Cosa sta succedendo al Mar Mediterraneo?

Mediterraneo

El Mar Mediterraneo è sempre stato molto vulnerabile. A differenza di altri, come il Mar dei Caraibi ad esempio, è alimentato dall'Oceano Atlantico che attraversa uno stretto, quello di Gibilterra, di circa 20 km. Se dovesse chiudersi, cosa già accaduta sei milioni di anni fa, questo mare cesserebbe di esistere. È vero che attualmente è praticamente impossibile che ciò accada di nuovo, ma la realtà è quella non è privo di problemi.

Un rapporto realizzato nell'ambito del Piano nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici, promosso dal Ministero dell'Agricoltura e dell'Ambiente, rivela gli effetti già percepiti in questa parte del mondo e le loro possibili conseguenze nel a breve e medio termine.

Quali cambiamenti stanno avvenendo nel Mar Mediterraneo?

Questo mare comincia ad essere diverso da quello che conoscevamo fino ad ora. Le sue caratteristiche stanno cambiando molto. Secondo il rapporto, le anomalie che si stanno verificando sono:

  • La temperatura superficiale sta aumentando tra 0,2 ºC e 0,7 ºC per decennio. In alcuni punti, come la Riserva marina delle Isole Columbretes, l'aumento è maggiore: 0,04 ° C.
  • Il livello del mare si sta alzando tra 2 e 10 mm per anno.
  • Diminuzione dell'altezza delle onde (-0,08 cm / anno), che potrebbe essere prodotta principalmente dalle mareggiate inferiori durante l'inverno.
  • Morti massicce. Durante le estati calde, come il 2003, quando in molte regioni la temperatura della superficie del mare era di 1 ° C o superiore, gli animali marini hanno davvero difficoltà; infatti, la popolazione di coralli della specie C. caespitosa, che vive sulle isole Columbretes, è diminuita tra il 50 e l'80% tra il 2003 e il 2012.
  • Aspetto di specie non autoctone, come l'alga rossa, la cui origine è nell'Oceano Indiano ma ha raggiunto il Mediterraneo attraverso il Canale di Suez. Ma ce ne sono altri, come la tartaruga dalle orecchie rosse o il pesce leone (che, tra l'altro, ha aculei velenosi).
  • Le meduse prolifereranno. Questi animali fanno parte dell'estate mediterranea, ma quando il mare si riscalda, compaiono prima ancora che inizi la stagione. Nel 2016, sono stati visti nel mese di aprile.

Cosa si prevede che accadrà nei prossimi anni?

Malta

Se tutto continua allo stesso modo, la temperatura della superficie del mare intorno alla penisola iberica potrebbe aumentare nel mezzo 2,5º e 3ºC da oggi fino alla fine del sec. Per quanto riguarda il livello del mare, potrebbe aumentare intorno al 40 e 60 cm poiché la salinità aumenta anche nei primi 10 m.

Inoltre, dovrebbe acidificare. E questo diventerà una seria minaccia sia per i coralli che per altri animali, come le balene, poiché il loro cibo principale, il krill, sarà ridotto.

Puoi leggere il rapporto qui.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.