sono in grado di attraversare l'atmosfera e raggiungere la superficie terrestre (diventando meteoriti) senza decomposizione completa. Tuttavia, nel caso delle Perseidi, le meteore che le provocano si disintegrano a un'altezza di circa 100 km e, come abbiamo detto prima, non sono molto grandi, quindi è difficile che sopravvivano nel nostro strato protettivo.

Altre curiosità delle Perseidi minori

vedi le perseidi

Sebbene le curiosità delle perseidi più importanti siano già state raccontate, andiamo a vedere alcune delle curiosità meno importanti:

  • Attività durante il mese: Sebbene il picco di attività sia il momento in cui si osserva il maggior numero di meteore all'ora, le Perseidi possono essere visibili per circa un mese, da metà luglio a fine agosto. Man mano che ci avviciniamo al picco, il numero di meteore aumenta gradualmente.
  • Eventi da guardare in gruppo: Le Perseidi sono un'ottima scusa per riunirsi con amici, familiari o anche estranei che condividono un interesse per l'astronomia. Molti osservatori, club di astronomia e parchi naturali organizzano eventi speciali per vedere le Perseidi. È un'occasione unica per godersi lo spettacolo e conoscere meglio il cielo stellato.
  • Favole e leggende: Nel corso della storia, piogge di meteoriti come le Perseidi hanno ispirato una varietà di racconti e leggende in diverse culture. Da interpretazioni mitiche a presagi di eventi, queste meraviglie celesti hanno lasciato il segno nell'immaginazione umana.
  • possibilità di auto: Sebbene la maggior parte delle meteore delle Perseidi siano piccole e brucino completamente nell'atmosfera, occasionalmente può verificarsi un bolide, che è una meteora particolarmente luminosa e spettacolare. Questi eventi sono piuttosto eccitanti da testimoniare e possono lasciare un'impressione duratura.

Spero che con queste informazioni tu possa saperne di più su alcune delle migliori curiosità delle Perseidi.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.